Topone PDP Libri
Salvato in 125 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Contro il fanatismo
7,12 € 7,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+70 punti Effe
-5% 7,50 € 7,12 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Max 88
7,50 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Lin Bookstore
7,50 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
7,50 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Diraco Store
7,92 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
7,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
7,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
7,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
7,13 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
4,05 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,12 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Max 88
7,50 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Lin Bookstore
7,50 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
7,50 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Diraco Store
7,92 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
7,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
7,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
7,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
7,13 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
4,05 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Contro il fanatismo - Amos Oz - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Contro il fanatismo Amos Oz
€ 7,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"Come curare un fanatico? Inseguire un pugno di fanatici su per le montagne dell'Afghanistan è una cosa. Lottare contro il fanatismo è un'altra, completamente diversa. L'attuale crisi mondiale in Medio Oriente o in Israele e Palestina non discende dai valori dell'Islam. Non è da imputarsi, come dicono certi razzisti, alla mentalità araba. Ha invece a che fare con l'antica lotta fra fanatismo e pragmatismo. Fra fanatismo e pluralismo. Fra fanatismo e tolleranza. Il fanatismo nasce molto prima dell'Islam, del cristianesimo, del giudaismo. Viene prima di qualsiasi stato, governo o sistema politico. Prima di qualsiasi ideologia o credo. Disgraziatamente, il fanatismo è una componente sempre presente nella natura umana, è un gene del male." (Amos Oz)
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
Tascabile
11 febbraio 2015
78 p., Brossura
9788807886102

Valutazioni e recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(2)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Simone
Recensioni: 4/5

L'ho trovato un libero che chiede una profonda riflessione sul mondo odierno e che cerca di aumentare un po' la consapevolezza su quanto il fanatismo sia deleterio in ogni sua forma.

Leggi di più Leggi di meno
Cristina
Recensioni: 4/5

Elegante, ironico ed autoironico, con la capacità di trasformare un tema facile alla trattazione polemica e seriosa in un discorso squisitamente umano, con un patriottismo appassionato e dolente, che, grazie alla (o nonostante la) appartenenza ad un gruppo in cui scivolare nel fanatismo è quasi inevitabile, diventa, per la sensibilità dell’autore ai problemi dell’altro modificando il proprio punto di vista, un insegnamento di profonda saggezza ed equilibrio.

Leggi di più Leggi di meno
Gabriele Della Torre
Recensioni: 5/5

Questa è una lettura che permette di vedere l'ambiente e le problematiche del medio oriente in maniera totalmente diversa.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,33/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(2)
3
(0)
2
(1)
1
(0)

Voce della critica

Gli intellettuali non possono esimersi dall’affrontare alcuni temi.
Così è e così è sempre stato, nella storia dell’umanità. Dalle figure di riferimento della cultura, prevalentemente dai filosofi e dagli scrittori per certe loro connaturate predisposizioni al giudizio, ci si attende un’opinione decisa e precisa sulle tematiche fondamentali che turbano, inquietano, spiazzano l’opinione pubblica. Alcune voci si alzano dal brusio generale ed esprimono, in vari momenti, opinioni autorevoli o semplici indicazioni di riflessione che si ripercuotono (o dovrebbero farlo) sull’analisi più “popolare” degli eventi.
Molti sono gli autori israeliani che in questi anni hanno tentato di indicare una via, vagliando e valutando governi e potere o analizzando in modo critico gli eventi per coglierne un significato più profondo. Lo hanno fatto attraverso le pagine dei quotidiani, con i testi dei loro libri, con interventi pubblici.
Contro il fanatismo è la raccolta di tre conferenze tenute da Amos Oz all’Università di Tubinga dove, con estrema semplicità, parla della propria esperienza di uomo e di autore, ma soprattutto di cittadino di Gerusalemme, con tutto ciò che questo ovviamente comporta.
“Forse è doveroso chiedersi: che particolare diritto, o qualifica, ha un narratore o un romanziere, per esprimere opinioni? C’è forse qualcosa che uno scrittore sa meglio di un taxista, di un programmatore di computer, di un politico, persino? La prima risposta potrebbe essere che in fondo vengo da un paese dove tutti discutono di tutto, e allora perché non anch’io?”
Con questa premessa, che con ironia (ed evidentemente senza pregiudizi), ci conduce a conoscere meglio l’animo profondo ebraico, Oz esprime la sua idea sul rapporto fra israeliani e palestinesi, ricordando di essere tra i promotori ‘della prima ora’ di un movimento pacifista nazionale composto da persone capaci di “vedere i punti di vista del prossimo”. Chi sa guardare l’altro senza veli, chi sa capire le ragioni dell’antagonista approda alla scelta del tanto vituperato compromesso, l’unica via d’uscita che possa in qualche modo superare gli ostacoli. Sul concetto di fanatismo e sul modo per combatterlo nel profondo verte in particolare il secondo intervento.
“Il fanatismo è più antico dell’islam, del cristianesimo, dell’ebraismo, più antico di ogni stato o governo, d’ogni sistema politico, più antico di tutte le ideologie e di tutte le confessioni del mondo” ed è alla radice del nuovo terrorismo, per nulla legato, secondo Oz, al divario tra poveri e ricchi, tra nord e sud del mondo, tra islam e altre religioni, ma semplicemente manifestazione violenta di una teoria che vuole solo eradicare dal mondo tutto ciò che considera male.
“Sono convinto che solo i moderati interni alle rispettive società siano capaci di arginare i fondamentalisti. L’islam moderato è l’unica forza che possa fermare il fanatismo islamico. Il nazionalismo moderato è l’unico in grado di mettere un freno a quello fanatico, tanto in Medio Oriente come altrove nel mondo”.
Oz si reputa un vero esperto di fondamentalismo, essendo cresciuto a Gerusalemme, ma ne analizza gli aspetti più insidiosi, subdoli, meno legati alle plateali manifestazioni di massa: quelli che si manifestano nella quotidianità, nell’insofferenza per chi non la pensa come noi.
“Ritengo che l’essenza del fanatismo stia nel desiderio di costringere gli altri a cambiare”, e per combattere questa assurda volontà ancora una volta viene in aiuto il compromesso, la capacità di mediare, che non è tradimento ma consapevolezza che la propria opinione non può e non deve diventare l’unica. E sottolinea l’importanza dell’umorismo in questa lotta contro gli atteggiamenti fanatici, “fintanto che il tuo senso dell’umorismo tiene, sei almeno in parte immune dal fanatismo”.
L’ultimo intervento dello scrittore verte in particolare su Israele e Palestina ed è un accorato monologo di speranza e passione, alla ricerca di un compromesso (ritorna ancora questa parola centrale) che sarà doloroso, faticoso, difficile ma indispensabile.

di Giulia Mozzato

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Amos Oz

1939, Gerusalemme

Amos Oz (pseudonimo di Amos Klausner) è stato uno scrittore e saggista israeliano. Ha studiato all’università ebraica di Gerusalemme e a Oxford. Partecipa attivamente al dibattito politico per una risoluzione del conflitto israeliano-palestinese, cui ha dedicato i saggi In terra di Israele (1983) e Contro il fanatismo (2004), oltre che numerosi interventi sulla stampa internazionale. Nei suoi numerosi romanzi – il cui punto di vista privilegiato è quello delle relazioni di coppia o generazionali – riflette i conflitti aperti nella società israeliana e la difficile convivenza delle due culture, europea e araba, in una visione ironica, priva di ottimismo: Michael mio (1968), Un giusto riposo (1982), La scatola nera (1987), Conoscere una donna (1989),...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore