L' eco di uno sparo

Massimo Zamboni

Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 31 marzo 2015
Pagine: 191 p., Rilegato
  • EAN: 9788806225216
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Il 29 febbraio 1944 Ulisse, squadrista, membro di un direttorio del fascio, viene ucciso dai Gruppi di Azione Patriottica. Pochi mesi prima erano morti i sette fratelli Cervi, fucilati dai fascisti. Il 16 marzo 1961, diciassette anni dopo, il gappista Soragni, nome di battaglia Muso, sarà vittima dell'odio covato nel tempo da un compagno militante e amico, assieme a lui responsabile dell'uccisione di Ulisse. La storia è lineare solo quando scegliamo di raccontarla cosi, ma gli eventi si affastellano in un ordine che, quando ti riguarda da vicino, non è necessariamente quello cronologico. Cosi è per chi cerca di capire le ragioni del sangue, quando il sangue degli oppressori si mescola a quello degli oppressi. E l'eco di quegli spari accompagna Massimo Zamboni nella sua indagine attraverso due secoli per ricostruire una storia che lo riguarda molto da vicino, anche se gli è stata sempre taciuta. "Di mio nonno, due sole cose possedevo: il nome, Ulisse, che io porto come secondo, e che sempre ho dovuto considerare come un intruso, una parte sconosciuta di me; e una giacca, un tessuto ruvido di lana, il nero orbace della sua divisa autarchica. Niente di più, prima di questo libro". Questa indagine lo porta a respirare polvere negli archivi cercando di decifrare le calligrafie ostili dei registri parrocchiali; lo porta sulle colline reggiane a intervistare i superstiti; lo porta sulla tomba dei fratelli Cervi - sette, come sette erano i fratelli B*, l'agiata famiglia a cui apparteneva il bisnonno Massimo.

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    13/07/2015 21:11:36

    In una prosa evocativa e densa si snocciola un dramma che spacca ancora oggi, in rinnovate forme di lacerazione, la memoria d'Italia. Pieno di pietas, pieno di umanità. Da leggere.

  • User Icon

    LucaMilano

    29/05/2015 20:27:37

    Un libro istruttivo, che narra in maniera approfondita e non banale, di resistenza ma anche di vita contadina, un autore che intraprende un doloroso percorso nel suo passato familiare, rivivendo fatti e misfatti dei suoi predecessori, troppo spesso schierati, suo malgrado, dalla parte sbagliata. Zamboni, ci regala uno spaccato di saga familiare, dalla quale traspare il coraggio di narrare i fatti bui (anzi neri) che coinvolsero la sua famiglia in tempo di guerra civile. una guerra, con pochi eroi (forse solo 7) e molti opportunisti. un percorso intrapreso con equilibrio e onestà intellettuale il cui scopo non è l'espiazione - chè un uomo non può essere responsabile delle colpe di chi lo ha preceduto - bensì l'intento di far cessare l'eco, assordante, di uno sparo e dare dignità al proprio nome. belli anche titolo e copertina

Scrivi una recensione