Dillinger è morto (Blu-ray)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Marco Ferreri
Paese: Italia
Anno: 1969
Supporto: Blu-ray
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,19 €)

Glauco è un disegnatore industriale che, in una calda serata estiva, torna a casa dopo il lavoro e trova la moglie a letto indisposta ed una cena oramai fredda sul tavolo. Decide di mettersi lui stesso a cucinare, quando, cercando gli accessori, da un armadio salta fuori un pacchetto avvolto in vecchi giornali. Uno di questi è datato 23 Luglio 1934 e riporta la notizia dell'uccisione del gangster americano Dillinger. Il pacchetto conserva anche un'altra sorpresa: una pistola a tamburo arrugginita che attrae subito l'attenzione di Glauco, il quale inizia a smontarla, oliarla, verniciarla....
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giuseppe

    09/03/2019 14:06:23

    Capolavoro di Marco Ferreri, un film claustrofobico, soffocante, che parla di alienazione, nichilismo, spersonalizzazione dell'uomo nella moderna società industriale, ambientato quasi esclusivamente nella casa del protagonista, dove, non a caso, gli oggetti (una pistola, un barattolo di miele etc.) hanno una visibilità e un'importanza determinante nello sviluppo della trama, quasi come che l'uomo fosse impotente e ridotto esso stesso a mero oggetto incapace di agire nella società alienante in cui vive. Un film pessimista, girato quasi in concomitanza con le contestazioni studentesche e le rivendicazioni operaie del '68, ma assolutamente disilluso, radicale nel suo affermare l'impotenza dell'uomo e il malessere esistenziale che rendono le possibilità di una rivoluzione una pura utopia. Un film difficile, non per tutti, molto lontano dagli stilemi del cinema moderno, per questo imperdibile. Blu-ray di ottima qualità, presenti booklet e interessanti interviste.

  • Produzione: CG Entertainment, 2018
  • Distribuzione: Mustang
  • Lingua audio: Italiano (2.0 DTS HD);Italiano (2.0 Mono Dolby Digital);Francese (2.0 DTS HD);Francese (2.0 Mono Dolby Digital)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Contenuti: Booklet esclusivo di 28 pagine a cura di Elisa Baldini; Trailer; Dillinger è morto... il cinema è vivo, Interviste a cura di Nocturno
  • Marco Ferreri Cover

    Regista italiano. Interrotta l'università, comincia a realizzare documentari per una azienda di liquori e, subito dopo, in società con R. Ghione e su idea di C. Zavattini, mette a punto la produzione di un periodico cinematografico, «Documento Mensile», che però si ferma al secondo numero. Tenta poi la sceneggiatura, la recitazione, e anche la produzione esecutiva, ma viene bloccato da un paio di insuccessi che gli chiudono la strada di Cinecittà. Sceglie quindi di trasferirsi in Spagna, dove finalmente può dirigere il suo primo lungometraggio, El Pisito (1958), premiato al Festival di Locarno, cui fanno seguito Los chicos (1959) e El Cochecito (1960). Sono film in cui mostra di aver assimilato il fecondo retroterra letterario della Spagna non conformista, intriso di un certo non-sense, di... Approfondisci
  • Michel Piccoli Cover

    Propr. Jacques Daniel M. P., attore e regista francese. È uno dei più importanti interpreti del cinema europeo, molto attivo anche in teatro, capace di alternare ruoli drammatici e leggeri, imponendo sempre uno stile inconfondibile, fatto di mezzi toni e di grande eleganza recitativa. Negli anni ’40 ricopre piccoli ruoli (il suo primo film è Sortilèges, 1945, di Christian-Jaque) prima di cominciare ad apparire da protagonista nel decennio successivo e soprattutto negli anni ’60. Lavora con tutti i più grandi registi francesi ed europei: J.-L. Godard (Il disprezzo, 1963, e Passion, 1982), A. Resnais (La guerra è finita, 1966), R. Clément (Parigi brucia?, 1967), A. Hitchcock (Topaz, 1969), C. Chabrol (L’amico di famiglia, 1972), M. Bellocchio (Salto nel vuoto, 1980). Mostra di essere a proprio... Approfondisci
Note legali