Concerti per due pianoforti

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Bela Bartok, Victor Babin
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: CPO
Data di pubblicazione: 1 gennaio 2017
  • EAN: 0761203500123

€ 19,50

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Béla Bartók (1881-1945).
Concerto per due pianoforti, percussioni e orchestra.
Victor Babin (1908-1972).
Concerto per due pianoforti e orchestra.
Nel non molto vasto repertorio per due pianoforti e orchestra fiorito in Germania durante il periodo romantico spiccano i bellissimi concerti di Felix Mendelssohn e di Max Bruch, opere molto famose che sono già state registrate dal Piano Duo Genova & Dimitrov, insieme ai concerti di Francis Poulenc, Darius Milhaud e Robert Casadesus. Se fino all’epoca in cui vissero questi compositori il pianoforte era stato utilizzato soprattutto per sviluppare relazioni melodiche e armoniche di complessità sempre maggiore, il compositore, pianista, etnomusicologo ante litteram, editore e didatta ungherese Béla Bartók portò il pianoforte – o i pianoforti – più vicino alla famiglia delle percussioni. In questo disco di sorprendente bellezza il suo Concerto per due pianoforti, percussioni e orchestra viene abbinato all’assai meno noto Concerto per due pianoforti e orchestra di Victor Babin. Quest’opera è caratterizzata da una scrittura estremamente incisiva, che rende del tutto inutile il fatto di presentarla accanto a qualsiasi altro lavoro del repertorio classico del XX secolo ma – nonostante questo – viene proposta solo oggi in prima registrazione mondiale. Scomparso nel 1972 all’età di 64 anni, il compositore americano Victor Babin (Viktor Genrikhovich Babin) è passato alla storia soprattutto per aver fatto parte di un famoso duo pianistico. Infatti, questo brillante e originalissimo pianista nato in una famiglia di ebrei russi formò con sua moglie il Vronsky & Babin Duo, che il critico dell’autorevole rivista Newsweek definì il duo pianistico più brillante dell’epoca. Babin studiò composizione a Berlino con Franz Schreker e pianoforte con Artur Schnabel. Il suo Concerto per due pianoforti e orchestra è pervaso da un meraviglioso spirito neoclassico, che affonda le sue radici nella tradizione russa tracciata da Igor Stravinsky e addirittura di Sergei Prokofiev, con l’aggiunta di qualche elemento malinconico e grottesco tratto dalle migliori opere di Dmitri Shostakovich. Gli ascoltatori più attenti potranno ravvisare in quest’opera anche qualche influsso del Gruppo dei Sei. In quest’opera di meravigliosa trasparenza Victor Babin dimostra di essere uno strumentatore di straordinario talento.
  • Bela Bartok Cover

    Compositore e pianista ungherese.L'attività di pianista e di etnomusicologo. La sua prima educazione avvenne in un ambiente familiare dominato dall'amore per la musica. Fu la madre a insegnargli i rudimenti del pianoforte; poi, nel 1893, B. intraprese a Bratislava, con L. Erkel, gli studi di composizione, che completò (1899-1903) all'Accademia musicale di Budapest. Negli anni successivi, mentre iniziava la sua intensa attività di pianista, cominciò a coltivare un appassionato interesse per il canto popolare ungherese e balcanico, dedicandosi con Kodály alla raccolta e allo studio dei suoi documenti. Insegnante di pianoforte, dal 1907, all'Accademia di Budapest, proseguì con grande successo la carriera concertistica in patria e all'estero, esibendosi spesso anche insieme alla moglie, pure pianista,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali