Dove comincia il mondo

Truman Capote

Traduttore: V. Mantovani
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 26 maggio 2016
Pagine: 157 p., Rilegato
  • EAN: 9788811670742
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
"Ho cominciato a scrivere a otto anni. All'improvviso, senza essere ispirato da esempi. Non avevo mai incontrato gente che scriveva; anzi, conoscevo poche persone che leggevano.. I primi racconti di un giovanissimo Truman Capote sono pagine che già contengono in nuce tutta l'originalità del grande scrittore americano. Pagine in cui Capote cerca la sua voce unica e piena di sensibilità. Un'adolescente che vive i suoi primi drammi d'amore. Un ragazzino che incontra a Central Park il cane dei suoi sogni. Una donna che lotta per salvare la vita di una bambina che ha gli occhi dello stesso colore di quelli del suo amante. Due amiche che discutono su quale sia il modo migliore per uccidere i mariti. Un'anziana signora ossessionata dalle camelie. Una ragazza mulatta che viene espulsa da un prestigioso collegio femminile. Questi piccoli gioielli sconosciuti erano nascosti negli archivi della New York Public Library. E sarebbero rimasti per sempre inediti se l'editore svizzero Peter Haag, mentre faceva ricerche sulle carte dell'autore a New York, non vi si fosse imbattuto per caso. Si tratta delle primissime storie immaginate da Truman Capote tra il 1935 e il 1943, nella sua adolescenza e prima giovinezza. E sono storie di crimini e ingiustizia, povertà e disperazione, ma anche di incredibile generosità e tenerezza, umanità ed empatia. I germogli di una genialità che ha segnato la storia della letteratura mondiale.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Umberto Mottola

    03/07/2016 15:28:34

    Bei racconti. "Questo è per Jamie" è uno dei più belli che abbia mai letto.

Scrivi una recensione


«Ho cominciato a scrivere a otto anni. All’improvviso, senza essere ispirato da esempi. Non avevo mai incontrato gente che scriveva; anzi, conoscevo poche persone che leggevano.»

«Questi racconti sono molto più che un esercizio giovanile. Sono degni di essere conosciuti dal grande pubblico.» - Alan Schwarz, amministratore del Truman Capote Literary Trust

«Nonostante la giovanissima età del futuro autore di Colazione da Tiffany, gli scritti ritrovati dimostrerebbero un talento così precoce da non poter non richiamare l'immagine di enfant prodige che Capote ha sempre voluto dare di sé.» - Panorama

Spesso si è tratti in inganno dall’idea che i grandi romanzi vengano composti dal nulla, dalla passione e dall’istinto, senza alcuna preparazione. Di tanto in tanto può succedere che il genio di un autore si mostri per la prima volta con un grande libro, certo, ma spesso prima della magna opus c’è un lungo apprendistato fatto di piccole creazioni, racconti acerbi, tentativi immaturi.

Garzanti, storico editore di Truman Capote, ci offre con Dove comincia il mondo una grande opportunità per scoprire gli esordi letterari di questo grande scrittore americano. Leggendo questa raccolta di racconti inediti, scritti quando l’autore aveva fra gli 11 e i 19 anni, non si può restare indifferenti al suo talento. Un enfant prodige capace di creare un intero mondo di emozioni e personaggi vivissimi in una manciata di pagine.
Queste composizioni sono tanto più significative se si pensa alla triste giovinezza vissuta da Truman, sensibile e omosessuale, con una situazione familiare difficile, intrappolato nello stato del sud dell’Alabama. Con vividezza rara, Capote spazia dalle allucinazioni (o forse no?) di un’anziana donna a un passo dalla morte, alla malinconica sofferenza di una ragazza in procinto di separarsi dal suo primo vero amore, dai regali che un bambino generoso e solo dona a un ragazzino malato che non ha mai visto, agli sforzi di una giovane donna nera andata a vivere a New York (come Truman stesso fece).
Un volume postumo capace di farci scoprire una serie di personaggi che lasciano il segno: mai scialbi né banali, mai piatti né appena accennati, ma sempre vibranti, intensi, contradittori, umani. Particolare interesse è dimostrato per i neri, le figure femminili e gli emarginati in genere, segni di quell’empatia che Truman infuse nella sua scrittura.
L’atmosfera degli Stati Uniti meridionali, con i loro boschi e i loro serpenti, con le loro paludi e la loro abbondanza di armi, è evocata in modo vivido, come solo chi è nato e vissuto in quei luoghi può fare.

Che amiate il genere dei racconti brevi, che siate appassionati della scrittura dell’autore di Colazione da Tiffany, questo volume vi conquisterà. Dove comincia il mondo si rivela l’acquisto perfetto per gli aspiranti scrittori che vogliono nutrirsi delle letture dei grandi maestri.


Indice

Ognuno per la sua strada
Mill Store
Hilda
Miss Belle Rankin
Se ti dimentico
La falena e la fiamma
Terrore nella palude
L'amico sconosciuto
Louise
Questo è per Jamie
Lucy
Traffic West
Anime gemelle
Dove comincia il mondo

Postfazione

Truman Capote Literary Trust