La decadenza dell'Europa occidentale. Vol. 2: L'Esplosione (1914-1922).

Mario Silvestri

Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 1978
Pagine: VII-409 p., ill.
  • EAN: 9788806096700
Usato su Libraccio.it - € 7,80

€ 7,80

€ 14,46

8 punti Premium

€ 12,29

€ 14,46

Risparmi € 2,17 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

«Un giovinetto, quasi adolescente, il mattino del 28 giugno 1914 tenne in pugno le sorti dell'Europa per il tempo strettamente necessario a premere due volte il grilletto di una pistola semiautomatica Browning». Con l'attentato di Serajevo, scintilla della prima guerra mondiale, si apre questo secondo volume dell'opera che Mario Silvestri ha dedicato al declino dell'Europa occidentale. Tra strascichi di belle époque, crociere di reali, cerimoniali nelle ambasciate, cinici calcoli nelle Cancellerie, i vecchi Stati assistono, quasi fatalisticamente, al deflagrare di un conflitto che segna la fine delle loro fortune, l'avanzata delle nuovi grandi potenze, Usa e Urss, il disgregarsi degli imperi coloniali e l'emergere del Terzo Mondo. Il volume si chiude con la marcia su Roma e l'ascesa di Mussolini, «frutto di una mutazione degenerativa, intercorsa durante l'accoppiamento fra il positivismo di provincia e la belle époque».I lettori del primo volume di quest'opera e di «Isonzo 1917», dello stesso Silvestri, ritroveranno anche in queste pagine lucidità e esattezza di impostazione storiografica sostenute dall'appassionato sforzo di capire la natura e di misurare l'entità dei processi degenerativi che sono all'origine del declino dell'Europa. Le vicende che intercorrono tra il 28 giugno 1914 e il30 ottobre 1922 non sono mai studiate in astratto, ma« narrate» con intensa partecipazione civile e umana.