Domus (1960-1969). Ediz. italiana, inglese, francese e tedesca

Charlotte Fiell,Peter Fiell

Editore: Taschen
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 19 settembre 2016
Pagine: 936 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9783836556767
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Fondata nel 1928 come una sorta di diario in presa diretta dal grande architetto e designer milanese Gio Ponti, domus è stata salutata come la rivista di architettura e design più influente al mondo. Con stile e rigore, si è occupata in maniera estensiva dei temi e dei movimenti stilistici più rilevanti nei settori del design del prodotto, strutturale, di interni e industriale. Questa ristampa di tutti i numeri degli anni '60 della rivista documenta i progetti più audaci, pratici e belli di una decade di entusiasmo futuristico e cultura pop in continua espansione. Mentre nuovi materiali sintetici e plastici facevano il loro ingresso sulla scena, portando a un design radicalmente nuovo, le nozioni convenzionali di eleganza cedettero il passo a forme fresche e innovative. Per comparire sulla rivista, le opere dovevano essere funzionali, interessanti dal punto di vista concettuale, spiccatamente originali e/o aggraziate, e presentare una chiara distribuzione spaziale. Tra i movimenti e i professionisti che ce l'hanno fatta si annoverano l'Anti Design e il Radical Design, Ray e Charles Eames, Gae Aulenti, Kenzo Tange, Verner Panton, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Ettore Sottsass, Carlo Scarpa, Angelo Mangiarotti, James Stirling ed Eero Saarinen.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile