Concerti per solista e orchestra

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Tactus
Data di pubblicazione: 2 marzo 2018
  • EAN: 8007194106671

€ 16,90

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Marianna Bottini ed Alessandro Rolla appartengono a quella schiera di dimenticati protagonisti di inizio Ottocento che operarono con successo in vari ambiti compositivi. Rolla viene assunto come direttore d’orchestra dal Vicerè di Francia dal 1805 al 1835; la sua musica coglie le peculiarità del momento storico: il sentimento eroico, patriottico di una patria nascente, l’eleganza armonica mitteleuropea, e la vena belcantistica Italiana. Il sorprendente talento di Marianna Bottini ci è invece rivelato dalla sua intensa attività compositiva, quasi interamente collocata negli anni compresi fra il 1815 (quando aveva appena 13 anni) ed il 1823, anno delle sue nozze; tutte le sue composizioni furono eseguite come dimostra l’esistenza delle parti staccate e delle evidenti tracce di utilizzo su di esse presenti. I solisti Remo Pieri (clarinetto), Gianni Bicchierini (pianoforte) e Tommaso Valenti (viola), accompagnati dall’orchestra dell’Istituto «Luigi Boccherini» di Lucca diretto da Gianpaolo Mazzoli, eseguono in questa produzione i concerti per solista e orchestra dei due compositori.
Disco 1
1
Piano Concerto: I. Allegro
2
Piano Concerto: II. Adagio - Allegro
3
Clarinet Concerto in B-Flat Major: I. Allegro
4
Clarinet Concerto in B-Flat Major: II. Adagio
5
Clarinet Concerto in B-Flat Major: III. Allegretto
6
Viola Concerto, BI 552 (Arr. T. Valenti): I. Allegro
7
Viola Concerto, BI 552 (Arr. T. Valenti): II. Romance
8
Viola Concerto, BI 552 (Arr. T. Valenti): III. Rondò alla polonese
  • Alessandro Rolla Cover

    Violinista e compositore. Virtuoso di viola e di violino, si dedicò giovanissimo al concertismo. Dal 1803 al 1833 fu primo violino e direttore dell'orchestra della Scala e dal 1808 insegnante di violino e viola nel nuovo conservatorio di Milano. Impartì per qualche tempo lezioni a Paganini, rispetto al quale rappresentò la vecchia tradizione violinistica italiana di Pugnani e di Viotti. Compose, oltre ad alcuni balletti, 2 sinfonie, 25 concerti per violino o per viola, quartetti, trii, duetti per archi, pezzi per violino o viola sola e altra musica da camera di stile raffinato e brillante, ma alquanto convenzionale nelle forme. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali