Dimmi come sogni. Interpretazione emotiva dell'esperienza onirica

Bruno G. Bara

Editore: Mondadori
Collana: Oscar saggi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 188 p., Brossura
  • EAN: 9788804615460
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,94

€ 11,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano.bacchi

    12/04/2012 14:19:58

    In quest'opera di Bara una teoria del sogno non è formulata; fa una ricognizione critica di fonti autorevoli e di teorici del sogno che dimostra una conoscenza profonda della materia.Non ci si aspettava che un autore di tale rango "scendesse" alla neurofisiologia del sogno perchè è un piano di trattazione ambulatoriale che non può recare contributo alcuno alla teoria generale del sogno; la tecnologia nulla può spiegare del simbolismo onirico, il linguaggio remoto della psiche libera, l'algebra misteriosa (Schubert) nella quale è racchiusa la chiave cripta di tutti gli enigmi della mente. Chi scoprirà le leggi del sogno scoprirà uno actu le leggi della psicosi e della intelligenza: la grandezza di Freud si iscrive proprio nella sua traumdeutung und gestalt der verlangen e si ha nozione di questa superiore conferenza del linguaggio onirico da fonti extrapsichiatriche. L'accesso alla sua semeiotica fondamentale da parte del legislatore della matematica moderna e dei metalinguaggi simbolici, Kurt Godel, si è risolto in una apologia epistemica della psicoanalisi giudicata il sistema intelligente più potente di tutti, con indicazione della sua legge gnostica (wo es war soll ich werden)quale matrice generale del viatico dell'intelligenza. Auspichiamo che Bara torni ad occuparsi dei suoi simboli e non dei suoi elettrodi: il suo prossimo compito epistemico non è dissimile dalla decriptazione di Turing della algebra enigmatica della comunicazione militare nazista, che ci fece vincere la guerra come ce la farà vincere contro la psicosi l'esatta decodificazione onirica. La psicoanalisi è tecnica psicopedagogica di intelligenza e salvezza, non laboratorio di grafiche computazionali. Gli perdoniamo l'inserzione di Jung fra gli scienziati della mente. Meno facile perdonargli la "caduta" junghiana nell'esoterismo orientaleggiante. L'oriente non ha niente da insegnarci perchè l'evoluzione dela sua cultura rispetto il pensiero magico è ancora un sogno. Tanto per stare in tema.

Scrivi una recensione