-5%
Da montagna a montagna. Mobilità e migrazioni interne nelle Alpi italiane (secoli XVII-XIX) - Pier Paolo Viazzo,Riccardo Cerri - copertina

Da montagna a montagna. Mobilità e migrazioni interne nelle Alpi italiane (secoli XVII-XIX)

Pier Paolo Viazzo,Riccardo Cerri

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 1 gennaio 2009
  • EAN: 9788887405347
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 19,00

€ 20,00
(-5%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Da montagna a montagna. Mobilità e migrazioni interne nelle ...

Pier Paolo Viazzo,Riccardo Cerri

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Da montagna a montagna. Mobilità e migrazioni interne nelle Alpi italiane (secoli XVII-XIX)

Pier Paolo Viazzo,Riccardo Cerri

€ 20,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Da montagna a montagna. Mobilità e migrazioni interne nelle Alpi italiane (secoli XVII-XIX)

Pier Paolo Viazzo,Riccardo Cerri

€ 20,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

All'inizio degli anni novanta l'associazione culturale Zeisciu di Alagna Valsesia ha inaugurato un filone di studi dedicato al versante italiano del monte Rosa. Nel luglio 2008, in occasione della presentazione della monumentale opera L'oro del Rosa. Le miniere aurifere tra Ossola e Valsesia nel Settecento: uomini, vicende e strumenti in Valle Anzasca di Riccardo Cerri e Alessandro Zanni, l'associazione ha organizzato il convegno i cui risultati sono oggi pubblicati in questo libro curato da Pier Paolo Viazzo e Riccado Cerri. Il volume illumina alcuni elementi della mobilità in area alpina troppo a lungo lasciati nell'ombra, in particolare quegli spostamenti trasversali che collegavano le valli in un fitto scambio di saperi e competenze.
In una prima fase degli studi delle migrazioni alpine, durata fino agli anni ottanta del Novecento, la convinzione era che a spingere alla migrazione fosse l'endemico squilibrio tra risorse e popolazione. La "fame montanara" era associata a una visione miserabilistica delle Alpi, secondo la quale esse erano caratterizzate da regimi demografici primitivi, con forte mortalità e fortissima natalità. A lungo questa immagine ha continuato a pesare sul mondo alpino, finché una serie di studi, a partire dagli anni ottanta, hanno rivelato che un regime demografico a bassa pressione consentiva alle comunità di mantenersi ragionevolmente in equilibrio. Cadeva dunque l'ipotesi del sovrappopolamento come spinta all'emigrazione. Storici e antropologi, inoltre, iniziavano a sottolineare la qualità della manodopera migrante. I montanari possedevano, come li ha definiti Patrizia Audenino, "mestieri per partire". Le valli alpine si scoprivano quindi non più come fabbriche di individui a uso d'altri, ma come reti di imprenditorialità, anche a lungo raggio, governate localmente.
Questa immagine inedita delle Alpi si è originata, sottolinea Viazzo, da un déplacement metodologico che non solo ha spostato l'attenzione degli studiosi dagli archivi cittadini a quelli locali, pubblici e privati, ma ha spinto i ricercatori alla discesa sul campo. Senza questa svolta, basata su un approccio microanalitico, difficilmente si sarebbero potute ricostruire le traiettorie biografiche di tanti migranti e spesso anche le loro fortune economiche. Ieri come oggi, infatti, all'interno degli studi sulle migrazioni è fondamentale tenere presente il ruolo attivo dei migranti, quella che viene definita l'agency, che anche in ambito alpino ha rivelato dimensioni inaspettate.
A partire dagli anni novanta, alcuni studi iniziano a proporre uno sguardo "capovolto", in cui il flusso non è diretto solo dalla montagna alla pianura. Nel volume Da montagna a montagna, i saggi di Pietro Crivellaro, Marco Cuaz e dello stesso Viazzo fanno riferimento a viaggiatori e scienziati che, a partire dal Settecento, risalgono le valli e ne scoprono le cime. La nota figura di Horace-Bénédict de Saussure, "che si inerpica per mulattiere e sentieri scoscesi portandosi appresso barometri, bussole e strumenti geodetici", ma è attento osservatore anche delle realtà minerarie, rimanda al saggio di Riccardo Cerri, Alessandro Zanni e Roberta Zanini sulle miniere della valle Anzasca e della val Chiusella, che catalizzano movimenti intra-alpini, da montagna a montagna, appunto.
Un ampio ventaglio di attività "in movimento", di artigiani, mercanti, segantini, carbonai, pastori, sono inoltre descritte nei saggi di Roberto Fantoni e di Luigi Lorenzetti. L'immagine che ne deriva è quella di un complesso sistema migratorio alpino che si collega con sistemi esterni, in una fitta rete di interconnessioni in cui le Alpi non sono certo un luogo marginale.
Valentina Porcellana
Note legali