Categorie
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 283 p., Brossura
  • EAN: 9788807880827

Età di lettura: Da 13 anni

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,59

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    19/01/2016 16.24.09

    Alcune pagine le ho trovate esilaranti

  • User Icon

    zombie49

    16/12/2015 17.46.07

    Ogni quattro anni ha luogo un evento di portata cosmica: il campionato mondiale di pallastrada, un gioco misterioso che tutti i bambini conoscono e hanno praticato. Quest'anno il torneo si svolge nella repubblica di Gladonia, e vi partecipa la squadra della Compagnia dei Celestini, costituita da cinque orfani del convento di S. Celeste, retto dai padri Zopiloti. Tre ragazzini fuggono dall'orfanotrofio e si mettono alla ricerca dei favolosi gemelli Finezza, insuperabili campioni. Molti danno loro la caccia: Don Biffero, priore del convento, il suo consigliere Don Bracco, il giornalista Fimicoli col fotografo Rosalino, e L'Egoarca Mussolardi, che vuole trasmettere l'evento con le sue televisioni. La storia è una satira divertente e surreale, un'avventura fantasy demenziale e irriverente, paradossale e dissacrante, che prende di mira l'Italia degli anni '90, i politici megalomani e corrotti, il falso pietismo del clero. Sono irresistibili le figure del troppo riconoscibile Mussolardi, del cinico generale Buonommo, del sadico e invisibile Grande Bastardo. Tanti neologismi, paradossi e allegorie possono alla fine generare confusione, ma il racconto resta sempre godibile, perché ognuno può trovarvi un bersaglio satirico da condividere, dalla politica, alla religione, al consumismo, con una vena di cattiveria e crudeltà. Certo, è un romanzo d'intrattenimento, ma è un fuoco d'artificio di trovate, molto lontano dal pedante moralismo ecologista di "Margherita Dolcevita". Ho letto questo libro in Sud Tirolo, dove non si trovano testi in italiano, gradito dono di una signora che conosceva la mia passione per il calcio, ma l'ho riscoperto ora con piacere.

  • User Icon

    Dario

    26/05/2015 12.01.18

    Tre orfanelli fuggono dall'orfanotrofio che li ospita, per partecipare al Campionato mondiale di Pallastrada. Accortosi della fuga, don Biffero, il priore Zopilote, si lancia all'inseguimento insieme a lui don Bracco, il giornalista Fimicoli e il fotografo Rosalino. La fuga e la caccia sono il pretesto che l'autore usa per tratteggiare con lungimiranza e folle ironia i grandi eccessi che soffocano il nostro paese. E' una lotta tra il bene ed il male, un inno alla libertà, un viaggio nell'Italia che Benni s'immaginava (e che poi tale è diventata), una cavalcata stilistica di prim'ordine, la compressione di un mondo in un solo libro, l'invenzione di uno stile, un miscuglio di parole ed immagini, personaggi e storie. Un libro necessario.

  • User Icon

    Franco Scaramuzzi

    09/12/2011 15.38.27

    Benni è imprenscindibile, anche se il meglio lo ha già dato. Ho notato, però, un miglioramento rispetto a recenti prove scadenti

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione