Categorie

Michel Tournier

Traduttore: I. Landolfi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 99 p. , Brossura
  • EAN: 9788811666400


«Abbassò lo sguardo verso il cespuglio di spine. Non era così folle da aspettarsi che prendesse fuoco e che una voce sorgesse dal suo centro. Non era così folle da credersi Mosè.»

Il romanzo è ambientato nel 1845. L'Irlanda è la terra da cui parte Eleazar, pastore protestante, di umili origini, puro di cuore e dotato di una assoluta fiducia in Dio. La moglie Esther, una ragazza zoppa, che proprio per questo viene facilmente data in sposa, lei cattolica e di famiglia protestante, a un povero pastore protestante. La sua voce cristallina e la sua arpa fanno da colonna sonora al romanzo, suoni angelici, capaci di intenerire i cuori più duri. Esther non abbandonerà mai la sua arpa anche quando il viaggio verso la "terra promessa", la California, si farà difficile e sarà necessario abbandonare tutti i pochi averi che la famiglia si era portata con sé. Cora, la figlia minore è una bambina saggia e dalla straordinaria intelligenza, una specie di angelo salvatore: sarà lei che, ad esempio, vedrà nella freccia conficcata nel carro un segno positivo, da non togliere, e sarà proprio quel segno che permetterà alla famiglia O'Braid di ottenere da Serpente di Bronzo l'aiuto che salverà il piccolo Benjamin, il figlio primogenito di Eleazar, vivace e gioioso bambino.

Tutto il viaggio sembra contrassegnato da "segni" che corrispondono al biblico cammino verso la Terra Promessa. E anche la conclusione, l'impossibilità di raggiungere la California, dopo avervi condotto i suoi, rende la vicenda di Eleazar simile a quella biblica di Mosè. Ma quale è la colpa che deve espiare? Forse quel lontano delitto, commesso per difendere un debole, e che lo aveva spinto ad andarsene dall'Irlanda? La sua fede è incrollabile, la sua fiducia in Dio e nella sua giustizia non ha tentennamenti, immenso è il rispetto per gli altri, la sua anima è così limpida che rifugge dal male e dal peccato quando se ne imbatte, e ne tiene lontani i suoi, temendo che ne vengano corrotti solo al contatto. Quando poi un bandito, José, si avvicina a questo piccolo nucleo di anime buone, quando ascolta le parole di Eleazar e il canto di Esther, la bontà vincerà sul male e porterà alla "conversione": il malvagio si farà difensore dei buoni.

Libro di profonda spiritualità, che presenta questo viaggio verso terre lontane come un viaggio di iniziazione
, una prova di vita da superare che rivela la grandezza, o la miseria, degli uomini. I grandi e profondi sentimenti che legano tra loro i membri di questa famiglia appaiono comunque strettamente legati all'amore per Dio, alla fede nella sua guida e nel suo progetto di salvazione.

A cura di Wuz.it