The Departed. Il bene e il male (1 DVD) di Martin Scorsese - DVD

The Departed. Il bene e il male (1 DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2006
Supporto: DVD
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 6,90

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 1 prodotto disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A South Boston il dipartimento di polizia dello stato del Massachusetts ha dichiarato guerra alla criminalità organizzata. L'obiettivo è mettere fine all'indiscusso regno del potente boss mafioso Frank Costello agendo dall'interno. Per questo motivo la giovane recluta, Billy Costigan, cresciuta proprio nel quartiere di South Boston, viene scelta per infiltrarsi nella banda guidata da Costello. E mentre Billy lavora per guadagnarsi la fiducia del boss, un altro giovane poliziotto, cresciuto anch'esso per le stesse strade, Colin Sullivan, si sta facendo strada in polizia. Dopo aver conquistato un posto all'interno della Squadra Speciale Investigativa, Colin viene scelto, insieme a pochi altri, per occuparsi direttamente della missione che ha come obiettivo la distruzione della banda di Costello. Ma quello che i suoi superiori non sanno è che Colin in realtà lavora per Costello e tiene aggiornato il boss su tutte le mosse della polizia. Ognuno dei due giovani poliziotti è intrappolato in una doppia vita impegnato in una folle corsa contro il tempo per svelare l'identità dell'altro uomo e salvarsi la vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,97
di 5
Totale 31
5
18
4
2
3
7
2
0
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    armando

    20/12/2014 19:42:31

    Adrenalinico thriller metropolitano,in cui la regia iper realista di Scorsese tocca il suo vertice.La solita attenzione ai temi della colpa e del dissidio morale evitano che il tutto si riassuma in un banale spara e fuggi.

  • User Icon

    Giuseppe

    04/10/2010 10:35:08

    Ancora un capolavoro firmato Scorsese. Il film che gli è valso il suo primo Oscar dopo una carriera passata a girare film straordinari come "Taxi Driver" (il mio preferito), "Toro scatenato", "Quei bravi ragazzi", "Casinò", "Mean streets", "L'età dell'innocenza"... e si potrebbe continuare ancora a lungo. Certo si tratta di un remake, però la sceneggiatura, seppur non originale, è perfetta. Un film con grandi interpretazioni (grande Jack Nicholson, bravissimi Wahlberg e Di Caprio e complimenti anche a Damon) e con un gran ritmo. Scorsese si conferma uno dei più grandi registi di sempre.

  • User Icon

    ALBERTO

    26/01/2010 07:59:24

    una bellissima storia raccontata con la maestria di Scorsese come ai tempi dei Bravi ragazzi e di Casinò. Assolutamente straordinari tutti gli interpreti

  • User Icon

    JD

    11/09/2009 00:11:59

    Dopo i semiflop di "Gangs of New york"e "The aviator" Scorsese accetta di girare il remake di"Infernal affairs"di Andrew Lau e Alan Mak,ricalcandone quasi alla lettera le situazioni(se si eccettua l'esecuzione finale[rassicurante],e il fatto che entrambi gli infiltrati hanno un legame con la psicologa).Ma come chi ha scritto prima di me,i tempi di "Casinò",e soprattutto "Quei bravi ragazzi"(c'è anche un'autocitazione nella colonna sonora)sono finiti.Ci sono temi seri,come la confusione tra guardie e ladri,ma non c'è mai vero approfondimento,nemmeno sul bene e sul male,come vorrebbe indicare il sottotitolo italiano.La regia è ineccepibile come sempre,il cast di tutto rispetto(con qualche riserva per Nicholson),ma non ci si solleva mai dal livello degli oramai innumerevoli polizieschi del genere.E l'oscar come miglior regista(arrivato dopo 5 nomination a vuoto)ha tutta l'aria di un contentino per rispetto(o pietà?)verso un grande regista che non è esattamente in declino,ma diciamo sta.....perdendo grinta.Ma che volete anche voi,è prossimo ai 70 anni!Non è che si può avere idee brillanti per sempre!A chi proprio non piace poi consiglio di evitare decisamente la visione.Vi piacerebbe anche meno.

  • User Icon

    mr.00x

    05/09/2009 14:09:48

    capolavoro.ottimi di caprio e wahlberg.

  • User Icon

    Silvia

    13/07/2009 12:45:02

    Un capolavoro, il più bel film di Scorsese. Bella la storia, belle le riprese, bravissimi gli attori capitanati da Leonardo di Caprio che si conferma il più grande attore della sua generazione, così intenso, profondo, mai sopra le righe... forse l'attore più sottovalutato del momento, purtroppo.

  • User Icon

    Cogito ergo sum

    29/10/2008 10:28:33

    Il Morandini assegna 4 stelle (su 5) come voto della critica, e 2 pallini (sempre su 5) come gradimento del pubblico in base agli incassi nei cinema. Mi sfuggono le raffinatezze - metafisiche: The departed, il BENE e il MALE teologicamente inteso dal cattolicissimo Scorsese - che certamente i critici, viceversa, hanno saputo cogliere al volo. Beati loro. Se il pubblico è assimilabile al "parco buoi" delle borse-valori, bene io mi sento molto bovino. A prescindere dalle due ore e mezza di MIA ruminazione contro il sonno di ieri sera, condivido le motivazioni esposte dagli utenti che hanno dato 1/5.

  • User Icon

    Dade

    26/05/2008 18:58:48

    Una premessa che spero non faccia dubitare dell'onestà della mia opinione: a me Scorsese non piace. Tuttavia questo film mi stava prendendo e alla grande. Se non fosse stato per gli ultimi dieci minuti che hanno prodotto in me come la sensazione di una sceneggiatura incredibilmente avvincente inesorabilmente risucchiata nelle tubolari profondità urbane da un diligente quanto proverbiale sciacquone. Ma come si fa a finire un film così segnato da una tensione crescente in un modo così banale? Ancora una volta Scorsese non mi ha deluso deludendomi.

  • User Icon

    alex

    22/05/2008 14:16:48

    per me semplicemente un capolavoro! attori bravissimi, ambientazioni ottime, dialoghi d'effetto.. tutto perfetto insomma! il miglior thriller che abbia mai visto.. e poi cosa vogliamo dire di DiCaprio? in questo film fa decisamente la sua figura! ;Op

  • User Icon

    Luca Ballati

    03/10/2007 10:50:25

    Dato che a me Scorsese non piace (tranne Taxi driver) volevo solo dire che lo hanno premiato solo per dire: "Ecco fatto abbiamo premiato anche questo, adesso il prossimo", se rifiutava gli oscar almeno manteneva un pò di dignità

  • User Icon

    marpet

    02/10/2007 22:25:46

    Veramente un bel film. Scorsese è un maestro e gli attori sono straordinari

  • User Icon

    maurizio

    23/07/2007 21:33:07

    E' un film difficile, contorto, a tratti prolisso. Ma a me è piaciuto molto. Un film d'azione, in cui l'azione non è fine a se stessa ne il puro frutto di effetti speciali. Un film psicologico, in cui la psicologia non si trasforma in voli pindarici. Un cast gigantesco, dove i comprimari si chiamano Sheen, Baldwin e Wahlberg ... Un Nicholson mefistofelico più che mai e un DiCaprio sempre più idoneo a ruoli seri e non da bamboccio viziato. Un Matt Demon perfetto per la parte da finto "bravo ragazzo". Resta giusto incompiuto il triangolo amoroso, ma forse è una scelta per evitare prevedibili soluzioni. Buona la colonna sonora (anche se leggermente sotto la media dei film di Scorsese). Forse il finale è un po' americano (tutti ricevono la "giusta mercede") e un po' orientale, con il bagno di sangue finale cui nessuno, o quasi, sfugge. Se cercate un film facile, per rilassarvi lasciate perdere. Se volete godervi la prova di un Maestro tornato alle origini e nettamente superiori a The Aviator (decente, ma dal tema anomalo) e a NY gangs (forse un po' troppo sopra le righe) non perdetevelo.

  • User Icon

    zeno 85 maranello

    10/07/2007 19:51:58

    Capolavoro assoluto,di questo meglio solo THE GOODFATHER E THE GOODFELLAS. era tanto che si aspetteva un film di mafia fatto come dio comanda e casualmente chi l'ha fatto...??? il piu grande regista di sempre dopo l'inarrivabile SR.STANLEY KUBRICK.il film è fatto divinamente bene gli attori sono Straordinari e poi... cè un tale che di nome fa JACK NICHOLSON che vale tutto il film... peccato che verso la fine ci lasci le penne.

  • User Icon

    Sergio

    27/06/2007 16:09:21

    Da quanto tempo che non vedevo un film ben fatto come questo. Attori fantastici (su tutti Leo e Jack) oltre anche ai vari comprimari come Baldwin e i due capi della sezione infiltrati che danno un pò di humor al racconto carico di violenza e corruzione. Trama molto coinvolgente e ritmo del film che è un susseguirsi di colpi di scena. Il film dura più di 2 ore ma grazie alla splendida regia arrivi alla fine che non ti accorgi che è passato così tanto tempo. Consigliatissimo, non potete farvi sfuggire questo poliziesco!!!!

  • User Icon

    HULK

    04/06/2007 15:32:15

    tre stelle a fronte delle due ultime prove, il nulla. In questo caso se Tarantino ha avuto come mestro Scorsese, ora è il maestro che si abbevera. Ma il film non è gran che, la vena si è esaurita, al contrario la tecnica ha raggiunto livelli eccelsi. Non come in Aviator, dove esisteva solo la confezione, un involucro luccicante, tecnicamente strabordante, ma vuoto. In questo caso a fatica si migliora, ma ormai....

  • User Icon

    Ciro

    01/06/2007 22:17:04

    Sinceramente deluso, forse per l'eccessiva violenza che è presente nelle scene.

  • User Icon

    Luigi De Grossi

    28/05/2007 09:19:34

    THE DEPARTED è un film pletorico, debordante, iperrealista, il prodotto di una somma di eccessi: la storia-incubo metropolitano; le psicologie precipitate nell'abisso di identità perdute; l'estrema tensione narrativa e il ritmo convulso del montaggio frantumato in innumerevoli stacchi; la violenza in verità più esibita che escrata; il sangue che dilaga. Tutto è così sovrabbondante e incalzante che molto prima della (prevedibile) conclusione si resta soffocati da un senso di sconfitta e di morte. Troppo realistico per essere letto come una metafora; troppo poco veridico per poter essere credibile, il film colpisce come una frustata per la totale assenza di una alternativa che si configuri, anche alla lontana, come una speranza sia pure residuale. La società americana (leggi occidentale) è dominata dalla violenza criminale, dalla corruzione, dalla sopraffazione, dall'inganno (e questo lo sapevamo) e vano è ogni tentativo di contrastare quest'ordine nefasto delle cose (questo invece non lo sapevamo). Secondo la visione del mondo di Scorsese non c'è via d'uscita : il bene e il male (che è il sottotitolo del film) sono forze ancestrali e metatemporali, destinate a combattersi per l'eternità e, nell'ipotesi più ottimistica, a soccombere insieme, come un'idra dalla doppia testa. Lo scenario cupo di questo perenne,devastante conflitto, è la perdita di ogni categoria morale, è la guerra quotidiana di tutti contro tutti con armi sempre più tecnologiche (p.e.i cellulari) ma non meno barbare di quelle del passato. E che dire degli interpreti? Jack Nicholson è ormai la maschera caricaturale del cattivo, mentre Di Caprio e Damon dispongono di una sola espressione per ciascuno: intensa, ma una sola. I tempi, le storie, le atmosfere di TORO SCATENATO, di QUEI BRAVI RAGAZZI e di CASINO, sembrano ormai definitivamente tramontati per Scorsese e per il suo pubblico.

  • User Icon

    Alessandro

    24/05/2007 17:10:25

    Bello, anche se il finale mi ha un po' deluso! Comunque molto psicologico

  • User Icon

    claudia

    18/05/2007 15:11:22

    GRANDISSIMO FILM. Montato benissimo, recitato alla grande da un Supercast tra cui spicca un Di Caprio in grande forma, bella la storia, mix RIUSCITISSIMO. Lo consiglio sicuramente a chi ha voglia di vedere dell'ottimo cinema americano dei nostri tempi. Buona visione!!!

  • User Icon

    CUCCUREDDU

    13/05/2007 12:31:00

    Ero moilto ansioso di vedere questo che è stato definito il capolavoro moderno di quello che definisco uno dei più grandi registi di sempre!! premi a iosa, oscar che piovono, critiche entusiaste!! per gli attori che dire... nemmeno vale la pena di spenderci parole, nicholson e damon sono come al solito eccellenti, dicaprio ogni film diventa più bravo, cooprotagonisti A. baldwin e M. sheen MAGISTRALI......E il FILM??? una delusione... certo partliamo di livello alto, ma questa svolta tarantiniana di scorsese mi ha lasciato fortemente perplesso...

Vedi tutte le 31 recensioni cliente

2007 - MTV Movie Awards - Miglior Cattivo - Nicholson Jack

  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 149 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Martin Scorsese Cover

    "Propr. M. Marcantonio Luciano, regista statunitense. Di origini italiane, cresce a Little Italy. Ostacolato nella sua vocazione religiosa (viene espulso dal seminario per l'amicizia con delinquenti di strada), si avvicina al mondo del cinema di cui subisce il fascino sin da ragazzino. Esordisce dietro la mdp con il drammatico Chi sta bussando alla mia porta? (1969, ma l'ideazione risale al 1965) che annuncia le tematiche principali della sua successiva produzione: la predilezione per storie sulla vita violenta dei bassifondi dove prevalgono la fisicità dei personaggi e le loro pulsioni autodistruttive, la costante presenza autobiografica (dall'ossessiva educazione cattolica alle contraddizioni della cultura italoamericana), la sapiente fusione di dialoghi e voci fuori campo, l'ironia dai... Approfondisci
  • Leonardo DiCaprio Cover

    Propr. Wilhelm Di C., attore statunitense. Dopo una lunga serie di apparizioni televisive e pubblicitarie, esordisce al cinema con Critters 3 (1991) di K. Peterson. Ottiene una candidatura all'Oscar interpretando il giovane minorato Arnie in Buon compleanno, Mister Grape (1993) di L. Hallström e diventa una star adorata da milioni di ragazzine nel 1996, con l'interpretazione di Romeo in Romeo + Giulietta di William Shakespeare di B. Luhrman. Il ruolo che lo consacra come nuova icona del cinema mondiale è però quello di Jack Dawson, giovane e povero emigrante, esuberante e al contempo melodrammatico, che in Titanic (1997) di J. Cameron s'innamora, ricambiato, di una ricca ereditiera per la quale si sacrificherà. Attore tutt'altro che trascurabile, per le dimensioni esorbitanti del successo... Approfondisci
  • Matt Damon Cover

    "Propr. Matthew Paige D., attore e sceneggiatore statunitense. Dopo alcuni piccoli ruoli (il primo in Mystic Pizza, 1988, di Donald Petrie), si fa notare nel 1993 in Geronimo di W. Hill. Il 1997 è l'anno della consacrazione internazionale: è l'avvocato idealista di L'uomo della pioggia, diretto da F.F. Coppola, e ottiene il premio Oscar per la sceneggiatura di Will Hunting - Genio ribelle di G. Van Sant, film del quale è anche interprete principale. Faccia da bravo ragazzo e divo senza clamori, è il militare da salvare in Salvate il soldato Ryan (1998) di S. Spielberg, il protagonista di Il talento di Mr. Ripley (1999) di A. Minghella e di Passione ribelle (2000) di B.B. Thornton e il ladro disposto a tutto in Ocean's Eleven (2001) e Ocean's Twelve (2004) di S.?Soderbergh. Nel 2002 fornisce... Approfondisci
  • Jack Nicholson Cover

    "Nome d'arte di John Joseph N., attore statunitense. Raggiunge Hollywood all'età di diciassette anni, trovando lavoro presso la casa di produzione mgm in attesa di ottenere qualche scrittura per la tv. Grazie al suo talento innato per la recitazione, dovuto a una personalità esuberante e istrionica, a partire dal 1958 entra nella scuderia di R. Corman, regista specializzato in horror che si avvale di lui in diversi film, da La piccola bottega degli orrori (1960) a Il massacro del giorno di San Valentino (1967). Nel frattempo si impegna anche nella sceneggiatura collaborando con M. Hellman, fautore di uno stile western molto personale e antitradizionalista. Per questi scrive e recita in Le colline blu (1966), racconto di vita quotidiana di tre cowboy talmente «destrutturato» e di budget ridotto... Approfondisci
Note legali