Categorie

Dove lo Stato non c'è. Racconti italiani

Tahar Ben Jelloun

Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 1991
Pagine: 94 p.
  • EAN: 9788806124038
Usato su Libraccio.it - € 6,69

€ 10,53

€ 12,39

Risparmi € 1,86 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile


scheda di Rogozinski, M.C., L'Indice 1992, n. 7

I racconti italiani di Tahar Ben Jelloun, montati con la collaborazione di Egi Volterrani, provocano un'evocazione del Mezzogiorno, drammatizzata su una "Assenza". Nato dall'intenzione di forzare, attraverso la finzione letteraria, le catene della cronaca meridionale che giorno dopo giorno ci ripropone l'enigma della latitanza dello Stato, il testo elabora in un insieme di intrecci le intuizioni e le immagini di un'indagine nel sud d'Italia, in cui l'autore era stato coinvolto con Egi Volterrani dal quotidiano "II Mattino" di Napoli. Lo sguardo sulla società meridionale è quello di uno straniero che ne filtra la complessa tessitura attraverso una certa stilizzazione sociologica, i richiami letterari, i fantasmi interni della terra d'origine (il Marocco). L'enigma dell"'Assenza" è avvicinato principalmente attraverso i rituali della morte cruenta e senza giustizia, ovvero attraverso la rappresentazione figurata dell'impotenza sociale: caratteri estenuati e rotti di impiegati pubblici, scene di vita burocratica allentata e inefficiente. L'operazione di straniamento rispetto alla società meridionale, tentata nel testo, non intacca la veridicità letteraria degli intrecci, ma manca forse della forza sufficiente per dischiudere l'enigma.