Curatore: G. S. Stent
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 6 ottobre 2016
Pagine: 330 p., Brossura
  • EAN: 9788811675662

19° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Storia delle scienze

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Il 25 aprile 1953 una breve paginetta sulla rivista "Nature" firmata da James Watson e Francis Crick chiariva definitivamente la struttura a doppia elica del DNA, la sostanza chimica che funge da messaggero della trasmissione genetica. Quindici anni dopo, nel 1968, uno dei due autori di quell'articolo, insigniti nel 1962 del Nobel per la medicina, scandalizzò la comunità scientifica narrando in modo vivace e provocatorio i retroscena dell'avventura intellettuale che aveva portato alla clamorosa scoperta. Per la prima volta il mondo della ricerca appariva nella sua cruda realtà: pieno di luci e ombre, di simpatie e odi profondi, di rivalità e inganni. "La doppia elica" ripropone lo "scandaloso" testo originale.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ludovico

    27/01/2008 12:37:06

    In quanto studente di ingegneria genetica ho trovato il libro molto eccitante. E' la storia di una scoperta scientifica (forse la più importante del secolo scorso) raccontata come se fose un romanzo. Lo stile naturale e immediato lo rendono un testo adatto a chiunque. Fortemente consigliato

  • User Icon

    Gianni F

    15/10/2007 15:17:45

    Non ho niente da aggiungere alla descrizione data da Ibs, il libro è proprio così, parla della vita che si deve sopportare nei laboratori di ricerca, e chi dice che non è così è ipocrita. Per esperienza nei laboratori di ricerca ho ritrovato questi elementi di telenovela che fanno molto male alla scienza, e sotto questo aspetto il libro non mi è piaciuto. Il fatto è che in questo testo la parte scientifica è descritta male in senso pedagogico (da biologo avevo difficoltà perfino io a seguire cosa diceva Watson), e l'autore ha preferito mettere in pessima luce la Franklin (che avrebbe meritato lei e non Wilkins il Nobel) piuttosto che spiegare le basi scientifiche e logiche della biologia del DNA e delle sue intuizioni. Tutto questo, come dicevo, è passato in secondo piano, però forse parlo da persona del settore. Probabilmente un lettore comune potrebbe trovare in questo "feuilleton" il pepe che altrimenti sarebbe mancato nel libro che parla della scoperta più grande dello scorso secolo. Questo testo, o quello di Crick (fa lo stesso), è comunque una lettura obbligata per gli appassionati di scienza e non può mancare nella biblioteca di una persona che vuole capire cosa è stato il secolo scorso. La scoperta della doppia elica è stata davvero una fase epocale non solo nella scienza ma anche nella storia umana. Gianni

Scrivi una recensione