Il drago rinato. La ruota del tempo. Vol. 3

Robert Jordan

Traduttore: V. Ciocci
Editore: Fanucci
Collana: Tif extra
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 666 p., Brossura
  • EAN: 9788834712191
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    falsodrago

    10/11/2014 17:46:01

    Monumentale frammento della saga di Jordan, adesso veramente esplosa per complessità e sviluppo della vicenda. Spicca innanzitutto la scelta dell'autore di mettere ai margini del racconto Rand, ma così facendo offre un'approfondimento importante agli altri due ta'veren e alle tre ragazze della Torre Bianca. Il fiore all'occhiello di questo tomo penso sia senza ombra di dubbio Mat Cauthon : ironico, arguto, impulsivo, poco riflessivo, "fortunato" , incapace di proporre una qualsiasi forma decente di strategia. Insomma, dei tre Ta'veren è sicuramente quello che più di tutti si avvicina alla figura dell'antieroe, ma è anche quello che subisce meno i dubbi e le difficoltà intrinseche nella pesante responsabilità di essere un elemento cardine del Disegno intessuto dalla ruota. Discorso diverso per un Perrin sempre più trascinato dal lato "animale" che lo porta a condividere esperienze sensoriali e oniriche con i lupi, amplificandone capacità fisiche e mentali ma anche dubbi e incertezze sulla sicurezza di mantenere inalterata la propria umanità. La story-line delle ragazze è interessante e permette di approfondire la questione Aes Sedai, Ajah nera , temi magici e oggetti magici, senza mai scadere in vicende di mero riempimento, ma sostenendo la storia verso una conclusione degna ( che puntualmente arriva). A Taer, nella fortezza, i destini e gli obiettivi dei personaggi che si muovono nella storia si intersecano in maniera pressocchè perfetta: ognuno ha un ruolo nello scontro finale del terzo capitolo. In tutto questo noto come punti deboli forse la figura di Rand: eccessivamente ai margini e poco influente (almeno fino alla fine). Annovero come piccoli "difetti" la questione del popolo guerriero Aiel, ancora poco approfondito ed il destino per esempio del capitano BAYLE DOmon, oppure i Seanchan o ancora il corno di Valere ed il pugnale di Shadar LOgoth ( città che penso avrà un certo ruolo più avanti) Al momento una saga estremamente consigliata.

  • User Icon

    Stefano

    21/05/2013 10:03:58

    Adoro sempre di più questa serie e non vedo l'oro di leggere gli altri libri. Geniale l'idea di non dare quasi mai la parola al protagonista. L'unico difetto, come nei primi due, è il finale affrettato. Dopo più di novecento pagine un finale migliore era auspicabile.

  • User Icon

    armando

    28/12/2011 12:53:00

    Un'altra ottima prova di robert jordan,che con questo terzo romanzo approfondisce la caratterizzazione psicologica di molti personaggi(perrin su tutti)e ci regala un finale davvero con i fiocchi.

  • User Icon

    Elisa

    27/09/2009 13:21:11

    Il Drago Rinato raggiunge livelli di eccellenza oltre le mie aspettative. Il mio preferito in assoluto. La storia comincia a prendere pieghe inaspettate e il personaggio principale, Rand, viene relegato in secondo piano per dare finalmente ampio spazio ad altri interessantissimi personaggi come Mat e Perrin. Jordan è un autore magnifico!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione