Categorie

Roberto Giacobbo

Editore: Mondadori
Collana: Ingrandimenti
Anno edizione: 2012
Pagine: 226 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788804621133

Punto di riferimento per tutti i cultori del mistero e della scienza, Roberto Giacobbo torna in libreria con una nuova indagine che intende far luce sulle nostre origini. Il giornalista e noto conduttore televisivo risale all’origine della storia dell’uomo per dimostrarci che forse non siamo davvero la prima civiltà evoluta che ha abitato questo pianeta.
Quello della nostra origine è un tema molto caldo e ancora tanto dibattuto, e la domanda «da dove veniamo?» sembra essere ancora aperta a molte risposte e a diversi punti di vista. Giacobbo, con il suo stile di perfetto divulgatore, ripercorre le fila di questo dibattito raccogliendo indizi ed elementi che porteranno a delle nuove e sorprendenti ipotesi sulla nostra origine.
Dedica il suo lavoro «a chi non ha paura di sognare» e da sognatore inizia un viaggio lungo ed entusiasmante, che è insieme un’occasione sia per tornare indietro nel tempo, sia per riscoprire ciò che nel tempo è andato perduto.
Un viaggio dunque che coinvolge i lettori parola dopo parola e li tiene sospesi fino all’ultima pagina, quando Giacobbo a poco a poco farà diventare sempre più concreto il sospetto che ci sia ancora un pezzo importante della nostra storia a noi oscuro.
Dopo essersi occupato con le sue precedenti pubblicazioni dell’aldilà, della fine della nostra vita e del mistero dei Templari, l’autore intraprende una nuova investigazione, che ha però il «sapore del diario di viaggio». Tutto ciò che leggeremo è infatti il frutto di una reale esperienza di vita che ha permesso al giornalista di incontrare in ogni angolo del mondo personaggi dei quali ha conosciuto i segreti della loro storia e del loro popolo. Una notevole raccolta di materiali antropologici iniziata molti anni fa e che continua ad arricchirsi nel tempo, una ricerca costante ed incessante.
Più che un saggio, questo libro si caratterizza per il suo stile narrativo e divulgativo: è avvincente come un romanzo, anzi come un giallo che bisogna leggere fino alla fine per capire dove sia la verità. Non il classico saggio storico, ma un percorso nel tempo, durante il quale Giacobbo ipotizza un’altra storia, diversa e affascinante, che potrebbe cambiare per sempre le nostre convinzioni.
Non ci resta che metterci comodi e immergerci nella lettura, che è avvincente tanto quanto una puntata di Voyager.