Thedelights of wisdom pertaining to conjugial love

Thedelights of wisdom pertaining to conjugial love

Emanuel Swedenborg

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,11 MB
  • EAN: 9788893158992

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"I am aware that many who read the following pages and the Memorable Relations annexed to the chapters, will believe that they are fictions of the imagination; but I solemnly declare they are not fictions, but were truly done and seen; and that I saw them, not in any state of the mind asleep, but in a state of perfect wakefulness: for it has pleased the Lord to manifest himself to me, and to send me to teach the things relating to the New Church, which is meant by the New Jerusalem in the Revelation: for which purpose he has opened the interiors of my mind and spirit; by virtue of which privilege it has been granted me to be in the spiritual world with angels, and at the same time in the natural world with men, and this now for twenty-five years."
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Emanuel Swedenborg Cover

    (Stoccolma 1688 - Londra 1772) teosofo svedese. Figlio di Jesper Swedberg, più tardi nominato vescovo luterano di Skara, studiò a Uppsala filosofia e scienze, e si perfezionò a Londra, poi in Olanda, Francia e Germania. Nel 1716 fu nominato assessore nel Collegio reale delle miniere. Attratto sin dall’infanzia dalle manifestazioni soprannaturali e metapsichiche, coltivò inizialmente interessi filosofico-naturalistici e solo in un secondo tempo si volse decisamente verso la riflessione teologica e l’esperienza mistica. Una «visione» del Cristo fu alla base del nuovo orientamento formulato nel De cultu et amore Dei (1744), che è una rielaborazione mistica della Genesi. Una seconda «visione» (1746) portò un cambiamento radicale nella sua vita. S. abbandonò il suo ufficio, si ritirò in solitudine... Approfondisci
Note legali