I diari di Hitler

Robert Harris

Traduttore: L. Vanni
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 374 p.
  • EAN: 9788804505594
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 5,40

€ 10,00

5 punti Premium

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elio

    04/11/2007 19:34:16

    La storia narrata non è che sia entusiasmante (si appassioneranno di più i tedeschi per via della nazionalità di Hitler e gli inglesi che sono stati ingannati dall'autore del falso scoop) ma il modo di esporla di Harris è accattivante.

  • User Icon

    Alberto B.

    11/11/2004 12:21:56

    Quello che ci consegna Harris non è un romanzo, ma una cronaca vera e propria. Il modo con cui intreccia i vari avvenimenti è magistrale. La prima parte del libro è un po’ noiosa perché troppo dettagliata su accadimenti di secondo piano. Ma, a mano a mano che si arriva al giorno della pubblicazione la pesantezza delle pagine scompare costringendo il lettore ad arrivare fino in fondo. Oltre che per cultura di fatti storici è consigliata la lettura per scoprire il mondo economico-polito della grande editoria e le sfaccettature dei comportamenti di storici e giornalisti. Curiosa, a mio avviso, la descrizione di Rupert Murdoch, il più famoso tra i personaggi contemporanei citati; uomo d’affari insaziabile, spietato e impaziente, ma anche dotato di sarcasmo. Da citare una sua battuta: dopo lo scandalo dei falsi, Frank Giles, direttore del “Sunday Times”, fu al centro di una campagna denigratoria, e Murdoch lo convinse ad annunciare le dimissioni, conferendogli il titolo onorifico di “editor emeritus”. Quando Giles chiese il significato di quel titolo, Murdoch rispose così: “Emeritus è latino, Frank. “e” significa che sei fuori e “meritus” significa che te lo meriti.”!!!

Scrivi una recensione