La democrazia letteraria. Sul rapporto tra scrittore e lettore - Vittorio Spinazzola - ebook

La democrazia letteraria. Sul rapporto tra scrittore e lettore

Vittorio Spinazzola

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: goWare
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,09 MB
Pagine della versione a stampa: 168 p.
  • EAN: 9788833630922

€ 6,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Viviamo in una società democratica. Eppure la letteratura, quella che conta e che vale, è per gran parte aristocratica. È aristocratica non perché gli scrittori siano "monarchici", ma in quanto il loro lavoro è ispirato a un ideale esoterico e iniziatico, rivolto soprattutto a una casta ristretta di intenditori raffinati, distinti dalla cultura chiamata sprezzantemente "di massa". Succede che un nuovo pubblico, meno preparato e dotto, chiede di accedere al mondo della lettura; la tecnologia consentirebbe all'editoria libraria di esaltare questo processo, ma l'ecosistema letterario risponde arroccandosi in una posizione tradizionalista. Si è così prodotta una frattura storica nella dinamica dei fatti letterari, quale si è svolta nei secoli scorsi, con un'espansione costante dell'area dei lettori che viene sempre più intercettata dai nuovi media. Di più, è entrato in crisi il fondamento stesso della letterarietà e della relazione tra l'autore e i suoi molti interlocutori. "La democrazia letteraria" affronta questa somma di temi e problemi avvalendosi spregiudicatamente degli apporti di discipline diverse. Le tesi qui sostenute non hanno dunque solo un interesse concettuale: si inseriscono nel vivo del dibattito più attuale sulle sorti della civiltà letteraria, sul futuro della parola scritta, in un'epoca segnata dall'avvento della tecnologia e dei nuovi media.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Vittorio Spinazzola Cover

    Tra i massimi esperti italiani di sociologia della letteratura, dal 1970 è docente a Milano di Storia della letteratura italiana moderna e contemporanea. Studioso dagli interessi militanti, si è occupato soprattutto di sociologia della letteratura e di letteratura minore dell’Ottocento, da Berchet a Padula. Tra le sue opere: Federico De Roberto e il verismo (1961), Emilio De Marchi, romanziere popolare (1971), Verismo e positivismo (1977), Il libro per tutti. Saggio su «I promessi sposi» (1984), La democrazia letteraria (1984), La modernità letteraria (2001), L' immaginazione divertente. Il giallo, il rosa, il porno e il fumetto (2018), Cinema e pubblico. Lo spettacolo filmico in Italia 1945-1965 (2019). Prolifico saggista, i suoi contributi sono... Approfondisci
Note legali