Img Top pdp Film
Dieci piccoli indiani di René Clair - DVD
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Dieci piccoli indiani
23,60 €
DVD
Venditore: Juke Box
23,60 €
disp. in 2 gg lavorativi disp. in 2 gg lavorativi (Solo 1 prodotto)
Spedizione gratuita
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Juke Box
23,60 €
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Juke Box
23,60 €
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
Dieci piccoli indiani di René Clair - DVD
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Dieci persone, quasi tutte con qualcosa da nascondere, sono invitate in un'isola deserta dove cominciano a morire una alla volta senza sapere come e perché. Il film ha avuto vari rifacimenti.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

And Then There Were None
Stati Uniti
1945
DVD
8033406825610

Informazioni aggiuntive

Enjoy Movies, 2012
Koch Media
110 min
Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
Italiano
1,33:1 Full Screen

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
nando
Recensioni: 5/5

Premetto che questo è il secondo libro di Agatha Christie che leggo dopo "Assassinio sull'Orient Express". Che dire? Non ci sono parole per descrivere la genialità di questa autrice che non aveva mancato di stupirmi nell'altro libro ma in questo veramente si è superata. In fin dei conti si tratta del suo libro più famoso. Fra l'altro nella mia versione c'è una spiegazione della biografia dell'autrice, del particolare periodo della sua vita mentre scriveva questo giallo e a seguire anche l'elenco dei film basati su esso. La cosa che ho più trovato interessante è che il vero titolo è "Dieci piccoli Negretti" e non "Dieci piccoli Indiani" ma il titolo è stato poi cambiato negli anni '70 perché "Negro" è considerata una parola dispregiativa nei confronti delle persone di colore. All'interno del libro, però, tutto parla di negri a partire dall'ambientazione: Nigger Island. Detto questo, la storia parla di dieci persone tutte sconosciute tra l'altro e di diverse classi sociali che vengono invitate da diverse persone a loro poco conosciute su questa isola per una vacanza. Una volta arrivati, scoprono che il padrone di casa non c'è e trovano una inquietante filastrocca nella camera di ognuno che parla della scomparsa di dieci piccoli negretti. Da subito iniziano a succedere cose inquietanti, tutte legate alla poesia e il lettore si crea mille ipotesi ma il finale pare inspiegabile e quasi paranormale se non ché...... da prendere

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Walter Huston

1884, Toronto, Ontario

Nome d'arte di W. Houghstone, attore statunitense di origine canadese. Dopo una lunga attività nel vaudeville, a Broadway dal 1924, è richiamato, come molti attori di teatro, dal cinema sonoro ed esordisce, già maturo, in Gentlemen of the Press (I signori della stampa, 1929) di M. Webb. A partire da The Virginian (Il virginiano, 1929) di V. Fleming, in cui interpreta uno splendido villain, Hollywood ne fa una stella dalla luce intensa anche se breve. Dalla solida biografia di Lincoln di un tardo D.W. Griffith (Il cavaliere della libertà, 1930) all'H. Hawks più sobrio (Codice penale, 1931), dal cinico ritratto della Depressione (La follia della metropoli, 1932, di F. Capra) alla più tesa delle sfide all'O.K. Corral (Il giustiziere, 1932, di E.L. Cahn) fino al più cupo G. La Cava (Gabriel Over...

Barry Fitzgerald

1888, Dublino

Nome d'arte di William Joseph Shields, attore irlandese. Acquisita una certa notorietà come attore di punta dell’Abbey Theatre di Dublino, esordisce nel cinema in Giunone e il pavone (1930) di A. Hitchcock. Notato da J. Ford durante una tournée statunitense dell’Abbey, viene scritturato, insieme ad altri colleghi, per interpretare L’aratro e le stelle (1936), sulla rivolta di Dublino del 1916. Del 1938 è la partecipazione a uno dei capolavori di H. Hawks, Susanna!, mentre nel 1942 gira ancora con Ford Com’era verde la mia valle. Nel 1944 ottiene l’Oscar come migliore attore non protagonista per La mia via di L. McCarey, in cui ricopre il ruolo a lui congeniale dell’anziano burbero, qui alle prese col giovane e brillante padre O’Malley impersonato da B. Crosby. Sotto la regia di R. Clair interpreta...

Louis Hayward

1909, Johannesburg, Repubblica Sudafricana

Nome d'arte di Seafield Grant, attore sudafricano. Dopo diversi film inglesi, si trasferisce negli Stati Uniti, pronto ad affidare la sua bellezza efebica e gentile a personaggi eroici, contemporanei e non, disposti al sacrificio della vita per il trionfo di giustizia e verità. Interpreta Simon Templar in The Saint in New York (Il Santo a New York, 1938) di B. Holmes e il personaggio eponimo di Il figlio di Montecristo (1940) di R.V. Lee. Dopo aver prestato servizio nell'esercito statunitense, ritorna ai ruoli muscolari e eroici, soprattutto in film di cappa e spada, nei quali possono risaltare la sua agilità e la sua eleganza, interpretando il protagonista di La freccia nera (1948) di G. Douglas, Capitan Blood in Le avventure di Capitan Blood (1950) ancora di Douglas, D'Artagnan in La donna...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore