Traduttore: A. Specchio
Editore: Atmosphere Libri
Collana: Asiasphere
Anno edizione: 2016
Pagine: 350 p., Brossura
  • EAN: 9788865641804
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Miyumi

    17/10/2017 20:39:27

    Questo è uno dei miei libri preferiti di Keigo Higashino. Si parla del tabù di aver un proprio famigliare in carcere, di quanto questo sia un motivo di emarginazione per chi resta fuori e deve convivere con questa vergogna.Un libro davvero emozionale, che ci racconta un'altra faccia della società giapponese, forse una delle più ingiuste, quella che ci dice quanto sia radicato il senso dell'onore, anche se a volte può distruggere letteralmente la vita delle persone. Lo consiglio, non do 5 stelle perché l'edizione è pessima, piena di refusi, il titolo di fantasia, non so perché gli editori italiani hanno paura di riportare i titoli originali, in questo caso era Tegami che significa lettere/lettera che ha molto più senso di questo La colpa.

  • User Icon

    Simone

    14/11/2016 18:27:38

    L’esilio sociale, l’emarginazione, un dito sempre puntato, un marchio indelebile e infamante: sono gli elementi principali che compongono la trama de La colpa, romanzo di Higashino Keigo, uno degli scrittori giapponesi più famosi, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti, il quale, partendo da un comune fatto di cronaca, costruisce una storia di sofferenza e pregiudizio. Naoki, il protagonista di questo romanzo di formazione, è una vittima: del fratello in primis e del suo gesto, che lo condanna ad un’esistenza a testa bassa, all’insegna della vergogna; della società, che lo marchia come un appestato; di se stesso, perché non riesce a reagire alla sua condizione di esule in patria, di reietto nonostante non abbia commesso alcun delitto. Attraverso La colpa, Higashino Keigo apre una finestra sulla società nipponica, criticandone il sistema di valori tradizionale, gretto e conservatore, che si espleta soprattutto nei primi nuclei sociali con i quali l’individuo si rapporta: la scuola e la famiglia. E solo nelle ultime pagine, dopo una lenta e travagliata riflessione, Naoki ritroverà se stesso, facendo crollare pian piano le sovrastrutture e concentrandosi su ciò che davvero conta: il suo volere. Il suo pensiero.

Scrivi una recensione