La cosa più stupefacente del mondo. Avventure di un malato esperto

Ludovico Guarneri

Editore: TEA
Collana: Esperienze
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 ottobre 2006
Pagine: 213 p., Brossura
  • EAN: 9788850212200
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32
Descrizione
Ammalatosi di tumore nel 1995, Ludovico Guarneri, comincia un viaggio nei meandri della medicina tradizionale e alternativa. Un viaggio che lo porta in giro per il mondo, a conoscere medici di Paesi lontani, a scoprire metodi di guarigione nuovi e a confrontarsi con approcci terapeutici diversi. E grazie alla sua voglia di vivere, Guarneri sperimenta di tutto: dalle metodologie ipertecnologiche di un ospedale di New York alla medicina ayurvedica di un centro dell'India del Sud, dalla chemioterapia alle erbe di un medico cinese, dalla radioterapia alla meditazione. Una ricerca incessante che, con il suo carico di speranze e di delusioni, diventa essa stessa la "medicina" che lo porterà alla guarigione. Prefazione di Tiziano Terzani.

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Convinto

    26/07/2012 21:58:06

    Bello, toccante, illuminante, triste (relativamente alla situazione sanitaria in Italia) e...VIVO nonostante si parli spesso di morte. Dopo aver letto lo straordinario "Un altro giro di giostra" di Tiziano Terzani, ho trovato un libro analogo di forza e di voglia di vivere. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Federico Merlotti

    31/08/2010 18:05:28

    Storia difficile ma bella.L'ho letto per curiosita' ma anche perche',come l'autore, anch'io mi posso definire un malato esperto.Infatti leggendolo mi ci sono "ritrovato"; in certi punti sembrava guardassi in uno specchio. E' una storia di vita vissuta senza moralismi ne col lieto fine perche' anche se il protagonista alla fine guarisce e' lui stesso ad ammettere che e' solo una battaglia vinta perche' la guerra(la morte) prima o poi arrivera'(anche il titolo del libro stesso e' significativo).Il messaggio e' questo: non cercare di vivere piu' a lungo possibile,ma vivi come se oggi,ogni giorno, fosse l'ultimo,essendo grato all'esistenza del dono della vita stessa.

  • User Icon

    Federico Merlotti

    13/06/2010 17:45:03

    Bello.Lo consiglio a chiunque.Da malato esperto quale sono anch'io,ho letto il libro con molta curiosita' e come immaginavo mi ha fatto rivivere tante esperienze sia positive, sia negative del mio vissuto come paziente in ospedale.Stimolante,coinvolgente,istruttivo.Guarneri,un' anima rara. GRAZIE.

  • User Icon

    Ivan

    01/04/2009 10:39:54

    Un libro-guida per chi ha incontrato la malattia . Consiglia , giustamente di non abbattersi MAI e di ascoltare con occhio critico le diagnosi mediche , qualsiasi esse siano. Una persona normale che scrive un libro normale , cosa che in pochi riescono ancora a fare. Grazie Ludovico, di tutto. Ivan

  • User Icon

    Damiano L.

    19/01/2007 10:38:48

    Libro da leggere. Può fare solo bene. A chi è malato oppure sano. Che spesso è meno sano di chi è malato. Si cresce. Si lotta. Si aprono gli occhi su altre strade. Si ascolta il proprio cuore. Toccante.

  • User Icon

    Cesarina

    11/01/2006 21:25:02

    L'ho letto tutto d'un fiato..nel giro di una giornata. E' un libro semplicissimo, scritto molto bene, che, nella sua semplicità, tocca temi di estrema difficoltà (la morte, il cancro). E' un testo meraviglioso. Da consigliare a chi, in questo momento, sta vivendo sulla propria pelle, come paziente, familiare o operatore sanitario, l'incontro con l'esperienza di malattia del cancro. Rappresenta la speranza e la voglia di combattere questa dura battaglia...con forza di volontà e tanto amore. Non a caso, l'introduzione al testo porta la firma di un altro grande scrittore e giornalista, purtroppo scomparso: Tiziano Terzani. Grazie Ludovico!

  • User Icon

    timoteo

    19/07/2004 16:40:16

    da: La Salute di "REPUBBLICA" "E il malato esperto sconfisse il tumore." "Non sono un medico, sono un malato esperto", esordisce Guarneri nell'introduzione al suo ultimo lavoro editoriale in cui racconta come ha saputo superare una gravissima malattia. Storia di battaglie vissute fra ospedali, medici,diagnosi, ricerche, terapie alternative, meditazione, incontri ed esperienze straordinarie in ogni parte del mondo, che ha come primo obbiettivo quello di voler aiutare ad affrontare la paura della morte. Diffonde grande speranza con la sua esperienza lui che si è curato ed è guarito, dopo diagnosi di tumore, attraverso la chemioterapia e poi con la scoperta della formula di Renè Caisse

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione