Categorie
Traduttore: A. Rho, I. A. Chiusano
Curatore: E. Pocar
Editore: Mondadori
Collana: I Meridiani
Anno edizione: 2013
Pagine: XXVI-1181 p., Rilegato
  • EAN: 9788804633914

€ 24,65

€ 29,00

Risparmi € 4,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

25 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio Porro

    20/01/2015 11.32.06

    In uno di questi materiali autobiografici, Kafka scrive: "Non sono stato condotto nella vita dalla mano del Cristianesimo, peraltro già pesantemente in declino, come Kierkegaard, né ho potuto ancora afferrare, come i sionisti, l'ultimo lembo del mantello di preghiere ebraico che già volava via. Io sono fine e principio" (Diari, p. 751). Fin dalle prime pagine di questo libro, Kafka diventa prossimo e famigliare al lettore. Credo che il dramma vissuto da Franz Kafka tenga qualcosa a che vedere (ma in un procedimento totalmente inverso) anche con il dramma vissuto dal filosofo francese Henri Bergson che stava sul punto di convertirsi (da notare che anche i discepoli di Husserl si convertiranno al Cristianesimo, uno dopo l'altro, tranne il loro maestro) quando la persecuzione degli ebrei nel 1940 gli impedì di compiere il passo successivo e definitivo. "Mi sarei convertito, se non avessi visto prepararsi da diversi anni la formidabile ondata di antisemitismo, che va dilagando sul mondo. Ho voluto restare tra coloro che domani saranno dei perseguitati", come scrisse il filosofo. Tuttavia, a differenza di Bergson, Kafka non aveva in sé nessuna idea di una conversione particolare.

Scrivi una recensione