The Danish Girl

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Tom Hooper
Paese: Gran Bretagna; Stati Uniti
Anno: 2015
Supporto: Blu-ray
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,60 €)

Copenaghen, 1926. Einar Wegener, sposato con Gerda Wegener, è un apprezzato pittore paesaggista. Anche Gerda è un'artista, meno nota ma comunque valida ed impegnata ritrattista di eminenti cittadini. Il loro è un grande matrimonio d'amore ma tutto comincia a cambiare il giorno in cui, per completare un ritratto, Gerda chiede a suo marito di posare con un abito femminile. Quest'esperienza è illuminante, perché Einar si rende conto che negli abiti di Lili emerge una nuova consapevolezza, l'espressione del suo vero sé, e comincia a vivere la sua vita di donna. Gerda scopre inaspettatamente di avere una nuova musa ispiratrice, ed un rinnovato fermento creativo. Ma la coppia ben presto si trova di fronte la disapprovazione della società. Decidono quindi di lasciare la loro terra per una Parigi dalla mentalità più aperta. Qui, la carriera di Gerda continua a prosperare. Il matrimonio della coppia si evolve non senza tensioni. Tuttavia Gerda supporta sempre di più Lili durante il suo viaggio da donna transgender. Attraverso l'altra, ciascuna di loro trova il coraggio di essere liberamente sé stessa.
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    grag

    22/09/2019 20:29:00

    Grande Redmayme, Oscar meritatissimo per un film basato su una vicenda realmente avvenuta.

  • User Icon

    dark

    22/09/2019 16:13:45

    THE DANISH GIRL è una storia interessante, diretta bene ed interpretata ancora meglio, non ha grandi pecche per quanto riguarda la struttura tecnica e narrativa e si segue più che volentieri fino alla fine.

Caitlyn Jenner è un’icona transgender di oggi. Ma quasi un secolo fa, il pittore danese Einar Wegener diventò un pioniere per quanto riguarda la chirurgia di riassegnazione di genere. Non potrete togliere lo sguardo da Eddie Redmayne (La teoria del tutto), che è senza mezzi termini favoloso come lo era Einar. Sia nei suoi panni, sia in quelli di Lili Elbe, la donna che inizia ad emergere quando la moglie Gerda (Alicia Vikander), anche lei artista gli chiede di farle da modello in collant e tacchi. Il regista Tom Hooper schiva tutti i clichés da biopic della sceneggiatura di Lucinda Coxon, spingendo gli attori a dare vita ai momenti che stanno tra un dialogo e l’altro. Alicia Vikander fa meraviglie nei panni di una moglie che vive a fianco della sua donna. E Redmayne si merita ogni aggettivo superlativo, quando interpreta Lili alle prese con i suoi inediti vezzi femminili. Attraverso Redmayne, percepiamo il potere di Lili in una stanza piena di ammiratori e la sua paura per quello che sta per succedere. Il film non è mai esplicito, nè riguardo il sesso, nè riguardo la chirurgia. Quello che Hooper ha plasmato è un lavoro fatto di intelligenza curiosa e cuore passionale. Voto: 4/5

Recensione di Peter Travers

 

2016 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice non protagonista - Alicia Vikander

  • Produzione: Universal Pictures, 2016
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 120 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1 Surround);Inglese (DTS 5.1 HD);Spagnolo (DTS 5.1 Surround);Tedesco (DTS 5.1 Surround);Francese (DTS 5.1 Surround);Turco (DTS 5.1 Surround)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese per non udenti; Arabo; Spagnolo; Danese; Olandese; Finlandese; Francese; Tedesco; Hindi; Islandese; Norvegese; Portoghese; Svedese; Turco
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • AreaB
  • Contenuti: dietro le quinte (making of)
  • Ben Whishaw Cover

    Propr. Benjamin W. Attore inglese. Esordisce con un piccolo ruolo in The Trench - La trincea (1999) di W. Boyd ed è il problematico personaggio principale di My Brother Tom (Mio fratello Tom, 2001) di D. Rotheroe. Dopo essersi diplomato alla Royal Academy of Dramatic Art di Londra lavora con successo in teatro e torna sullo schermo in L'amore fatale (2004) di R. Michell, dall'omonimo romanzo di I. McEwan, ottenendo poi grande notorietà nei panni del tormentato e inquietante Jean-Baptiste Grenouille, protagonista della trasposizione cinematografica del romanzo di P. Süskind, Profumo - Storia di un assassino (2006) di T. Tykwer. Nel visionario biopic Io non sono qui (2007) di T. Haynes è uno dei sei attori che interpretano B. Dylan incarnando i molteplici aspetti della sua personalità nelle... Approfondisci
Note legali