Traduttore: M. C. Dallavalle
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2016
Pagine: 380 p., Rilegato
  • EAN: 9788804660583

39° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Rosa

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,72

€ 18,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco

    05/09/2017 20:26:18

    bellissimo libro. ti prendo sin dall'inizio. lou come sempre fantastica!adoro jojo

  • User Icon

    Fabiana

    01/06/2017 08:48:07

    Ogni sequel è deludente ma questo non saprei neanche come definirlo. Che fine ha fatto tutta la grinta di lou?

  • User Icon

    Francesca

    05/05/2017 16:51:16

    Attendo solamente il seguito!! Io adoro da matti Jojo!! È bravissima.

  • User Icon

    Elena

    11/04/2017 13:08:08

    Giunta alla fine ho tirato un sospiro di sollievo....sembrava un traguardo impossibile. Davvero noioso, scontato, banale ed esagerato, persino la figura di Louisa è irriconoscibile.

  • User Icon

    CHIARA

    02/02/2017 16:10:38

    Patetico, forzato e insulso tentativo di rimettere insieme i personaggi del primo libro. Leggete "Io prima di te" poi passate ad altro... che è meglio!

  • User Icon

    francesca s.

    19/01/2017 16:17:44

    Perchè? perchè rovinare un bellissimo libro con un seguito cosi deludente? Probabilmente è stato scritto solamente per fini commerciali. e' un libro insulso, dove la protagonista è irriconoscibile, la fine di Io prima di te era perfetta così e non meritava un seguito del genere... Pentita di aver speso i miei soldi con questo libro ora sarò più cauta negli aacqusti dei libri di questa scrittice

  • User Icon

    Sara

    12/12/2016 19:50:43

    Premetto che mi piacciono molto i libri della Moyes, quindi magari il mio commento può essere un po' di parte, ma devo dire che a parte lo shock iniziale, come storia mi è piaciuta. Effettivamente ci sta che nonostante tutti i soldi di will, Clark non diventi improvvisamente audace e fortunata. Poi vabbè alcuni avvenimenti sono un po' esagerati, ma nell insieme è una bella storia. Personalmente ho letto di peggio.

  • User Icon

    chiskyw

    12/12/2016 09:42:17

    Ammetto di essere partita prevenuta dopo aver letto così tante recensioni negative...ma devo dire che a me è piaciuto molto! Non mi sento di fare eccessivi paragoni con il precedente; in questo romanzo Lou è cambiata, non è certo più la spensierata e frivola provincialotta dai vestiti a colori sgargianti, ma a tratti irriconoscibile nella sua nuova scorza post Will. La lettura del romanzo è scorrevole, i nuovi personaggi interessanti e - a parer mio - ben caratterizzati, i vecchi si ritrovano con piacere e si ride una volta in più con le assurdità che accompagnano la famiglia di Lou. Forse un pò sempliciotto il modo in cui tutto alla fine si incastra perfettamente...ma io sono riuscita a piangere lo stesso! :-)

  • User Icon

    Betty

    11/10/2016 21:21:31

    Si lascia leggere perché è scorrevole e affatto impegnativo, ma niente a che vedere con il primo. Non coinvolge come il precedente: tutto sommato è piuttosto deludente

  • User Icon

    Franci

    18/09/2016 17:37:23

    Pensavo di leggere una storia tristissima e invece fin quasi da subito l'autrice mi ha stupito perché alcuni momenti della storia sono esilaranti grazie alla presenza della famiglia di Louisa, il padre in primis che cerca sempre di alleggerire l'atmosfera, il nonno che sta regredendo a uno stato infantile e la madre che sta riscoprendo la sua libertà. Il tema principale resta comunque l'elaborazione del lutto, dal momento successivo alla perdita dove una persona sopravvive, si trascina nella vita e vive nel ricordo della persona persa pensando che forse per essa poteva fare di più, al momento in cui comincia a vedere uno spiraglio e a capire che la vita deve andare avanti grazie anche all'aiuto delle persone che la circondano e che le vogliono bene, fino a quando parlare di quella persona non le fa più male e diventa di nuovo protagonista della sua esistenza, capendo che può di nuovo essere felice e che questo non vuol dire dimenticare chi non c'è più. La mancanza di Will si sente e molte volte avrei voluto sapere che cosa avrebbe fatto o detto ma l'autrice è riuscita comunque a creare una storia molto coinvolgente, divertente ed emozionante grazie ai vecchi e ai nuovi personaggi, tutti ben caratterizzati e alla sua capacità di dosare parti più sofferenti con altre allegre.

  • User Icon

    flora

    11/09/2016 21:03:55

    sinceramente??? questo libro la scrittrice se lo poteva anche risparmiare!!! situazioni al limite dell'assurdo, ragazzina antipatica e scostumata....penso che a volte il successo del primo romanzo debba rimanere tale.....e con questo ho detto tutto

  • User Icon

    Alessandra

    06/09/2016 12:50:51

    Laddove "Io prima di te" ha trattato un argomento interessante in modo brillante e scorrevole, questo sequel é talmente paradossale da sfiorare il ridicolo. Peccato.

  • User Icon

    Daniela

    31/08/2016 14:03:49

    Spiace vedere lettori che lasciano recensioni con voto molto basso.... vorrei dire di essere felice per tutti loro, perché significa non hanno provato minimamente il dolore che sopravvive alla morte del proprio amato. Io l'ho letto tra lacrime incessanti, proprio perché ciò che vedevo nero su bianco era la triste verità.

  • User Icon

    Manuela Capri

    30/08/2016 18:27:57

    Se si avesse il coraggio di scrivere "FINE" al proprio primo romanzo misteriosamente di qualità, si farebbe un piacere a tutti.

  • User Icon

    Fr

    27/08/2016 18:30:30

    A me è piaciuto. Tantissimo. Più di Io prima di te. Luisa non è più l'eroina romantica di un romanzo, ma è diventata una donna vera, con il suo dolore, la sua sofferenza, la fatica a vedere un domani...

  • User Icon

    Isa

    18/08/2016 08:43:44

    "Nessuno attraversa la vita indenne."

  • User Icon

    Vaduz

    15/08/2016 21:55:39

    Delusa, delusa, delusa. Libro scritto in fretta, per richiesta dell'editore e dei lettori ( che, tuttavia, non si aspettavano certo questa cosa qui), e si sente.

  • User Icon

    Gianna

    24/07/2016 17:46:25

    Che delusione!! Stiracchiato, noioso. Niente a che vedere con Io prima di te. Peccato. Con questo libro l'autrice scende decisamenfe di grado.

  • User Icon

    rosetta

    12/07/2016 10:40:40

    Condivido il parere di chi mi ha preceduta. Davvero nulla di che, un po' deludente per chi, come me, ha tanto amato i suoi romanzi precedenti. Spero nel futuro...

  • User Icon

    Simona

    08/07/2016 10:41:22

    a poterlo fare avrei dato 2,5. si legge, ma si fa un po' fatica. Troppo lungo per un libro che alla fine ha deluso le aspettative.

Vedi tutte le 36 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

La recensione di IBS

Dopo il grande successo di Io prima di te, Jojo Moyes torna con l'attesissimo seguito di una delle più toccanti storie d'amore degli ultimi tempi.

Per qualche tempo ti sentirai a disagio nel tuo nuovo mondo. Ci si sente sempre disorientati quando si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante... C'è fame in te, Clark. C'è audacia. L'hai soltanto sepolta, coma fa gran parte della gente. Vivi bene. Semplicemente, vivi.

Sono passati diciotto mesi dalla fine della storia d’amore tra Lou e Will. Lou non riesce a darsi pace, ha una testa piena di domande e un cuore ridotto in migliaia di piccolissimi pezzi. Perché Will ha deciso di abbandonarla? Perché ha compiuto quel gesto così tragico, così terribile, così definitivo? Ma nonostante tutti i dubbi, lo sconforto e le paure, Lou deve andare avanti. Deve riprendere in mano la sua vita, pezzo dopo pezzo, istante dopo istante, e mantenere la promessa fatta a Will: vivere.
E così parte. Lascia il suo paesino di provincia dove ha trascorso ventisette anni della sua vita e se ne va a Parigi. Poi Roma, Amsterdam, una spiaggia della Grecia. Sempre da sola. Le amicizie che stringe sono superficiali, insignificanti, vuote, perché prive di condivisione e spessore. Poi arriva a Londra, dove trascorre le giornate lavorando come cameriera nel bar di un aeroporto e le serate camminando sul cornicione del palazzo in cui abita. Il mondo intorno a lei è in fermento: c’è chi corre per prendere il primo volo per Monaco, chi sta per partire per una vacanza, chi torna a casa a salutare la famiglia che non vede da tempo. E in questo mondo che si muove, che scalpita, che va avanti, Lou è ferma. Immobile. Sembra essere l’unica a non fare passi, tradendo così quella promessa fatta un anno e mezzo prima all’uomo che amava e che sempre amerà. Lou non vive. Sopravvive.
Sarà un incidente a cambiare tutto. Una caduta che la porterà a un passo dalla morte e la costringerà a tornare a casa dalla sua famiglia. È la svolta. Inizia così un nuovo periodo della sua vita, segnato dalla presenza di Sam, un paramedico dagli occhi gentili, e da Lily, una ragazza sedicenne – ribelle e arrabbiata con il mondo e con sé stessa, come è tipico di quell’età – legata a Will, il suo Will, che custodiva dei segreti pronti a tornare a galla per sconvolgere tutto quanto ancora una volta. Ma è proprio sconvolgendo tutto che si può tornare a ricostruire, pezzo dopo pezzo, istante dopo istante.
Con questo libro, Jojo Moyes scrive un degno sequel di Io prima di te. Forse non c’era bisogno di una continuazione per quella storia, già così convincente e completa. La paura che un nuovo racconto potesse rovinarla era tanta. Eppure, a fine lettura, quella paura svanisce, lasciando spazio al sollievo. Ritroveremo personaggi che avevamo già conosciuto e ne incontreremo di nuovi. Rideremo, spereremo e ci commuoveremo, condivideremo un pezzetto della nostra vita con Lou, con le sue gioie e le sue difficoltà. E ancora una volta la scrittura della Moyes, scorrevole e ironica ma al tempo stesso seria e profonda, colpirà dritto al cuore.