Categorie

John Fante

Curatore: E. Trevi
Traduttore: F. Durante, M. Martone
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Pagine: XXXVII-221 p. , Brossura
  • EAN: 9788806171384

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianni F.

    25/06/2016 14.40.14

    Dopo il volume"Le storie di Arturo Bandini" che contiene quattro stupendi romanzi, ho proseguito nella conoscenza di questo strabiliante scrittore, con questa raccolta di racconti, che mi confermano il lusinghiero giudizio che ne ho. Racconti brevi, ma di enorme spessore. Inutile sarebbe raccontarli, solo leggendoli se ne recepisce il valore. Umorismo e commozione emergono da situazioni descritte da uno dei più grandi scrittori del secolo

  • User Icon

    Cristiano Cant

    19/02/2015 12.46.42

    Ecco uno di quei libri di racconti che sommano nel loro ventre la fibra umana più alta, commossa e nostalgica, col polso di una padronanza perfetta a modulare quei toni nel darsi della scrittura. Una raccolta meravigliosa, dove la forza e la difesa delle radici familiari e di quel vecchio fiato di tradizione che il cuore di chi narra non sa e non vuole deporre si mescola nella dolcezza e la scoperta del nuovo, nella geografia d'altri luoghi, invito e stupore nel sogno di un ragazzo talentuoso. Senza mezze parole, e con la superbia di uno spaccone amorevole (che spero sia scusata dalle future recensioni che avranno il cuore di leggere questa) dico che "Casa dolce casa" è senz'altro uno dei più bei racconti del secolo, una di quelle novelle così magistralmente impeccabili da stendere al suolo ogni lucida resistenza e ogni freno severo in un giudizio. Credo sia la vetta e il riassunto della vita di Fante, l'insieme delle sue spinte e dei suoi ritorni, della sua corsa inquieta nel mondo dello sfavillio americano e dei suoi stenti interiori e di lontananze familiari a rilegare insieme poesia elevatissima. Basterebbe da solo questo racconto a farci accettare che i pugnali soavi di questa scrittura trasformino il nostro sangue in lacrime di gratitudine.

  • User Icon

    Wilmer

    19/07/2007 16.22.15

    Prendete per esempio il racconto intitolato "Uno di noi": solo quello vale l'acquisto del libro. E il racconto "Rapimento in famiglia"? Anche questo merita altrettanti elogi. Una gran bella raccolta incorniciata da un'altrettanto splendida prefazione di Domenico Starnone.

  • User Icon

    Lorenzo Berti

    17/10/2006 09.58.32

    (Quasi) tutto ciò che ha scritto fante è da leggere. Leggere e stare tranquilli. Per il calore che vi può dare.

  • User Icon

    Boa76

    06/09/2006 11.40.59

    Racconti brevi, lessico non esaltante ma storie ben pensate, libro piacevole... un amarcord di vita italo-americana, Fante mi ha stupito di più con "La confraternita dell'uva", "Chiedi alla polvere" e "A ovest di Roma".

  • User Icon

    Jacopo

    08/06/2006 00.27.35

    Non so se l'idea originale dell'autore era di creare una serie di racconti indipendenti che, tuttavia si inserissero in un contesto ben definito, dando l'impressione di leggere un romanzo. Adoro Fante, adoro di lui sopratutto le atmosfere familiari di freddi inverni in case calde e molto squallide, dove una donna sopporta sulle spalle i capricci e l'incontinenza dei figli, e la compagnia di un marito tanto dannoso quanto intraprendente. Il libro mi piace perchè vi si possono leggere tutte le sfumature di Fante: oltre a quella appena descritta, vi si intravede un po' di chiedi alla polvere, o sogni di Bunker Hill. Fantastico

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione