A Dissertation Upon the Epistles of Phalaris

A Dissertation Upon the Epistles of Phalaris

Richard Bentley

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Forgotten Books
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 41,45 MB
  • EAN: 9780243812080
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

By his talking of sollicitation one would he apt to imagine, that he had worn the very Streets with frequent yonrneys to fillicit for the ms. I had [hid former account, that a Bookleller came to me in the Name of the Editors: which is a word of more Concefion, thitn the Pains he was at defierv'd. For to the heft ofmy Memory, he never ash'd me for the ms. Hot at his own Shop, or as I cafitally met him. Neither can I call to mind, that ther He or his Apprentice came once to my Lodgings'or to the Lihrary for't; till the time that he fent for't hy my appointment, and receiv'd it.
  • Richard Bentley Cover

    (Oulton, Yorkshire, 1662 - Cambridge 1742) filologo inglese. Si affermò con la pubblicazione dei frammenti di Callimaco (1691), modello per le raccolte posteriori. Nella Dissertazione sulle lettere di Falaride (Dissertation on the epistles of Phalaris, 1699) insegnò a distinguere - attraverso un metodo critico basato su dati linguistici, letterari e storici - fra tradizione genuina e falsificazioni letterarie. Esemplare è la critica condotta su Esopo. Numerose le edizioni critiche, fra cui quelle di Filemone e Menandro, Orazio, Terenzio. Del 1720 è la sua Proposta per un’edizione critica del Nuovo Testamento. Scoprì il digamma in Omero e fondò la metrica scientifica latina arcaica; ebbe inizio da lui l’uso di segnare l’accento sui metri poetici. Approfondisci
Note legali