Traduttore: A. Storti
Editore: TEA
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 aprile 2018
Pagine: 446 p., Brossura
  • EAN: 9788850249404
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Parlos73

    02/09/2018 18:10:05

    E' il mio primo libro di Kate Atkinson. Scritto molto bene (nonostante delle parti superflue e numerosi sbalzi temporali che rendono la lettura talvolta difficile). I personaggi non sono protagonisti dei vari dei vari momenti storici (come per esempio accadeva nella trilogia di Ken Follett), ma semplici vittime. La storia è normale, quella di una famiglia che attraversa le avversità della guerra: prima, durante e dopo. Poi c'è il finale. Che cambia tutto: il giudizio sulla trama, il giudizio sul libro, le emozioni. Uno dei finali più belli che abbia mai letto. Complimenti.

  • User Icon

    lalla278

    12/03/2018 07:39:30

    Una grandissima delusione! narrazione poco scorrevole, continui salti temporali di non facile aggancio. Trama abbastanza interessante, ma senza mordente.

  • User Icon

    Matilde

    01/03/2017 19:00:14

    Un capolavoro assoluto, letteratura pura, niente da aggiungere

  • User Icon

    Alessia Cesare

    20/09/2016 20:01:08

    Una delusione. Avevo molte aspettative su questo romanzo, un po' perché ne ero stata attratta dal titolo, una copertina accattivante e la trama lasciava intuire un romanzo di superba stesura. Invece mi sono ritrovata immersa, catapultata, trascinata e poi ripresa al volo da un turbine di epoche diverse un susseguirsi di eventi ( tragici ed efferati per certi versi) che non avevo più la cognizione reale di cosa stessi leggendo. E dure che il plot lasciava presagire molto di più. La storia in sé sarebbe stata azzeccata, se solo l' autrice avesse percorso il normale " corso" degli eventi, anziché saltellare da decennio in decennio destabilizzando il lettore e precludendogli la possibilità di assaporare appieno un intreccio e i personaggi che si dipanano in esso.

  • User Icon

    tom

    04/09/2016 21:17:14

    Questo libro mi è piaciuto molto, x la scrittura, x la fine descrizione psicologica dei molti personaggi e x l'accuratezza nelle parti storiche. Le parti sul 2^ conflitto mondiale, le incursioni aeree, i dettagli anche più tecnici sono narrati in modo appassionante e coinvolgente. Ted, il protagonista, anche se motivato da giuste ragioni(ma a chi non sembrano valide le proprie?) arruolatisi volontario nella raf ha ucciso molte persone, anche civili inermi e si ripromette di essere un uomo migliore dopo la guerra: cercherà di essere gentile con tutti, un marito fedele, un buon padre e un nonno affettuoso. All'inizio i troppi salti avanti e indietro nel tempo in cui venivano anticipati gli sviluppi futuri, anche se dispiegati con sapienza dall'autrice mi impedivano di affezionarmi ai personaggi, poi la narrazione, pur conservando diverse linee temporali e anticipazioni si fa più lineare e riserva sempre qlcs di nuovo e inaspettato. Ho trovato l'inserto con le storie di Augusto superfluo e il finale un po' discutibile ma credo si allinei con il dualismo presente in tutto il romanzo: vita contro morte, paura contro coraggio, dovere e responsabilità contro sogno e voglia di realizzarsi, amore contro odio. Non lo ritengo come molti un capolavoro ma sicuramente un buon libro.

  • User Icon

    Alberto

    02/07/2016 09:54:26

    Premetto che non ho letto il precedente romanzo di K.A., "Vita dopo vita", ma rimedierò quanto prima, perchè questo di cui scrivo mi è piaciuto molto: per la scrittura, per la capacità di tratteggiare i caratteri dei protagonisti, magari solo con una battuta o il rispettivo pensiero a margine di una particolare situazione. Ha saputo dosare le vicende personali con argomentazioni di carattere storico, letterario (citazioni a non finire, documentate per aiutare il lettore), paesaggistico e naturalistico. Avvincenti i capitoli dedicati alle missioni della RAF, con Teddy ai comandi di velivoli a volte poco affidabili, lanciati verso la morte quasi certa, basti leggere le note finali dell'autrice, tutti Eroi con la E maiuscola. Sapiente costruzione narrativa stratiforme, con qualche difficoltà per il lettore poco concentrato, ma di grande efficacia. Consigliato.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione