Traduttore: E. Guercetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 3 giugno 2014
Pagine: LXXVII-648 p., Brossura
  • EAN: 9788806220457
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mario

    18/09/2018 20:19:41

    È forse il romanzo russo più famoso in assoluto, l’opera in cui Dostoevskij ha concentrato temi esistenziali molto profondi. Eppure questo classico mi ha piuttosto deluso. Delitto e castigo è un libro estremamente impegnativo, nonostante il tema psicologico trattato mi appassionasse molto, ho faticato parecchio per arrivare all’ultima pagina. La traduzione dal russo non deve essere stata facile e questo è evidente dalle numerose note che sono indispensabili per la corretta comprensione del testo. I dialoghi sono lunghi, davvero eccessivamente lunghi e portano a perdere il filo del discorso. Inoltre i personaggi sono tantissimi e molti di loro hanno due nomi ed un cognome in russo che l’autore alterna durante la storia… serve una memoria di ferro! Questo classico non è un libro adatto a tutti e lo sconsiglio vivamente a chi non ha molto tempo o non ama impegnarsi troppo nella lettura.

  • User Icon

    Daniele

    18/09/2018 13:34:40

    Uno dei punti più alti della letteratura mondiale. Il titolo riassume perfettamente l'essenza del romanzo, il castigo però, al contrario di quello che si possa pensare, non è la punizione "legale" che avviene in seguito al delitto (cioè l'esilio in Siberia e la prigionia) bensì sembra essere il terribile rimorso che porterà il giovane Raskol'nikov al delirio e alla malattia, e che farà vacillare tutte quelle convinzioni di cui si era vestito al momento del delitto. Questo sovverte l'idea che si ha solitamente di un assassino, arricchendo questa figura di interessanti sfumature psicologiche. Definirei quest'opera a metà tra il giallo e il trattato psicologico, poiché il delitto non è che un pretesto per scavare nella coscienza di colui che l'ha commesso.

  • User Icon

    rosanna

    18/09/2018 12:53:31

    Dostoevskij mi ha letteralmente stregata con questo romanzo, la cui lettura mi era stata vivamente consigliata. Sono rimasta affascinata da questa Pietroburgo brulicante di miseria e dall'intensità dello struggimento dell'anima che l'autore, da vero maestro, riesce non soltanto a comunicare ma persino a far provare su sé stessi con la sapienza della sua scrittura. Di Rodja, come di Sonja, è impossibile non innamorarsi; è una storia che fa riflettere, che spinge ad andare oltre, verso la vera conoscenza dell'uomo: è mai possibile perdonare un assassino, prendere le sue difese, offrirgli la possibilità di amare di nuovo? Tante volte, divorando le pagine di questo romanzo, me lo sono chiesto, eppure ho provato per Rodja un'immensa pietà. Eccezionale per la forma, sublime per il contenuto. Credo di poter ufficialmente affermare che delitto e castigo sia il più bel romanzo che abbia mai letto.

  • User Icon

    giorgia

    17/09/2018 20:56:40

    Romanzo scritto da Dostoevskij con la consapevolezza di creare un capolavoro. Profondo ed universale. La storia procede fin verso la metà dell’opera in un’atmosfera angosciosa e cupa, dominata da un senso di follia. Poi il registro cambia, i personaggi si moltiplicano, le emozioni ed i sentimenti si fanno più intensi, le situazioni più tese e tutto precipita verso un finale di catastrofe, che tuttavia si risolleva nell’epilogo fino a comunicare, per la prima volta, un senso di speranza.

  • User Icon

    Lorenzo Scaccabarozzi

    10/03/2018 12:06:58

    Un'opera immensa. Irrinunciabile. Siamo nell'empireo della letteratura, con Dante e Shakespeare. Impossibile vivere e non aver letto quest'opera. Nessun commento può renderne la bellezza. inchiniamoci al genio assoluto.

  • User Icon

    Space

    22/08/2017 19:21:51

    Penso che tutti, nel corso della propria dovrebbero leggere questo libro. Coinvolgente. Emozionante. Non penso che esista un altro autore che sappia coinvolgere così tanto il lettore, portarlo all'interno del libro, fargli vivere la psiche del personaggio che sta descrivendo e fargli vivere una vera emozione. Leggete Dostoevskij: fa bene all'anima.

  • User Icon

    Al

    13/01/2016 18:43:03

    In queste pagine, che ho appena terminato di leggere, tutto è immenso: dalla descrizione delle brutture, delle nefandezze, dell'ipocrisia e del cinismo dell'animo umano, al suo esatto contrario, ovvero la dignità, la compassione, l'amore. Una vera e propria resurrezione accompagna il protagonista, ma riguarda ed abbraccia tutti gli uomini, li accomuna in un comune destino e nella comune libera scelta del bene o del male. Eccelsa è poi la descrizione degli stati d'animo dei protagonisti, così fluttuante e fervida ed in contrasto stridente con la staticità dei luoghi, che si tratti di un fiume o di una misera stanza. E' il primo romanzo che leggo di Dostoevskij, e definirlo capolavoro è quasi riduttivo.

  • User Icon

    G.P

    26/01/2015 18:31:04

    Un grande libro. I capolavori non hanno età e sfidano le mode e gli anni. Semplicemente meraviglioso.

  • User Icon

    Elisa L

    05/01/2015 21:47:20

    Un vero e proprio Capolavoro (la maiuscola è voluta e meritata)!! Ho provato i brividi appena terminato!! Eccelso, sotto ogni aspetto!! Introspettivo fino allo stremo, Dostoevskij sa trascinarti nello stesso vortice cupo, allucinante e delirante del protagonista. Mi ha letteralmente preso per mano e portato con se', riuscivo a vivere la storia come se ci fossi io stessa immersa dentro, come se fossi stata una mosca con la possibilità di osservare tutto e tutti con lucidità, odori e percezioni visive incluse. Il finale di una elevatezza tale, racchiusa proprio nelle ultimissime pagine, in grado di ridare ossigeno al fiato che avete iniziato a trattenere dalla prima pagina. Insomma, emozioni così forti sono rare! Lascio solo detto che ben pochi libri (forse nessuno fin'ora letto) sono riusciti a ricreare lo stesso genere di sensazione, questo è indubbio! Rimane una lettura assolutamente obbligatoria!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione