La donna più bella del mondo (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 15 liste dei desideri
Gina Lollobrigida dà sfoggio anche delle sue grandi doti canore!
4,33
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    12/12/2019 14:53:53

    il film risponde alle caratteristiche indicate

  • User Icon

    enrico

    11/03/2019 22:40:10

    Melodramma italo-americano ai limiti del ridicolo, ma con due trovate degne di essere ricordate: il duello femminile alla spada fra la Lollobrigida e Tamara Lees e il tenore che viene davvero ucciso (su ordine del di-rettore d'orchestra suo rivale) durante l'ultimo atto della "Tosca", nella scena della finta fucilazione.

  • User Icon

    Giuseppe

    22/07/2007 01:06:26

    Due attori che hanno fatto la storia del cinema: Gina Lollobrigida bellissima,sensuale e piena di classe,Vittorio Gassman bello e straordinario sono i protagonisti di questa bellissima e romantica commedia ambientata nel periodo della "bella epoque" agli inizi del 1900,tra fasti,abiti da sogno,lustrini e "pailettes"! Che dire di più:Lina Cavalieri è sicuramente una delle donne più belle del mondo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

1956 - David di Donatello - Miglior attrice - Lollobrigida Gina

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: CG, 2018
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 16:9
  • Contenuti: Galleria fotografica - Trailer
  • Vittorio Gassman Cover

    "Attore e regista italiano. Nell'infanzia trascorsa tra Genova, Palmi e poi (definitivamente) a Roma, al seguito del padre ingegnere edile tedesco, già preannuncia un temperamento artistico esuberante e mercuriale. Allievo dell'Accademia d'arte drammatica, si impone come uno dei più dotati attori della propria generazione, in grado di affrontare sia i ruoli del repertorio classico (Amleto, Otello, Adelchi, Oreste) sia quelli del teatro moderno (Un tram che si chiama desiderio), lavorando con le compagnie più prestigiose e sotto i registi più importanti (in particolare L. Squarzina e L. Visconti). Nel 1954-55 fonda una propria compagnia, conservando sempre il gusto per la provocazione (da Kean, genio e sregolatezza, 1955, di Dumas padre, a Affabulazione, 1977, di Pasolini, fino a Ulisse e la... Approfondisci
  • Gina Lollobrigida Cover

    Attrice italiana. Studentessa di liceo artistico, inizia la carriera da comparsa grazie al parente produttore di una compagna di scuola e intanto spopola a Miss Italia. Gira una decina di film prima di svelare compiutamente un talento drammatico che esalta la già impareggiabile bellezza e, da Fanfan la Tulipe (1952) di Christian-Jaque, inanella una serie di ruoli azzeccati che la eleggono regina del cinema italiano degli anni '50. E così, dopo Altri tempi (1952) di A. Blasetti, La provinciale (1952) di M. Soldati e La romana (1954) di L. Zampa, è L. Comencini a dirigerla in Pane, amore e fantasia (1953) e nel seguito Pane, amore e gelosia (1954) nei panni di Maria detta «la bersagliera», ragazza di campagna dal fisico prosperoso e i modi schietti destinata a sedurre le platee di tutto il mondo... Approfondisci
Note legali