Il confine - Don Winslow - copertina

Il confine

Don Winslow

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Alfredo Colitto
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 18 giugno 2019
Pagine: 928 p., Brossura
  • EAN: 9788806230630

21° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 356 liste dei desideri

€ 20,90

€ 22,00
(-5%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il confine

Don Winslow

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il confine

Don Winslow

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il confine

Don Winslow

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (13 offerte da 20,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ha trascorso la vita combattendo la guerra al narcotraffico dall'altro lato del confine. Adesso è tornato a casa, ma la guerra lo ha seguito.

«Il confine mi ha totalmente conquistato. Tutti dovrebbero leggerlo. È un romanzo sociale al livello di Tom Wolfe e John Steinbeck. Attento, furente, pieno di suspence, a tratti comico, e sempre avvincente. Un libro duro ma importantissimo» - Stephen King

Art Keller pensava che una volta scomparso Adàn Barrera avrebbe trovato pace. Si sbagliava. A prendere il posto che è stato di Adan, e prima ancora di suo zio don Miguel Angel, ci sono già Los Hijos, la terza generazione. E ora, a capo della Dea, Art si rende conto che in realtà i nemici sono dappertutto: nei campi di papavero messicani, a Wall Street, alla Casa Bianca. Gente che cerca di farlo tacere, di sbatterlo in galera, di distruggerlo. Gente che vuole ucciderlo. Con "II confine" Don Winslow tira le fila di una storia di violenza e vendetta, corruzione e giustizia, ormai divenuta leggenda. E dipinge un ritratto di straordinaria potenza dell'America d'oggi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,61
di 5
Totale 57
5
38
4
17
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Confo9

    26/06/2020 17:37:45

    Bella conclusione di una trilogia che rimane il cavallo di battaglia dell'autore. Tutto, nonostante il tempo trascorso dalla pubblicazione del secondo libro della saga, è ripreso con le giuste spiegazioni e il proseguo è sulla stessa onda dei libri precedenti anche se la mancanza di uno dei personaggi principali si sente eccome. Tutto torna in questo libro e la conclusione è il giusto fine di questa meravigliosa saga.

  • User Icon

    LUCE

    16/05/2020 20:37:57

    Questo romanzo chiude la trilogia di Winslow sul narcotraffico e personalmente l'ho trovato un gran bel romanzo anche da leggere a sé. Il libro narra come alcune famiglie gestiscono qualsiasi tipo di traffico illegale nel Centro America e di come, nell'arco di cinquant'anni, Art Keller cerca di contrastarli. Alcune pagine le ho trovate dure da leggere (violenze, omicidi) ma qui riconosco la capacità dell'autore nel narrarle e nel catturare il lettore.

  • User Icon

    o.

    16/05/2020 13:34:54

    Terzo e ultimo capitolo della saga, non è all'altezza dei precedenti. pur sempre appassionante, con un intreccio ricco e pieno di eventi, con dei personaggi ben caratterizzati. Da consigliare agli appassionati della saga, gli altri non capirebbero granchè.

  • User Icon

    Gabriella A

    15/05/2020 13:41:32

    Winslow è da quando l'ho conosciuto tra i miei scrittori preferiti.Ha una grande varietà di tipologie di thriller anche se è molto riduttivo incasellarli nel genere thriller comunque il leit motiv è spesso il narcotraffico.Alcuni romanzi sono più ...leggeri con personaggi che sono o ambientati nel mondo del surf o facenti parte di una non ben chiara famiglia e poi la trilogia di cui" Il confine "è l'ultimo atto.Libro forte intenso e bellissimo.Non consente tregua al lettore non cerca di edulcorare le situazioni non ci sono personaggi solo buoni o solo cattivi anche se certi a dire il vero sono solo cattivi. E'un grande affresco sul narcotraffico e sulla guerra tra i narco messicani per il possesso dei territori e sugli appoggi politici che essi ricevono anche da quell'America che condanna i narco e la droga.Da non perdere.

  • User Icon

    Simone

    14/05/2020 14:00:11

    Nel momento in cui mi sono accorto della pubblicazione di questo romanzo, l’ho acquistato con una speranza viva, nel trovare la continuazione della storia degna dei due volumi precedenti. Purtroppo la narrazione è stata un po’ statica con poca azione e con mancanza di suspense, la quale è stata sempre una caratteristica fondamentale della saga. L’autore voleva forse distaccarsi da un modo di scrivere ritmico ed incessante, per approcciarne una tipologia più morbida ed ovattata nel raccontare eventi anche estremamente cruenti. La prossima volta andrà sicuramente meglio!

  • User Icon

    nicolas molise

    14/05/2020 13:37:31

    Pochi sanno scrivere come Don Winslow,questo é la conclusione di una trilogia eccezionale. Da leggere assolutamente,veloce tagliente duro e crudo cosí e non potrebbe essere altrimenti,poiché é di storia alla fine che si parla,realmente accaduta e continua ad accadere. Capolavoro!

  • User Icon

    zia patty

    13/05/2020 15:03:22

    Sono una fan di Winslow. Con la trilogia mi ha tenuta incollata alle pagine senza scampo. Ne Il confine, all'inizio ho risentito un po' del trasferimento della scena da Mejico agli States: Keller capo della DEA a Washington mi pareva addomesticasse troppo la vena narcorealistica dei primi due. E poi e poi sono stata risucchiata in una serie rocambolesca di eventi dal sud al norte e quando mancavano un centinaio di pagine, come sempre con Winslow, ho iniziato a chiedermi: e mo' come lo rimpiazzo?

  • User Icon

    Stefano

    13/05/2020 09:24:00

    La degna conclusione della trilogia più appassionante del romanzo americano contemporaneo.

  • User Icon

    scad

    12/05/2020 11:06:00

    Ho letto tutti i 3 libri. Anche quest'ultimo, più politico e strategico, rispetto ai primi due merita di essere letto! Chi non ha letto i primi due ( Potere del cane , Il cartello) suggerirei di iniziare dal Potere del cane e seguire l'ordine cronologico di pubblicazione. A ch piace immergersi in una lettura avvincente e staccare il pensiero dai fatti della vita quotidiana, troverà nei tre libri un ottimo alleato. Potevo date 4 stelle solo perché il primo era dotato di una suspence costante quindi complessivamente maggiore! Ma essendo un "trittico " è naturale che l'evoluzione preveda differenti periodi e contesti! Quindi massimo dei voti e super consigliato a chi piace la lettura del genere narcos! Non rimarrà deluso! Buona lettura.

  • User Icon

    fabe88

    12/05/2020 08:36:29

    Opera finale e massiccia di un grande autore che non annoia mai. Consigliatissimo a chi ama il genere.

  • User Icon

    Gaia

    12/05/2020 06:28:50

    Epica conclusione di una imprescindibile trilogia. Il primo (Il potere del cane)resta il mio preferito ma Winslow tiene alta l'attenzione anche in questo terzo capitolo. Le lunghe digressioni non annoiano ma anzi, contribuiscono a creare un quadro d'insieme appassionante. Keller indimenticabile!

  • User Icon

    Mich

    11/05/2020 18:22:33

    Terzo capitolo della trilogia del "Potere del cane". Il libro è all'altezza dei primi due, 900 pagine che ti lasceranno letteralmente senza fiato. Un maestro della letteratura.

  • User Icon

    pedagogina

    11/05/2020 16:24:01

    Con Il Confine si conclude la favolosa trilogia di uno dei più grandi autori di crime contemporaneo....l'intera opera, come scritto sulla copertina del secondo libro ("il cartello") viene definita da alcuni "il guerra e pace della lotta alla droga", definizione azzardata ma tutti sommato legittima direi....Con questo volume di 916 pagine , che volano , Don Winslow conclude una storia costruita in modo esemplare, basata su alcuni fatti reali, caratterizzata da violenza e brutalità , tipiche del mondo del narcotraffico, ma da uno stile unico , che non annoia mai , e che fa riflettere....in questo libro tornano alcuni personaggi de "il potere del cane" , come Callan e Nora, ne compaiono di nuovi e ben caratterizzati , come il detective Cirello, lo stesso protagonista Art Keller è messo da parte in alcuni capitoli per raccontare delle storie parallele che si legano perfettamente C’è poi il mondo delle carceri raccontato come attraverso una telecamera: gli equilibri tra bande, i codici, i tatuaggi e le strategie per avere protezione da fuori. Insomma un libro dalla mole imponente (916 pagine che scorrono come l’acqua corrente) ma vi assicuro che l’attesa dell’epilogo non è mai stata così piacevole.

  • User Icon

    Kobler

    11/05/2020 14:11:52

    Winslow questa volta, come nel precedente "il cartello", si dilunga troppo. A mio modesto parere almeno 1/3 del libro poteva anche risparmiarcelo. Comunque è sempre un gran piacere leggere i suoi libri che scorrono con meraviglia.

  • User Icon

    Marco

    11/05/2020 13:26:43

    Il perfetto seguito de "Il potere del cane" e "Il cartello". Un altro corposo e bellissimo libro, degno del miglior Don Winslow.

  • User Icon

    Francesco

    14/04/2020 18:32:54

    Bè..che dire, ho letto l'intera trilogia nell'arco di 3 mesi e posso affermare che sono 3 libri stupendi. Quest'ultimo degna e obiettiva conclusione di una guerra del sig Art... che in altro modo non poteva concludersi. Ambientato più negli USA che in centro america. Scontri politici al top. Molto molto attuale anche nei personaggi. Voto 10+

  • User Icon

    FranciDrake87

    05/12/2019 08:35:11

    Libro magnifico, perfettamente in stile con l'autore. Nulla di meno rispetto ai suoi capolavori precedenti, anzi ogni pagina ti fa appassionare e d entrare di più in sintonia con i personaggi e le loro vicessitudini. Una lettura consigliata e che non lascerà deluso nessuno.

  • User Icon

    Teresa

    24/11/2019 13:28:46

    Un buon lavoro!

  • User Icon

    Marco

    20/11/2019 16:24:14

    Buon libro, sta spremendo fino alla fine il successo dei volumi precedenti senza aggiungere nulla di nuovo. Non mi stupire se sfornasse l'ennesimo sequel...

  • User Icon

    Loris

    05/11/2019 14:39:29

    Lotta al narcotraffico, ultimo atto: Art Keller vs Trump (ops, Dennison.. ). Il terzo capitolo di questa saga ormai ventennale aumenta l’attenzione sulla componente politica e si sviluppa tra il Messico e i luoghi chiave della finanza (NY) e del governo USA (Washington, teatro di un vero e proprio duello finale). Le conclusioni non sono certo rosee: il veterano Keller arriva a postulare la liberalizzazione delle droghe come sola via d’uscita da un commercio che arricchisce troppi attori, su entrambi i lati del confine. Il punto chiave resta la domanda in costante crescita negli USA: più che reprimere lo spaccio (impresa da Sisifo), forse varrebbe la pena investire sulla disintossicazione e sul contenimento delle cause (povertà, disoccupazione, stress da prestazione, dipendenza da farmaci che evolve verso eroina e derivati). Il confine in discussione è anche quello tra giustizia e legalità: Keller lo ha attraversato più volte, con il corredo di rimorsi che compete a ogni eroe in chiaroscuro, e dovrà nuovamente scegliere su quale versante posizionarsi. Winslow ha scritto un altro romanzo-mondo, debordante per numero di pagine, schiera di personaggi, fili narrativi che si dipanano in parallelo per convergere ed intrecciarsi negli snodi chiave. Lo ha fatto con la maestria già conosciuta nei volumi precedenti, con capitoli che sono quasi dei saggi sullo stato attuale della guerra alla droga. In un affresco tanto vasto. difetti e cadute di tensione sono talora inevitabili, ma nel complesso il tempo speso nella lettura è ampiamente ripagato.

Vedi tutte le 57 recensioni cliente

Messico e Usa, tutti gli 81 stati (circa). Aprile 2017. A Washington Arturo Art Keller ha appena testimoniato vicende illegali e legali di quarantadue anni di narcotraffico fra Stati Uniti americani e Stati Uniti messicani di fronte al sottocomitato del Senato, presieduto dal vecchio amico Ben O’ Brien, per indagare sul vischioso affare Towergate che coinvolge pure il nuovo presidente americano. Ha raccontato e provato proprio tutto, ragioni e strategie della cosiddetta guerra alla droga, i propri crimini e i propri errori, la vicenda che compromette Ben, l’altra che mette di mezzo il presidente. Finisce esausto, dopo ore. Schiva tutti i microfoni e fa una passeggiata con Marisol lungo il National Mall, nel parco accanto al memoriale dedicato ai veterani del Vietnam, come lui. Un cecchino è in attesa per ucciderlo, prescelto da potenti americani e formalmente ingaggiato dai residui narcotrafficanti messicani. Lui vorrebbe finalmente tornare a casa ma la guerra lo ha seguito e ha ancora bisogno del suo sangue.

Art SonoSempreSolo Keller era nato nel 1950, intelligente cattolico cresciuto in un barrio californiano, padre bianco, madre messicana bella come il figlio, zazzera scura, naso prominente, Operazione Condor in Vietnam, poi agente DEA, una moglie alta magra occhi verdi bionda progressista, due bravi figli, dai quali si è presto allontanato per dedicare vita e carriera a combattere la droga. Il primo capitolo (1975-2004) lo abbiamo letto nel 2005 grazie a Il potere del cane, il secondo (2004-2012) nel 2015 grazie a Il cartello, il terzo (2012-2017) lo ripercorriamo ora, mentre il cecchino spara e uccide. Inizia a novembre 2012 quando ha successo la trappola ordita da Keller e segretamente dal governo americano per uccidere i capi dei due principali cartelli, l’odiato Adán Barrera compreso.

Non aggiungo altro. Ennesimo imperdibile capolavoro, questo Il confine (922 pagine, 22 euro), tradotto da Alfredo Colitto ed edito da Einaudi, per Don Winslow (New York, 1953), californiano da decenni, il migliore scrittore americano dell’ultimo quarto di secolo. Ritroviamo tutti e quattro i protagonisti del primo capitolo, anche Sean e Nora (nel secondo solo evocati), ovviamente Art e Adán (nel terzo è il suo spirito ad aver vinto e continuare a vivere). Ineccepibile la documentazione di saggi e cronache su cui è fondata l’opera dell’autore. Emergono anche fondate ipotesi sulla strage dei 43 studenti del 26 settembre 2014 a Ayotzinapa, collocate nell’avvincente trama fiction. E troviamo pure Trump interpretato magnificamente dal magnate immobiliare e star dei reality show John Dennison, grande investitore nell’odio (prima di tutto verso Obama), con precisione dalla candidatura all’elezione.

Se volete capire qualcosa delle gang e degli spacciatori, dei killer e dei boss, delle città dei femminicidi (Juarez e Tijuana) e delle metropoli dei tossicodipendenti (americani), dei differenti downtown e dei porti atlantici o (poco) pacifici, di tradizioni musicali e cibi locali, delle specifiche dinamiche ed evoluzioni dei vari cartelli, degli intrecci con il commercio di armi e con gli organi di informazione (il romanzo è dedicato ai tanti giornalisti uccisi), degli affari con il Guatemala e con gli altri stati del centro e sudamerica, del tanto denaro sporco che circola nei santuari della finanza, portatevelo dietro durante tutta l’estate 2019, è lungo e terribile ma vale la pena, tanti splendidi romanzi in uno. Si alternano i protagonisti (in rigorosa terza varia) e tante biografie minori (con motivati approfondimenti), relazioni complesse parentali e sociali, contesti ricchissimi e miserrimi, azione e sentimento, un brulicare di punti di vista e di contrastanti impatti emozionali, narrati con dura maestria. «Un confine è qualcosa che ci divide, ma anche che ci unisce; non può esserci alcun muro, proprio come non c’è un muro che divide l’animo umano tra i suoi impulsi positivi e quelli negativi. Keller lo sa. Lui è stato da entrambe le parti del confine» (da cui il titolo).

Recensione di Valerio Calzolaio

 
  • Don Winslow Cover

    Don Winslow, ex investigatore privato, uomo di mille mestieri (tra cui il regista, l'attore e la guida nei safari), è autore di molti romanzi che lo hanno consacrato come uno dei nuovi maestri del crime e del noir contemporanei. Einaudi Stile libero ha pubblicato, tra gli altri, L'inverno di Frankie Machine (2008), diventato un vero e proprio caso letterario, Il potere del cane (2009), La pattuglia dell'alba e La lingua del fuoco (2010), Le belve (2011, stesso anno in cui esce Satori, per Bompiani), da cui Oliver Stone ha tratto l'omonimo film. Nel 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscito I re del mondo, prequel di Le belve. L'anno successivo esce Morte e vita di Bobby Z, da cui è stato tratto il film Bobby Z - Il signore della droga, diretto da John Herzfeld con... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali