Dove finisce l'arcobaleno - Carlo Brera,Wilbur Smith - ebook

Dove finisce l'arcobaleno

Wilbur Smith

Scrivi una recensione
Traduttore: Carlo Brera
Editore: Longanesi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 907,48 KB
Pagine della versione a stampa: 392 p.
  • EAN: 9788830435131

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Avventura

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 0,99

Venduto e spedito da IBS

1 punti Premium

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'anno è il 1935. Lo sfondo è l'Etiopia. La missione consiste nel condurre quattro decrepite autoblindo dapprima per mare, forzando il blocco inglese, quindi per centinaia di chilometri di deserto ostile e selvaggio fino ai Pozzi di Cialdi, nel cuore del territorio etiopico che sta per essere invaso dalle truppe di Mussolini. L'arduo compito è affidato a due avventurieri, un americano e un inglese che agiscono per denaro, a una giornalista che ha sposato la causa degli oppressi e a un giovane dignitario etiope. Dalla goletta negriera che lo farà approdare non senza difficoltà nei pressi di Gibuti, alle gole profonde dell'altopiano etiopico, il piccolo convoglio dovrà conoscere la ferocia degli animali e degli uomini del deserto, le vendette sanguinarie e i riti tribali dei predoni; dovrà fronteggiare un esercito ben equipaggiato combattendo al fianco di un popolo tanto eroico quanto inerme; sarà costretto a rischiare la vita ogni istante opponendo il coraggio al tradimento, l'amore alla disperazione. E durante il viaggio saranno le circostanze a "fare gli uomini", ritoccando e talvolta addirittura capovolgendo quelli che sembrano i dati di fatto iniziali.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Claudio

    03/10/2015 20:56:27

    Wilbur Smith conferma ancora una volta la leadership nel campo della narrazione di avventure. Queste, oltre ad essere avvincenti e straordinarie, sono talmente verosimili che "istigano" il lettore ad andare alla ricerca di notizie sui fatti raccontati per saperne di più sull'argomento. In questo caso la colonizzazione africana di Mussolini. Ci fa anche capire il punto di vista di un popolo invaso da eserciti stranieri, purtroppo questione molto attuale ancora oggi. Un punto in meno come voto perché manca il finale. Insomma, l'autore sembra che abbia avuto fretta di terminare la storia, invece poteva "finirlo" in maniera più esaustiva e soddisfacente, anche con qualche pagina in più che non avrebbero di certo appesantito il volume.

  • Wilbur Smith Cover

    È nato nella Rhodesia del Nord (attuale Zambia), ma è cresciuto e ha studiato in Sudafrica. Il padre, possidente e cacciatore di elefanti, considerava la sua passione per la lettura "innaturale e poco sana", forzandolo a diventare un "lettore segreto" ma appassionato. "Mio padre riteneva la mia ossessione per i libri innaturale e malsana. Mi vidicostretto a leggere di nascosto. Passavo quindi così tanto tempo nel gabinetto esterno, dove nascondevo i miei libri preferiti, che mio padre ordinò a mamma di somministrarmi regolari e massicce dosi di olio di ricino."Si è dedicato a tempo pieno alla narrativa dal 1964 e da allora ha pubblicato numerosi romanzi, basati su attente ricerche e appassionanti esplorazioni condotte in ogni angolo del mondo. Diversi... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali