Le due facce dell'innocente

Elie Wiesel

Traduttore: G. Lupieri
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 6 settembre 2012
Pagine: 135 p., Rilegato
  • EAN: 9788811683841
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 9,50
Descrizione

Yedidyah è un giovane giornalista che lavora a New York nella redazione di un quotidiano. La sua specialità è la critica teatrale, è sposato con un'attrice ed è molto ben introdotto nel mondo del teatro newyorkese. Nessuno è più bravo di Yedidyah nel raccontare i successi effimeri, le glorie dimenticate, il fascino racchiuso nella nascita di una nuova stella e la malinconia che colora il suo crepuscolo. Ecco perché rimane estremamente sorpreso quando il suo capo gli affida un compito molto diverso dal solito: occuparsi della cronaca del processo di Werner Sonderberg, un giovane tedesco residente negli Stati Uniti. È stato accusato dell'omicidio di Hans Dunkelman, un suo lontano zio, trovato morto in fondo a un crepaccio nei monti Adirondack. Di fronte al giudice Sonderberg si è dichiarato colpevole e insieme non colpevole, scatenando l'attenzione morbosa di tutti i media. Perché Hans Dunkelman, che pareva solo un distinto anziano gentiluomo europeo, nascondeva molti segreti, riguardanti la sua vera identità e il suo coinvolgimento nella tragedia dell'Olocausto. Segreti che lui e il nipote hanno dovuto affrontare sull'orlo di quel crepaccio. Segreti che lo stesso Yedidyah ha paura di affrontare nel suo articolo, perché lo riportano indietro nel tempo, alla storia della sua famiglia, a una cicatrice che il tempo non ha ancora sanato. E che forse mai potrà sanare.

€ 14,96

€ 17,60

Risparmi € 2,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    enrico

    02/09/2013 20:00:49

    Premesso che sono un lettore fazioso (Wiesel è il mio scrittore preferito e lo consiglio sempre a tutti), ho molto apprezzato questo libro. Se le prime pagine sono un po' ostiche, dopo un po' la storia "ti prende" e affascina sempre di più, sino al finale sorprendente e toccante. Non è uno dei suoi capolavori ma un libro certamente da leggere.

  • User Icon

    Meris

    23/05/2013 23:07:37

    Mi ispirava parecchio la storia , ma in realtà ha deluso le mie aspettative, non capisco come a certuni sia piaciuto così tanto ..de gustibus. La storia verte quasi al 90% sulla storia noiosa di questo giornalista che ha problemi con la moglie , o col suo passato che gli affiora incubi durante la notte, e col suo ritrovato amore per il teatro. Mentre la storia più interessante , cioè quella dell'assassino che al contempo si dichiara 'colpevole e non colpevole' rimane sullo sfondo . Un vero peccato , tre quarti del libro a narrare del giornalista e alla fine in maniera spiccia non rivela nulla di più approfondito sul tema sicuramente più interessante . Per non parlare dello stile di Ellie Wiesel , discorsi diretti e indiretti , omette spesso anche la punteggiatura , insomma se non si legge con attenzione non lo si capisce; poco scorrevole in sintesi.

  • User Icon

    claudio

    05/11/2012 09:46:50

    Concordo con quanto sostenuto da altri lettori. Libro non di facile lettura, ma profondo, prezioso per capire l'uomo e le sue contraddizioni.

  • User Icon

    Fabio Ponzana

    20/09/2012 09:27:58

    Il passaggio dal discorso diretto al discorso indiretto è sempre stato, in questo gigante della letteratura, il filo rosso su cui far danzare il conscio e l'inconscio, la materia e lo spirito. Che libro! Wiesel ritorna alla sua missione laica con la forza di sempre ma, questa volta, decide di superarsi. Semplicemente sublime, incontrovertibilmente geniale.Una domanda assilla la nostra mente: a quando anche per Wiesel il Nobel per la Letteratura? Quello per la Pace, vinto nel 1986,gli rende giustizia solo a metà.

  • User Icon

    monica

    17/09/2012 07:45:39

    Ad ogni capitolo ogni pagina ogni riga ti poni domande che trovano risposta soltanto se ti interroghi sul tuo vissuto e sul tuo presente e su cio' che potrebbe essere il tuo futuro, fino a lasciarti senza fiato nei polmoni.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione