Il conte di Montecristo. Ediz. integrale

Alexandre Dumas

Traduttore: S. Di Martinis
Curatore: R. Reim
Editore: Newton Compton
Collana: I MiniMammut
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 896 p., Rilegato
  • EAN: 9788854188198
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,16

€ 4,90

Risparmi € 0,74 (15%)

Venduto e spedito da IBS

4 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giorgio g

    16/04/2015 09:10:23

    Carlo Fruttero, nella sua opera postuma "Da una notte all'altra", ha scritto questo giudizio: "Siamo ben lontani da 'I tre moschettieri', libro di cappa e spada più celebre e molto più sempliciotto. E' Montecristo il vero eroe romantico creato dallo straripante Dumas. E' a lui (se ci fosse una giustizia letteraria suprema) che andrebbe appesa la fama di Alexandre Dumas". Come non convenirne? Mi sono accinto alla lettura del libro senza farmi spaventare dalla sua mole (oltre novecento pagine). Conoscevo già la prima parte del romanzo: Edmondo Dantès, l'Abate Faria, l'evasione dal Castello d'If, la scoperta di un favoloso tesoro sull'isola di Montecristo, e cioè le parti più note della storia, ma ne ignoravo il seguito: la vendetta sui personaggi che avevano provocato l'ingiusta detenzione del protagonista (e sono una legione, primo fra tutti il Procuratore del Re Gérard de Villefort e poi Danglars, Fernand più tardi noto come Conte di Morcerf, Caderousse). Mi ha soprattutto colpito la descrizione della Parigi della Restaurazione con i suoi rituali di onore, sfide a duello, finzioni, ipocrisie, ed anche funerali, naturalmente al Père Lachaise! Per non fare mancare nulla al lettore ci sono anche una serie di avvelenamenti ed una morte apparente. Insomma, un affresco impagabile che ci fa annoverare "Il Conte di Montecristo" tra i grandi classici della letteratura universale.

  • User Icon

    Angy

    08/10/2014 15:48:34

    Non ho timore di dire che questo è e rimarrà per sempre il capolavoro più bello ed incredibile che io abbia mai letto in tutta la mia vita. Sono certa che non ne troverò un altro alla sua altezza.

  • User Icon

    Guido

    05/02/2014 21:21:59

    Questo libro si deve valutare 5/5 chi oserà mettere un voto diverso se la vedrà con me!!!! ....

  • User Icon

    Francesco

    08/03/2013 17:34:48

    Effettivamente un pó troppo lungo . Ma assolutamente un'ottima lettura . A mio parere la prima parte è molto più sorprendente, la saggezza che apre gli occhi di un marinaio qualunque,e la tessitura di una trama assai complicata !

  • User Icon

    alessandro

    30/11/2012 14:48:48

    Semplicemente fantastico un grande capolavoro classico francese.....da leggere assolutamente

  • User Icon

    Miro

    17/10/2012 12:52:42

    Un capolavoro assoluto. Una delle più perfette e spietate macchine narrative del romanzo ottocentesco.

  • User Icon

    Isa-27 anni

    09/10/2012 10:37:18

    Semplicemente, uno dei più bei libri che abbia mai letto...

  • User Icon

    Marco

    02/09/2012 10:53:24

    Bellissimo!!!! forse un pò troppo lungo e a volte un pò noioso, ma il fatto che un romanzo di tale grandezza in alcune parti lo sia non condiziona minimamente il giudizio.

  • User Icon

    Morena

    10/05/2012 19:07:37

    Leggetelo! non è una mattonata del 1800 ... è davvero un romanzo meraviglioso. Leggetelo!!!

  • User Icon

    Elena

    29/04/2012 09:02:57

    "Soltanto chi ha provato l'estremo dolore può gustare la suprema felicità. Bisogna aver desiderato la morte, Maximilien, per sapere quale bene è la vita". In procinto di iniziare un altro libro, so già che sarà una lettura noiosa. Non è colpa del libro che dovrò iniziare, ma di quello che ho appena terminato. Una storia così ben raccontata (e ben tradotta, sono d'accordo con la recensione precedente), dei personaggi così profondi, quest'uomo "che, simile a satana, per un momento si è creduto uguale a Dio e che ha riconosciuto, con tutta l'umiltà di un cristiano, che nelle mani di Dio soltanto stanno il supremo potere e l'infinita sapienza", non possono non lasciare un solco profondo nel cuore. ASSOLUTAMENTE DA LEGGERE.

  • User Icon

    Bettina

    02/04/2012 22:47:27

    Grande Dumas, si legge d'un fiato, per me uno dei più bei romanzi

  • User Icon

    Alessandro

    15/03/2012 18:43:19

    Semplicemente 500 pagine di troppo.

  • User Icon

    natalia

    03/11/2011 10:56:56

    Sicuramente uno dei libri più belli che io abbia mai letto! Stupendo, coinvolgente, appassionante. Lo consiglio vivamente a tutti.

  • User Icon

    LiveALive

    25/09/2011 10:42:11

    Il Conte di Montecristo è semplicemente il più bel libro che io abbia mai letto. Credo sia impossibile non apprezzarlo, non amarlo... dialoghi a cottimo, come li chiama Eco? Ma sono una benedizione, fanno apparire il tutto così naturale che ti si stampano nella mente le immagini in automatico. Contraddizioni? Cose di poco conto (e poi sono una caratteristica di Dumas, purtroppo... tanto che si pensa che le mettesse di proposito nei libri che non scriveva di suo pugno, perché erano una sorta di firma). Ora, venendo all'edizione, su internet se ne trovano tante, tutte di qualità più o meno alta. Però, io ho le idee precise... sia che siate alla vostra prima lettura del Montecristo e cercate una edizione qualsiasi, sia che siate lettori più smaliziati, magari non alla prima lettura di questo romanzo, e vogliate la miglior edizione possiblie (tutti a posto i congiuntivi? sì? no? quasi?)... allora questa edizione, quella di Newton, è imperdibile, nessun'altra la sostituisce. Perché? Perché Dumas è visto come un lettore commerciale, uno che da cibo alle masse, non è preso in considerazione da nessuno... tranne che da qualcuno come Newton, e dalla gente d'oggi che ha capito il valore di questo grande autore. Leggevo in una critica al Montecristo... "Ci voleva qualcuno come Newton Compton per salvare il Conte di Montecristo"... Sappiate infatti che tutti usano la traduzione di Franceschini, una traduzione oscena piena di censure, errori di traduzione, frasi in stile google translate (Esempio? "Condotta conseguente" anziché "condotta coerente con se stessa"... osceno). Ma per fortuna Newton salva Dumas, con questa edizione che è un capolavoro. Davvero, NON fatevela scappare, sia che abbiate già letto il montecristo, sia che siate alla prima lettura.

  • User Icon

    Eugenio

    27/01/2010 08:10:47

    semplicemene eccezionale, Dumas non stanca mai!

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione