Cronaca di una morte annunciata

Gabriel García Márquez

Editore: Einaudi
Edizione: 1
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 22 maggio 2017
Pagine: 92 p.
  • EAN: 9788806235444
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Orsola

    18/09/2018 15:36:00

    La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è che è basato su una storia vera. Aggiungerei un' assurda storia vera. Gabriel Garcia Marquez non ha bisogno di presentazioni, e credo che solo lui potesse essere in grado di raccontarla in maniera così appassionante, e con così tanta dovizia di particolari, che mi è sembrato di trovarmi davvero nel paese dove si svolgono i fatti. Il libro racconta i tragici avvenimenti accaduti a Santiago Nasar, un giovane che per tutta una serie di sfortunate coincidenze non è riuscito a scampare al suo destino, ma il libro è molto altro: fondamentalmente racconta anche degli usi e costumi di quel periodo in quello spaccato di America Latina. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Cristina

    18/09/2018 08:06:37

    "Cronaca di una morte annunciata" di Gabriel Garcia Marquez può essere considerato una via di mezzo tra un libro poliziesco e una tragedia antica. Già dal primo rigo sappiamo come il libro andrà a concludersi e la storia si dipana in salti temporali concentrici che si svolgono poco prima o poco dopo la morte annunciata nel titolo. La storia è la più semplice: poco dopo il matrimonio, la sposa novella, Angela, viene ripudiata perché non più vergine e i suoi fratelli sono costretti a vendicare l'onore perduto della fanciulla ammazzando il responsabile di tale misfatto, Santiago. La storia ruota tutta attorno a questo momento, ed è stata ispirata da un fatto realmente accaduto ad un caro amico dell'autore, sua madre però gli vietò di scrivere il romanzo fino a che la madre di questo suo amico non fosse venuta a mancare, così nel 1981 Marquez scrive "Cronaca di una morte annunciata" interrompendo un periodo di silenzio letterario che avrebbe voluto mantenere fino a quando Pinochet sarebbe rimasto al potere in Cile. Ma il bisogno di scrivere questo romanzo era troppo impellente. L'autore inserisce diversi temi all'interno dell'opera come ad esempio quello del maschilismo nella società sudamericana, l'ipocrisia della chiesa cattolica, la fatalità della vita, la discriminazione. Santiago è un giovane bello e ricco di origini "arabe", quindi un candidato perfetto per calamitare l'odio della comunità locale che infatti non muove un dito per salvargli la vita seppure ogni abitante del paese fosse a conoscenza dell'imminente delitto.

Scrivi una recensione