Diari aperti

(Digipack)

Artisti: Elisa
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Universal Music
Data di pubblicazione: 26 ottobre 2018
  • EAN: 0602577141829

nella classifica Bestseller di IBS CD - Musica italiana - Pop Rock italiano

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 18,32

€ 22,90

Risparmi € 4,58 (20%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione

Si intitola “Diari Aperti” il clamoroso ritorno di Elisa, in nuovo album per l'etichetta Island Records, in formato CD Digipack su carta ecologica e in LP.
Già suonatissimo in radio, il primo singolo ufficiale è “Se piovesse il tuo nome”, una ballad intensa e potente scritta per Elisa da Calcutta insieme a Dario “Dardust” Faini e Vanni Casagrande.
Il brano, accompagnato da un video diretto dai brillanti YouNuts!, gioca tra armonia e liriche visionarie, miscelando l'approccio pop con le melodie del miglior cantautorato.
La voce limpida di Elisa si plasma perfettamente con la musica, dettandone i tempi, e la chitarra in primo piano fa scorrere il testo su immagini di vita vissuta e fotografie nitide di sentimenti quotidiani.
Elisa aveva già regalato un’eccezionale anteprima del suo nuovo album, pubblicando a sorpresa il brano “Quelli che restano”, duetto intimo e coinvolgente con il Principe della musica italiana Francesco De Gregori.

Disco 1
  • 1 Tutta un'altra storia
  • 2 Se piovesse il tuo nome
  • 3 Tua per sempre
  • 4 Anche fragile
  • 5 Promettimi
  • 6 L'amore per te
  • 7 L'estate è già fuori
  • 8 Con te mi sento cosi
  • 9 Vivere tutte le vite
  • 10 Come fosse adesso
  • 11 Quelli che restano (con Francesco De Gregori)

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    sergio

    10/11/2018 09:28:38

    ascoltato tutto lo trovato insipido, l'album più scarso di elisa

  • User Icon

    Alessandro

    09/11/2018 13:20:04

    C’era da aspettarsi un cambiamento da Elisa dopo aver lasciato la sua storica etichetta discografica – la Sugar: un nuovo inizio per una nuova Elisa che (prova) a reinventarsi. “Tutta un’altra storia”: ottima scelta per aprire l’album, pezzo molto catchy e radiofonico, con un beat interessante e per niente scontato (meriterebbe di essere estratto come singolo ufficiale in futuro). “Se piovesse il tuo nome” è indubbiamente il pezzo migliore dell’intero album: ballad intensa e incisiva non scritta da Elisa, ma che sicuramente non avrebbe avuto questo importante impatto emotivo che arriva dritto all’ascoltatore fin dal primo ascolto se non fosse stata da lei cantata. “Anche fragile” & “Promettimi” sono i pezzi che ci aspettavamo da questo progetto: classiche “poesie” alla Elisa con testi importanti che arrivano dritto al cuore. Meno intensa “Tua per sempre”, un po’ anonima “Come fosse adesso”. “l’Estate è già fuori” è sicuramente il grande passo falso dell’intero progetto, risultando al quanto esagerato – rispetto al sound complessivo dell’album – e ripetitivo nel testo; discorso diverso per “Vivere tutte le vite”, nel quale il suono del banjo e dell’ukulele di sottofondo risulta abbastanza gradevole e per “L’amore per te”, con un testo davvero ispirante. Imponente “Quelli che restano”, in duetto con Francesco De Gregori, due voci che si uniscono in un connubio di dolcezza e grandiosità. Dopo aver ascoltato tutte le 11 tracce di “Diari Aperti” viene spontaneo paragonarlo al suo primo lavoro totalmente in italiano – L’anima vola – ma si arriva alla conclusione che il confronto non regge; nell’album del 2013 Elisa fa completamente centro, sfornando, a mio personalissimo parere, il suo più bel lavoro di sempre, con testi superbi e una voce sempre perfetta. “Diari Aperti” non è il classico album “alla Elisa”, senza dubbio non maturo quanto il suo primo lavoro in italiano, mancando un po’ di particolarità e di magia che hanno sempre contraddistinto tutti i suoi lavori.

Scrivi una recensione