Così fan tutte (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,99 €)

Un classico del cinema proibito, con una splendida Claudia Koll diretta dal re del cinema erotico Tinto Brass

Diana racconta al proprio partner avventure notturne, particolari piccanti di esperienze extraconiugali con lo scopo di ravvivare il loro rapporto d'amore. Paolo in un primo momento va su tutte le furie, ma poi scopre che i tradimenti della donna diventano anche per lui motivo di attrazione...

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano

    16/08/2019 16:09:22

    Film da videoteca del grande Tinto Brass. Immancabile per gli amanti del vedo/non vedo.

  • Produzione: Mustang Entertainment, 2017
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 92 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 16:9 1.85:1
  • Tinto Brass Cover

    "Propr. Giovanni T. B. (Milano 1933) regista italiano. Si segnala nel 1963 con Chi lavora è perduto, provocatorio film su un giovane anarchico che gli crea problemi di censura, che si accentuano con il successivo L’urlo, altra decisa provocazione antiborghese, realizzato nel 1968 ma dissequestrato solo nel 1974. Seguono Dropout (1970) e La vacanza (1971), in cui dirige la coppia F. Nero e V. Redgrave, in due vitali e ispirate storie di antieroi matti ed emarginati. Cineasta fino a quel momento atipico e «impegnato», dalla metà degli anni ’70 si lascia gradualmente trasportare dal suo gusto per la dissacrazione e lo sconvolgimento delle regole precostituite verso il filone erotico. All’inizio, con Salon Kitty (1975) e con il rinnegato Io, Caligola (1979), in forme non sguaiate e «tutelato»... Approfondisci
  • Claudia Koll Cover

    Nome d'arte di C. Colacione, attrice italiana. Lanciata da T. Brass che la sceglie come sensuale e provocatoria interprete di Così fan tutte (1992), sfrutta la sua popolarità più in tv (i telefilm Linda e il brigadiere, 1997-98, e Valeria medico legale 2000-02) che al cinema, dove si limita a ruoli poco incisivi in pellicole non sempre di eccelsa qualità (Nuovo miracolo italiano, 1994, di E. Oldoini, e Uomini sull’orlo di una crisi di nervi, 1995, di A. Capone, dall’omonimo spettacolo teatrale interpretato dalla stessa K. l’anno precedente). Dalla seconda metà degli anni ’90 la sua unica apparizione sul grande schermo è nel paratelevisivo Cucciolo (1998) di N. Parenti. Approfondisci
  • Franco Branciaroli Cover

    "Attore italiano. Allievo della scuola del Piccolo Teatro di Milano, vive un percorso formativo caratterizzato da alcuni incontri fondamentali (da A. Trionfo e C. Bene a L. Ronconi e G. Testori), decisivi per la sua affermazione come apprezzato regista teatrale e come interprete capace di interiorizzare i personaggi fino a darne una lettura singolare e sentita. Senza rinunciare ad alcuni ruoli televisivi, debutta nel cinema con Vizi privati, pubbliche virtù (1976) di M. Jancsó, film che lega in un intreccio indissolubile pratiche sessuali e dimensione del potere, duramente perseguitato dalla censura. Dopo la collaborazione con M. Antonioni in Il mistero di Oberwald (1980), instaura un duraturo sodalizio con T. Brass, partecipando a diversi suoi film: La chiave (1983), in cui tornano a essere... Approfondisci
Note legali