Traduttore: F. Ascari
Editore: Mondadori
Collana: Oscar classici
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: XXVIII-304 p., Brossura
  • EAN: 9788804589167
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gulliver...

    25/01/2012 18:12:37

    Un'opera difficile a leggersi, talvolta addirittura indisponente. Senza trama, ha per protagonista il disagio esistenziale di Des Esseintes, un aristocratico che decide di isolarsi dalle volgarità del mondo secolare per affinare i suoi sensi. Che sia un capolavoro e che sublimi in sé lo spirito di un'epoca come pochi altri libri nella storia sono riusciti a fare, è fuori di dubbio, ma non è altrettanto pacifico che chiunque sia in grado di leggerlo. Huysmans adotta un lessico arduo, fa spesso ricorso a linguaggi settoriali, si richiama ad autori poco conosciuti e giudica severamente quelli celebri. Per approciarsi nel modo corretto al testo occorre accantonare le proprie opinioni su qualsiasi argomento e far proprie per un attimo quelle di Des Esseintes. Solo al lettore che riesca a far ciò le immaginifiche pagine di "A rebours" concederanno realmente la propria anima seducente e luciferina.

  • User Icon

    biagio

    23/04/2006 00:08:28

    A Rebours, è una di quelle rare opere d'arte che sono destinate ad influenzare un'epoca intera e a far parlare di sè i posteri. Con uno stile raffinato, ricco di parole preziose e ricercate lo scrittore francese Joris-Karl Huysmans descrive la vita "controcorrente" di un nobile parigino,tale Jean Floressas Des Esseintes,la cui esistenza originale è a ragione divenuta un modello per tutti i veri decadenti.Il romanzo, reca con sè anche preziosi consigli in materia di arte,religione,musica e letteratura e i gusti del protagonista, possono considerarsi in verità come quelli di ogni buon esteta "fin de siecle".E',in conclusione,un libro imperdibile ,affascinante che fu in grado di ammaliare con la sua estrosità intellettuali del calibro di Wilde,Mallarmè,Ravel, Firbank,Valery,D'Annunzio e Whistler,per citare solo i più famosi.

  • User Icon

    elpibedeoro

    21/10/2005 21:50:46

    Semplicemente perfetto!!! L'arte fine a se stessa e senza compromessi; la storia del delirio più lucido che sia mai stato descritto. Attraverso un linguaggio modernissimo tutta la "disciplina" del decadentismo condensata in quello che a buona ragione può essere definito come IL capolavoro, del resto le lettere di Mallarmé a commento dell'opera letta in una notte sono degna testimonianza della stima immensa che si proverà per sempre nei confronti di Desi...

  • User Icon

    tamara

    11/08/2002 14:34:13

    Ho letto questo libro quando ero al mare, due anni fa. Ero reduce dalla lettura di "Il ritratto di Dorian Gray" di O.Wilde e ho intrapreso la lettura di "Controcorrente" dopo aver notato che il libro giallo e seduttore che legge Dorian è proprio quello di Huysmans. Volevo sperimentare l'effetto del libro giallo su di me ma non ci ho capito molto... Posso però dire che sostituire l'arte alla vita è molto pericoloso infatti i dandy come Dorian e Des Essentes non fanno una bella fine!

  • User Icon

    Danno

    11/07/2002 00:12:23

    Alcune trovate sono geniali, ma è troppo strano come libro...

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione