La creazione dell'America

Francis Jennings

Traduttore: C. Mennella
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2003
Pagine: XVII-362 p., Rilegato
  • EAN: 9788806161972
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 25,50

€ 30,00

Risparmi € 4,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Effiopo

    19/05/2008 22:31:34

    Voglio sottolineare 2 cose del libro. La prima è ke si tratta di 1 testo dettagliato e curato, attraverso il quale l'autore ha tentato nel migliore dei modi d scarnificare dalla retorica nazionalista e dal mito della "Frontiera" libera e da colonizzare la fondazione degli U.S.A., le battaglie di indipendenza (interne ed esterne al paese) e la conseguente Carta costituzionale (quest'ultima termine d 1 processo d riforma ke parte dall'Illuminismo e prende consistenza attraverso Locke, Montesquieu e Rousseau; fulcro x 1 rinnovato ordine politico e sociale). J. scrive in modo snello e partecipe (interessante la bibliografia), anke se nomi, date e situazioni esposte nn sono d immediata identificabilità x ki nn ha dimestichezza con essi e con la storia americana. Di fatti questo è 1 libro ke nn riscrive la storia, ma vuole in primo luogo dare 1 giudizio su certi "errori" (ma anke su quanto d lodevole c'è stato) solidificatisi nel corso dei secoli nella storiografia statunitense. Ad ogni modo il mio voto fa riferimento soltanto al contenuto del volume. Infatti, in secondo luogo voglio fare presente ke l'edizione (la mia è la prima italiana, 2003) lascia a dir poco con indispettiti: refusi (naturali e comprensibili, ma perché negli ultimi anni il loro numero nei libri è aumentato?); traduzione ke qui e là opta per delle scelte discutibili e in alcuni punti è davvero assurda (forse è colpa di J., ma alle volte bisogna fare l'analisi logica al periodo!); correttore di bozze "mangiapaneatradimento" («... divennero dei [sic] esperti...» (p. 17); «... i lealisti che si stabilirono in Canada furono tra i quaranta e i cinquantamila lealisti...» (p. 305). Il libro costa 30 euro. Einaudi è rinomata (e nn famigerata) x il valore dei prodotti letterari presentati nel corso dei decenni. La cosa m porta a farmi 1 domanda (ma, sia kiaro, Einaudi m fornisce solo lo spunto x 1 riflessione molto + ampia e vaga): cos'è ke sta sostituendo pregio e qualità nell'editoria? Ke tipi d persone sono, oggi, ke dovrebbero puntare a questi concetti?

Scrivi una recensione