Confilosofare in città. Un gioco serio tra arte e silenzio

Mario De Pasquale

Editore: Stilo
Collana: Filosofia
Anno edizione: 2014
Pagine: 120 p., Brossura
  • EAN: 9788864791135
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,50

€ 10,00

Risparmi € 0,50 (5%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Lucivero

    13/10/2014 19:15:48

    L'attività culturale che molti enti, associazioni e sezioni locali della Società Filosofica Italiana stanno svolgendo sul territorio nazionale non ha nulla da invidiare ormai alle iniziative dei tradizionali caffè filosofici francesi o alle esperienze innovative della Philosophy for Children anglosassone. Festival, eventi, happenings e spritz filosofici hanno tutti la medesima pretesa di cercare di entrare nella vita quotidiana per infonderle una briciola di profondità. L'autore di questo piacevole volumetto è uno di quelli che hanno deciso di uscire dal proprio studiolo e cominciare a guardare il mondo con gli occhi della gente comune. Si scopre, così, in maniera del tutto inaspettata che c'è un bisogno di filosofia, di interrogazione profonda di se stessi e del mondo circostante anche nella mera quotidianità della gente comune e alla fine ci si rammenta che, in fondo, la filosofia ha a che fare con le domande fondamentali dell'esistenza e non esclusivamente con la pur necessaria dialettica accademica. De Pasquale lega strettamente l'esercizio della filosofia ad una dimensione nuova, ma al tempo stesso antica, vale a dire alla costruzione di un sapere condiviso, democratico e conviviale all'interno di uno spazio pubblico che diventa necessario per costruire una cittadinanza attiva. La filosofia diventa così un'avventura produttiva ed efficace e non un altro tentativo di restaurare la verità attraverso un redivivo realismo della ragione. Solo una questione resta del tutto aperta: può davvero la filosofia contribuire ad essere buoni cittadini? A stimolare la rinascita democratica? Perché storicamente la filosofia, come consigliera del potere, non ha dato sempre buoni e maturi frutti!

Scrivi una recensione