Confessioni di un sicario dell'economia. La costruzione dell'impero americano nel racconto di un insider

John Perkins

Traduttore: G. Lupi
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 315 p., Brossura
  • EAN: 9788865590690
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    13/07/2015 17:29:19

    Un libro che, come altri poco reclamizzati, apre gli occhi su cosa sia il mondo di oggi e come si sia arrivati a questo punto. Spiega le dinamiche di determinati meccanismi viste dall'interno, da chi vi ha preso parte attivamente, senza riuscire, per molto tempo, a fare nulla per contrastarle. Un libro da leggere, su cui riflettere molto.

  • User Icon

    musye

    01/07/2014 20:02:06

    Senza ombra di dubbio il libro piu' istruttivo che io abbia mai letto! Chi meglio di un insider puo' spiegare quali siano i meccanismi e gli obbiettivi dell'imperialismo americano.Un libro che non fa altro che certificare come la sequenza degli avvenimenti di cui nella vita di tutti i giorni siamo spettatori (guerre,crisi,colpi di stato) siano parte di un agenda il cui scopo è la supremazia sul resto del'umanità. Difficile riuscire a negare l'evidenza del complotto come l'autore cerca in qualche modo di precisare. Affermare che l'imperialismo sia un cancro per l'umanità la definirei la voce della coscenza che esprime un giudizio definitivo e inappellabile. Concordo con l'autore quando dice che solo il risveglio in primis del popolo americano possa in qualche modo dare il via al cambiamento di cui tutti abbiamo bisogno se non vogliamo in un futuro ormai tardivo dover ammettere le proprie colpe senza però aver piu' la possibilità di porvi rimedio. Una lettura che consiglio a tutti per cominciare se non con il cambiamento almeno alla persa di coscienza. Saluti Musye

  • User Icon

    tom

    19/06/2014 12:34:57

    Interessante e assolutamente da leggere secondo me.Non è un libro "antiamericano", l'autore, ispirato proprio dai principi di Thomas Paine, ci dimostra che i "buoni" non siamo sempre e solo noi, sbattendoci di fronte a realtà che spesso facciamo di tutto per ignorare xché contrastano col nostro tornaconto e benessere. Pur senza scardinare il nostro sistema (l'unico che garantisca più efficacemente la democrazia) possiamo (e dovremmo) interrogarci e informarci più spesso e meglio sulle condizioni e sulla necessità di azioni militari e/o interventi politici in altri paesi. Perkins ci prova come questi siano spesso mirati a sfruttarne la manodopera e le risorse, compromettendone l'ambiente, la libertà ed economia a favore della nostra

  • User Icon

    Chakib

    15/12/2013 13:14:53

    Il miglior libro che abbia mai letto. Ti porta a vedere il mondo da un altro punto di vista che non sempre è quello che ci appare d'innanzi. Un mondo che per quanto vorrei fosse giusto e armonioso alla fine sfocia nel brutto e macabro mondo del capitalismo! Spero che chi chiunque legga questo commento decida di leggerselo! Lo consiglio assolutamente =D

  • User Icon

    Roberto

    15/11/2013 21:49:54

    Un libro che apre gli occhi sul capitalismo e sui mezzi utilizzati per raggiungerlo in maniera sfacciata e continuare a perpetrarlo nel tempo. Un capitalismo corrotto, egoistico, diverso da quello che (almeno in teoria) dovrebbe procurare benessere collettivo. Tutto quello che abbiamo sempre immaginato è ora nero su bianco. Con un atto coraggioso di un ex SDE!

  • User Icon

    armando

    23/07/2012 19:02:42

    Credo di avere capito molte cose dalla lettura di questo libro. Sono raccontati, in modo molto chiaro, i retroscena di molte delle vicende della storia recente. Da Panama all'Equador, dall'Arabia Saudite all'Iraq. E con gli strumenti di lettura che mi ha messo a disposizione Perkins, riesco a vedere la crisi mondiale attuale sotto una luce diversa e, ahimé, più sinistra. Da leggere assolutamente.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione