Categorie

Alice Munro

Traduttore: S. Basso
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2013
Pagine: 248 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806175948

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cristina

    23/04/2014 09.05.46

    Avevo letto tempo fa la raccolta "Il sogno di mia madre" e avevo trovato questa autrice un po' ostica. A distanza di anni leggo ora "Danza delle ombre felici" e riscopro una brava scrittrice capace di raffigurare benissimo la realtà americana e certi sentimenti universali dell'animo umano. Mi sono piaciuti soprattutto "Lo studio", "Il giorno della farfalla", "Maschi e femmine" e il racconto che dà il titolo alla raccolta. Trovo purtroppo che dopo averli letti i racconti si confondono un po' tra loro. Alla fine del libro la sensazione che resta è un senso vago di tristezza e di perdita, di profonda debolezza dell'essere umano.

  • User Icon

    Daniele

    22/02/2014 19.34.01

    Tornare a leggere i libri dell'ultimo, strameritato Oscar per la letteratura, ti riconcilia con la pagina scritta e ti fa dimenticare le letture terribili che spesso e volentieri chi ama i libri ha la brutta sorpresa di scoprire. Questa raccolta, uscita in Canada nel 1968 e in Italia vent'anni fa in prima edizione contiene rappresentati tutti i tratti salienti dello stile dell'autrice. Vi è il personaggio all'apparenza semplice che nasconde un segreto che è anche il mezzo per legare a sé la figlia ("il Cowboy della Walker Brothers"), il ricordo di un incidente umiliante, per il quale la protagonista anni dopo riceverà un ultimo sorriso di ammirazione dal suo lontano amore giovanile ("il Rimedio") e altre perle che indagano la natura umana come mai nessuno scrittore è stato capace. Ma capita che, giunti alla fine, si inizia l'ultimo racconto pregustando già la chiusura del libro e l'apertura di uno nuovo, e allora ci si possa imbattere nella emozionante storia di un gruppo di persone che, travolte dalla loro meschinità e dal loro senso di colpa, non possono gustare appieno un imprevedibile momento di assoluta poesia (la "Danza delle ombre felici") che il destino ha loro riservato. E capita di volere rileggere il racconto ancora, e ancora, senza più pensare ai libri da leggere, solo a pensare che la bellezza, soprattutto quando si tratta, all'apparenza, giusto di scrivere, sia alla portata di pochi.

  • User Icon

    Mario

    01/02/2014 19.34.54

    Che autrice straordinaria è Alice Munro! Questa raccolta di racconti è lieve e dolorosa allo stesso tempo, descrive con dettaglio le varie sfaccettature dell'animo umano e dona al lettore il ritratto di una vera e propria folla di perdenti, che in realtà tali sono solo all'apparenza, perché vivono una vita minore e difficile con la forza di chi sa vincere e andare avanti o di chi soccombe con dignità. Mi ha colpito l'acutissima attenzione ai sentimenti che l'autrice è stata capace di rendere con parole semplici e concrete, che mirano con precisione a determinati sentimenti umani, e colpiscono infallibilmente facendo centro.

  • User Icon

    Noemir

    04/01/2014 11.18.12

    Era vecchia, Mrs Fullerton, lo ammetteva lei stessa, più vecchia di quanto si sarebbe detto a giudicare dai capelli ancora neri e crespi, dal guardaroba vistoso e trasandato, dalle spille da quattro soldi che si appuntava sulla maglia lisa. Lo dicevano gli occhi, neri come prugne e smorti, privi di luce; le cose ci precipitavano dentro senza riuscire a cambiarli. Sulla sua faccia la vita si concentrava tutta tra la bocca e il naso che fremevano e si contraevano di continuo, tracciandole fitti solchi d'espressione sulle guance.Quando veniva a casa a consegnare le uova il venerdì, si era fatta i ricci, chiusa la camicetta con un mazzo lino di fiori di stoffa, e dipinta le labbra in una linea rossa sottile e feroce.......

  • User Icon

    marcello

    02/11/2013 00.24.52

    Mah che dire ! Sono questi i primi racconti ! Piacevole la capacità narrativa e la delicatezza descrittiva di flash di vite quotidiane, semplici e per molti versi scontate, ma ci vuole ben altro !!! Dopo aver letto In fuga speravo molto meglio, ma che delusione ! Dove è la grandezza ? Non saprei proprio.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione