De André e dintorni. Genova e i cantautori. La guida

Fabrizio Càlzia

Editore: Galata
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 1 gennaio 2007
Pagine: 96 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788895369006
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Una vera e propria Guida turistica, da leggere e da consultare, alla scoperta dei luoghi cantati e vissuti dai massimi interpreti della canzone d’autore e della poesia, da Eugenio Montale a Fabrizio De André Sette itinerari per leggere la città, la Riviera e l’entroterra attraverso le opere che tutti conosciamo e amiamo. Con numerose sorprese e rivelazioni: si spalancherà il “portone” della Città Vecchia di Fabrizio De André, si conoscerà la destinataria di Mi sono innamorato di te, di Luigi Tenco, si entrerà nell’orto di Giorgio Caproni in val Trebbia. Fino a scoprire, dopo 50 anni dai fatti, la vera identità di Marinella… “Parchi di Parole” ricostruisce infine nel dettaglio il quartiere della Foce che tenne a battesimo la “scuola genovese” della canzone d’autore. La Guida comprende numerose interviste, testimonianze, rivelazioni: Marisa Bindi, Silvana Caproni, Vittorio De Scalzi, Dori Ghezzi, Gino Paoli, Gianfranco Reverberi, Giampiero Reverberi, Graziella Tenco, Patrizia Tenco…

€ 9,40

€ 9,90

Risparmi € 0,50 (5%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea Guglielmino

    08/12/2018 10:17:19

    Questo libretto, aureo nelle intenzioni, rappresenta la seconda edizione (meglio sarebbe dire ristampa identica nei contenuti, ma con un titolo più accattivante) di "Parchi di parole", uscito nel 2007. Un testo con una messe di informazioni e di gradevole lettura, che conserva però,dalla prima edizione, un errore da matita blu; e questo errore innesca il dubbio sulla attendibilità dei tanti dati raccolti e proposti. Di quale errore parlo, macroscopico e grave ai mei occhi per un testo che avrebbe avuto le caratteristiche per essere, dionisottianamente, una storia e geografia della poesia e della canzone ligure ? L'avere attribuito "Achtung Banditen" a Pietro Germi anzichè a Carlo Lizzani. Ma, appunto come ho scritto prima, fa dubitare del resto. Peccato. . In occasione della presentazione del libro in una libreria di Genova, il 21 giugno 2007, assistetti e fui testimone di un colloquio tra un fanatico e Fabrizio Calzia. Il fanatico, perchè, va detto, di fanatico si trattava, aveva comunque ragione, e gli segnalò l' errore e il rischio che qui ho sottolineato. Per questo trovo spiacevole questa reiterata trascuratezza. Tutto ciò premesso, auguri per una terza edizione finalmete riveduta e corretta. Fine della recensione... Andrea Guglielmino (acquirente della prima edizione, anche in formato e-book, e della presente e viva). P.S. : il fanatico ero io!

Scrivi una recensione