Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Dolore - Zeruya Shalev - copertina

Dolore

Zeruya Shalev

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Elena Loewenthal
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 18 gennaio 2018
Pagine: 286 p., Brossura
  • EAN: 9788807890468
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 9,02

€ 9,50
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Dolore

Zeruya Shalev

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Dolore

Zeruya Shalev

€ 9,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Dolore

Zeruya Shalev

€ 9,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 9,03 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Iris - quarantacinque anni, sposata, con due figli - pensa di aver lasciato dietro di sé i due grandi traumi della sua vita: l'abbandono da parte del primo amore, Eitan, che l'ha portata giovanissima a desiderare la morte e, anni dopo, l'attentato di cui è stata vittima che l'ha portata tra la vita e la morte. Ma a distanza di dieci anni da quell'attentato, Iris non si aspetta il riaffiorare del dolore fisico, di quei ricordi terribili, ma soprattutto non si aspetta di rincontrare per caso Eitan. Se a questo si aggiungono il sospetto che il marito Michi abbia un'amante e la preoccupazione per la figlia, plagiata da un uomo molto più grande di lei, la vita di Iris sembra andare di nuovo in frantumi e la situazione diventa ingestibile.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,25
di 5
Totale 8
5
1
4
2
3
3
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manuela

    14/05/2021 13:30:44

    Dov' è la sostanza di questo romanzo? Riflessioni elementari, trama inesistente e scrittura insipida.

  • User Icon

    Sara

    22/09/2019 13:40:44

    Questo Dolore ha un che di artefatto: è come se la trama fosse pensata bene ma sviluppata un decisamente peggio. A tratti lento e anche confusionario, permette di conoscere i dolori della non tanto più giovane Iris che si trova a fare i conti con un passato da dimenticare e un presente anche peggiore, se è possibile. Passabile ma non eccelso.

  • User Icon

    Martina

    23/06/2019 21:43:08

    Non mi sento di dare di più, la trama è confusionaria e in alcuni tratti ho trovato difficile star dietro alle vicende. L'ho trovato anche un pò noioso, però nel complessi è carino.

  • User Icon

    Emanuele

    17/09/2018 12:55:48

    Di Zeruya Shalev avevo letto qualche anno fa “Quel che resta della vita”. Mi sono quindi avvicinato a “Dolore” sapendo bene che lo stile della scrittrice israeliana è piuttosto ostico, una sorta di stream of consciousness nel quale il piano emotivo e il piano reale, così come il tempo presente e il tempo passato, si intersecano e si richiamano continuamente. A differenza di “Quel che resta della vita”, che mi aveva entusiasmato, “Dolore” mi ha lasciato un po’ perplesso. Anzi, potrei dire che fondamentalmente mi ha annoiato. Qui la protagonista è una sola, Iris, madre quarantacinquenne, con due figli più che adolescenti e un marito piuttosto grigio, che si ritrova in mezzo alla tempesta emotiva perfetta: madre con l’Alzheimer, il primo amore che rispunta, la figlia ventenne invischiata con un uomo molto più grande di lei. E sullo sfondo, i postumi delle ferite, fisiche e morali, in seguito ad un attentato terroristico nel quale era rimasta coinvolta dieci anni prima. Di fatto tutto il romanzo, anche da un punto di vista psicologico, è Iris: gli altri personaggi appaiono appena accennati. E qui, secondo me, c’è un forte elemento di debolezza: la complessità del personaggio di Iris avrebbe bisogno di elementi di complessità degli altri personaggi per poter essere credibili. Invece gli altri personaggi sono piatti: è piatto Michi, il marito, che quando risponde alla moglie “brontola”; è piatto Ethan, il vecchio amore, che fa l’innamorato per tutto il tempo, ma poi esplode in un gesto di una grettezza insultante nei confronti di Iris; è piatta Alma, la figlia ventiduenne, che si ritrova cameriera a Tel Aviv soggiogata ad un datore di lavoro con pretese da guru. Diciamo allora questo: la complessità stilistica che avevo trovato così efficace in “Quel che resta della vita”, in “Dolore” mi è parsa inutile. Ciò che là serviva per descrivere la complessità dei rapporti, qui mi pare un po’ fine a sé stessa.

  • User Icon

    mara regonaschi

    19/01/2017 07:32:31

    I temi trattati e i presupposti del romanzo sarebbero stati anche interessanti, essenziali, ma la lentezza del suo ritmo e la continua reiterazione dei concetti e degli stati d'animo dei (pochi) protagonisti rendono il tutto noioso, quasi banale, a tratti assurdo. Vi è incertezza i qualsiasi situazione debba essere affrontata da vari personaggi, che scandagliano tutte le possibili cause e conseguenze che potrebbero derivare da ogni loro decisione, così che .... non succede mai nulla. Persino la descrizione dell'atto di vomitare da parte dei genitori (colti da malessere dopo aver appreso che la figlia è soggiogata da un uomo senza scrupoli) richiede un'intera sgradevole pagina. Da evitare.

  • User Icon

    Tinama

    11/01/2017 17:42:46

    Piacevolmente interessante. L'autrice rimane a tratti un po' ostica. Non sempre o non subito si afferrano alcuni pensieri. Colpa della traduzione, della struttura sintattica, dello stile della scrittrice o della sua modalità di pensiero?

  • User Icon

    Diana

    24/12/2016 16:22:35

    Molto interessante, questo libro parla di amore e dolore, intrecciati indissolubilmente. Parla dell’amore per il marito, per i figli, per un antico fidanzato mai dimenticato; e parla del dolore, quello fisico (la protagonista e’ scampata per miracolo ad un attentato terroristico a Tel Aviv), che ora, dopo 10 anni, riesplode; e con questo dolore rinasce l’amore, ma anche il dolore stesso, per un vecchio fidanzato che l’aveva lasciata tanti anni fa. E’ un libro da cui non riesci piu’ a staccarti, e nel quale ti rispecchi, anche se non con le stesse modalita’, perche’ i dolori e l’amore sono universali. L’unico aspetto che non mi e’ piaciuto (ma e’ un gusto personale), e’ la scelta del tempo presente durante tutta la narrazione, che a me da’ leggermente fastidio e a causa del quale non gli do’ il massimo del punteggio.

  • User Icon

    AA69

    14/10/2016 18:57:58

    Libro Mondo Donna. C'e' tutto in questo libro, tutto quello che una donna moderna può vivere, sopportare, intuire, combattere ed accettare. Non come resa, ma come unica via per la salvezza di chi ama. Ci sono catene vecchie come il mondo, che la donna non subisce, ma "INDOSSA". Conscia che I vincoli ed I valori morali ti limitano la vita e la liberta' d'amare. Sempre consapevole che un altro amore, quello che ti lega ad un figlio, è forte come la Ginestra e tutto può rinascere dove meno te lo aspetti. L'intuito di una donna, madre e moglie, vede oltre ogni barriera da Roma a Gerusalemme o Telaviv.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Zeruya Shalev Cover

    Zeruya Shalev, israeliana, è nata in un kibbutz nel 1959. Ha svolto studi sulla Bibbia e sulla Sacra Scrittura. Vive a Gerusalemme, dove lavora come scrittrice e come editrice. Ha pubblicato una raccolta di poesie e romanzi. Per Una relazione intima (Frassinelli 2000), ai vertici delle classifiche in Israele, è stata insignita del Golden Book Prize dall'Unione degli Editori Israeliani, e dell’Ashman Prize.Tra gli altri titoli pubblicati in Italia: Una storia coniugale (Frassinelli 2001), Dopo l'abbandono (Frassinelli 2007), Quel che resta della vita (Feltrinelli 2013), Dolore (Feltrinelli, 2016). Approfondisci
Note legali
Chiudi