Diari di donne in panchina - Fiorella Carcereri - copertina

Diari di donne in panchina

Fiorella Carcereri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Arpeggio Libero
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 19 settembre 2017
Pagine: 96 p., Brossura
  • EAN: 9788899355616
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Diari di donne in panchina

Fiorella Carcereri

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Diari di donne in panchina

Fiorella Carcereri

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Diari di donne in panchina

Fiorella Carcereri

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cinque donne. Cinque diari. Cinque storie di amori cercati e non trovati. Amori non trovati in cinque figure maschili, volutamente etichettate dall'autrice con diversi stati anagrafici. Figure maschili assai differenti tra di loro ma che, poste in determinate situazioni, reagiscono allo stesso modo, o in modo simile, a dimostrare che gli uomini, nel profondo, non cambiano La narrazione, nei cinque racconti, rivela tratti di acuta ironia, a volte addirittura di goffaggine, che si alternano con momenti di crudeltà, talvolta di brutalità, e di spietato desiderio di vendetta da parte della protagonista di turno. Cinque storie di malintesi, sentimenti calpestati ed odio che corrono sul filo dell'alta tensione ma che rispecchiano, con triste verosimiglianza, molte storie di vita reale.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,46
di 5
Totale 13
5
7
4
5
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giancarlo Bosini

    16/03/2018 16:50:44

    Una piacevole copertina bianco crema, per altro molto ben curata, su cui spicca un bell’acquarello autunnale che richiama il titolo, è la prima cosa che colpisce in “Diari di donne in panchina” ancor prima di leggerlo. Un romanzo con meno di cento pagine in cui si susseguono velocemente cinque “disavventure amorose” narrate al femminile in forma di diario dalle protagoniste stesse, cinque donne di “riserva”, sedute sulla loro panchina e sempre pronte ad entrare in campo al primo richiamo. Donne che incontrano cinque uomini; uomini spregevoli a prima vista, inetti, mentitori, falsi al primo sguardo, senza una sana sensibilità, ma tutte, pur rendendosene conto, si lasciano irretire da questi squallidi personaggi, fino a quando le umiliazioni subite le faranno desistere, non senza aver prima vissuto parecchie sofferenze. “Facciamoci del male, che è bello”, parrebbe il loro motto, ma qui, più che la donna, a uscirne in modo assai discutibile sono gli uomini, loro, “i signori dell’universo”. Rispecchiando molte storie di vita reale, il libro pone così in evidenza come, nascosta sotto una pretesa immagine di normalità, a volte, sia la personalità femminile, che quella maschile, nei rapporti con l’altro sesso non è sempre esente da derive irrazionali e incomprensibili, per non dire patologiche. Emerge però, che mentre la donna si muove prevalentemente in modo viscerale e sincero, nell’uomo è più facile riscontrare la premeditazione. Fiorella Carcereri fa scorrere via tutto in modo veloce e piacevole, spingendo il lettore a procedere spedito per sapere come “l’eroina di turno” saprà destreggiarsi nella difficile situazione in cui lei stessa si è ficcata per scelta. Un libro che può essere considerato un momento quasi ironico di evasione, ma che sicuramente offre non pochi spunti di riflessione.

  • User Icon

    Francesca Govoni

    26/11/2017 21:25:26

    Ho letto “Diari di donne in panchina” in cinque giorni: ho voluto diluirlo nel tempo per creare spazio tra un diario e l’altro, per assaporare le caratteristiche di ciascun testo e poter cogliere senza fretta le differenze tra i personaggi e le situazioni che si trovano a vivere, ciascuna creata con spigliatezza e originalità, tanto che la lettura appassionante ti fa correre veloce verso la conclusione di ogni racconto. Ciò che emerge con prepotenza è una lotta impari tra due mondi: maschile e femminile, lotta in cui la donna è destinata (quasi sempre) a soccombere, perché nel rapporto a due è quella che più si espone, senza difese, quasi fosse una vittima che, per ottenere il riconoscimento e l’amore, deve sacrificarsi. Questo soccombere, tuttavia, non risulta fine a se stesso, ma, accompagnato da una coscienza di sé sempre più chiara, alla fine diventa riscatto: consapevolezza che il male non è certamente la propria ingenuità o il desiderio di essere amata, il male proviene da chi “usa” l’altro( anzi l’altra!) come un semplice mezzo per i propri scopi o per i propri “comodi”, come se “lei” fosse uno strumento e non una persona! Le emozioni, le paure, i bisogni, le illusioni emergono dai diari attraverso un’analisi attenta e precisa. Scritti in forma comprensibile e scorrevole i vari racconti si leggono con piacere , ognuno arriva al proprio finale concluso in se stesso; tutti e cinque rivelano le difficoltà di rapporto tra i due sessi,( oggi sempre più evidenti), pur tra tipologie di individui maschili anche molto diversi tra loro, tutti però accomunati dall’incapacità o non volontà di instaurare rapporti, che possano aggiungere e non togliere significato alla vita!!

  • User Icon

    laura

    16/11/2017 19:30:59

    Il valore e il pregio del libro di Fiorella Carcereri sta proprio nella capacità dell'autrice di descrivere situazioni imbarazzanti e personaggi scomodi con la massima sincerità e, se serve, con crudezza, senza tanti giri di parole. Inutile negare che molte donne, per fortuna non tutte, sono masochiste. Inutile negare che molti uomini, per fortuna non tutti, sono degli abili mentitori che si riempiono la bocca della parola amore, facendo leva sull'indole sognatrice delle donne, per raggiungere ben altri scopi. Se siete alla ricerca di un libro che racconti storie di amori perfetti, equilibrati, insomma da "Mulino Bianco", questa raccolta di Fiorella Carcereri non fa per voi.

  • User Icon

    Loretta

    16/11/2017 18:00:17

    Il libro è ben scritto e di scorrevole lettura. Piace soprattutto la vena ironica con cui i vari personaggi femminili tratteggiano se stessi, anche se a volte le situazioni raccontate, pur diverse tra loro, risultano un po' ripetitive. A dispetto del titolo, più che di donne, il libro è una galleria di personaggi maschili ai limiti della patologia, per quanto riguarda il loro modo di essere e di porsi in relazione con gli altri, e con le donne in particolare. Casi limite, senza dubbio reali (ne esistono, eccome, di uomini così), ma direi che non rappresentano - si spera, almeno - la maggioranza e la normalità del genere maschile: gli uomini, pur con tutti i loro innumerevoli difetti, non sono tutti così. Ma se gli uomini non fanno sicuramente una bella figura, le donne - a mio parere - la fanno ancora peggiore. Tutte le protagoniste sembrano essere preoccupate esclusivamente di trovare e mantenere l'amore di un uomo. Nessuna sembra avere altri interessi, lavoro, hobby, amicizie, impegni... E in questa affannosa ricerca dell'amore dell'uomo in questione, si comportano invariabilmente con grande masochismo e con davvero poca dignità, e di questa (la dignità) ritrovano a volte un barlume solo alla fine del racconto. Ci si aspetterebbe che una donna sana, normale, equilibrata, di fronte ad uno qualsiasi di questi personaggi maschili qui presentati, lo pianti in tronco girandogli definitivamente le spalle fin dal primo momento, invece di continuare a corrergli dietro fino a raggiungere l'estremo limite della sopportazione. Avrei preferito, da parte di queste donne, una maggiore dose di amor proprio, che non guasta mai. Fortunatamente possiedono - ed è questo che salva il racconto - una buona dose di autoironia.

  • User Icon

    Patrizia

    12/10/2017 19:42:27

    Ho letto il tuo libro tutto d'un fiato... è sempre bello leggerti. Descrizione perfetta e fedele delle nostre convinzioni. Ho sorriso, con un misto di amarezza. C'è sempre del profondo in ciò che scrivi. Creando riflessioni e domande. Titolo azzeccatissimo, perché credo che non cambieremo mai! Grazie Fiorella, bel libro!

  • User Icon

    Lorena Marcelli

    02/10/2017 19:22:00

    Paola e Arturo, Ilaria e Fabio, Antonella e Gianluca, Claudia e Stefano, Alessia e Riccardo. Questi i nomi delle protagoniste e dei protagonisti, ma gli stessi potrebbero chiamarsi, e si chiamano, in mille modi diversi. Storie che si ripetono ogni giorno anche accanto a noi, forse nella nostra stessa vita. Chi, di noi, non è stata una donna in panchina almeno una volta? Non tutte, certo, ma molte di sicuro. Donne che hanno atteso per mesi o per anni che arrivasse il loro turno; donne che mi hanno fatto tanta rabbia e che mi hanno fatto domandare cosa spinge, una di noi, a sopportare tutto, a perdere la dignità pur di non perdere un uomo o per averne uno accanto, per dimostrare alla società che qualcuno ci ama. Cinque storie in forma di diario intimo, dove i sentimenti delle protagoniste si esternano senza filtri e senza pudori fino a quando, le stesse, non maturano la consapevolezza del “non essere nulla se non una donna in panchina”. La stessa panchina che è nell’immagine di copertina e che, secondo me, racchiude il senso più intimo dei cinque racconti di Fiorella Carcereri: quella panchina è vuota; non c’è una donna, seduta lì sopra. Quella panchina è vuota perché le donne sanno farsi molto male ma sanno anche farsi del bene, quando riacquistano la consapevolezza del dover essere altro da un “oggetto”. Quella panchina vuota lascia una speranza per il futuro, lascia un messaggio per chi quel posto lo occupa ancora: ”lasciatela vuota e non sedetevi, se il vostro ruolo è solo quello della donna di riserva.” Le storie di Fiorella Carcereri scavano sempre l'animo umano, soprattutto quello femminile, e lasciano un segno indelebile, fatto di lacrime e sorrisi.

  • User Icon

    Daniela

    01/10/2017 23:11:48

    Cara Fiorella, ho deciso di non divorare il tuo magnifico libro, ma di goderne appieno ogni riga, anche perché mi ci sono ritrovata in molte situazioni. A differenza dei tuoi personaggi femminili che ho trovato molto pacati, io purtroppo ho una personalità patologica, drammatica, con disturbi borderline e aspetto di ritrovare nella coppia Antonella e Gianluca qualcosa che mi possa aiutare anche se ormai la mia storia con un vedovo è definitivamente conclusa, ma non si sa mai... il futuro riserva sempre sorprese. Complimenti Fiorella, sei davvero entrata nell'essenza dell'animo femminile ed anche maschile. Un capolavoro di libro.

  • User Icon

    Daniela Loretta Perini

    29/09/2017 18:23:59

    Avvincente il tuo libro, tanto da averlo letto tutto d'un fiato! Che dire? In queste donne ho visto anche me.Pensavo di essere una tontolona, ma alla fine ho capito che siamo tutte sulla stessa onda quando ci innamoriamo della persona sbagliata.Masochismo, terrore della solitudine possono ridurci ad agire senza lucidità e senza dignità.Per fortuna poi si cresce!!Il libro tuttavia è scritto in modo ironico a tratti persino divertente, ingredienti necessari per sdrammatizzare questi drammi!! 😀... grazie Fiorella, anch'io attendo il prossimo..😍

  • User Icon

    Francesca Pennacchioni

    27/09/2017 20:50:05

    Ho finito di leggere il libro due giorni fa. Sono entrata nelle storie pian piano, quasi titubante, ma mi hanno così coinvolta che alla fine le ho lette tutte d'un fiato. Mi ha molto colpita l'attaccamento delle donne al loro ideale di amore, riportato alla cruda realtà da parte di cinque "uomini" per i quali evito qualsiasi aggettivo, perche già è troppo definirli tali. Anche se non se ne parla direttamente, le storie mi hanno fatto riflettere sulla differenza tra donna titolare e donna in panchina: entrambe comunque a mio parere giocano partite complicate. E adesso che il libro è finito... si va a caccia degli altri libri di Fiorella Carcereri!

  • User Icon

    laura

    27/09/2017 19:45:17

    Ho acquistato la raccolta di racconti di Fiorella perché è in qualche modo il sequel del suo romanzo "Amore latitante" che ho apprezzato molto. Devo dire che, in questa sua seconda fatica pubblicata con Arpeggio Libero, l'autrice si è superata. Storie di cinque donne a volte ironiche, a volte crude, ma sempre vere e che rispecchiano quello che ogni donna ha sperimentato su se stessa, almeno una volta nella vita, nel difficile dialogo con l'altro sesso. Sono storie che emozionano, commuovono, fanno arrabbiare. Il ruolo della "donna in panchina" è spesso snervante ma è quello di cui molte donne decidono di accontentarsi, per scelta o per non morire di solitudine. E' un libro che offre ottimi spunti di riflessione e qualche consiglio a tutte le donne che hanno incontrato, o incontreranno, sul loro cammino "vampiri dell'anima" e ladri d'amore. Un libro che mi sento di consigliare davvero. Complimenti all'autrice!

  • User Icon

    agnese rubizzani

    27/09/2017 19:43:03

    Mi è piaciuto molto.È coinvolgente e l'ho letto con avidita' .È autentico e veritiero nella descrizione delle situazioni di queste cinque donne.Storie diverse ma x certi aspetti.. simili.La mia preferita è Antonella ! Anche se un po' cattiva, si è tolta un bel sasso dalla scarpa ! Grazie Fiorella ! Aspetto il tuo prossimo libro !!!!

  • User Icon

    Daniela

    27/09/2017 19:09:45

    Non ho parole per questo libro, è un esempio di vita e noi donne partecipiamo emotivamente sempre di più nel leggerlo. Un libro meraviglioso composto da cinque racconti in cui lasciano pensare molto e sottolineano le diversità di sentimenti, di emozioni, di vita che c'è tra un uomo e una donna. Un libro finalmente vero , lo si legge tutto in una sola volta perchè non se ne può fare a meno . Complimenti all'autrice perchè ha colto nel segno...

  • User Icon

    Federica

    27/09/2017 17:27:36

    Sin dalle prime pagine questo libro ti intriga e ti coinvolge costringendoti a leggerlo tutto di un fiato. Ogni donna può ritrovare se stessa in un momento della propria vita in una delle protagoniste. Un libro che emoziona e fa riflettere e che consiglio assolutamente.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali