Eroi: Lo scudo di Talos-Le paludi di Hesperia-L'armata perduta

Valerio Massimo Manfredi

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 ottobre 2011
Pagine: 821 p., Brossura
  • EAN: 9788804613602
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,10
Descrizione

Talos, un ragazzino spartano nato storpio, abbandonato dai genitori e destinato a un futuro inglorioso, riesce a diventare comandante e a salvare la sua città dai Persiani. Diomede, l'ultimo guerriero omerico a fare ritorno a casa dopo la guerra di Troia, tradito e odiato dalla moglie, deve fuggire da Argo e cercare nelle inospitali regioni di Hesperia una nuova patria. Xeno, un giovane ateniese arruolatosi nell'esercito di diecimila mercenari greci al soldo di Ciro di Persia, si trova quasi suo malgrado alla testa dei reduci, pronto a tutto pur di riportarli vivi a casa. Sono tre grandi eroi dei tempi antichi che la prosa vivace di Valerio Massimo Manfredi ha fatto rivivere sulla pagina scritta.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Riccardo Banchi

    07/09/2012 12:08:00

    La raccolta dei tre libri è davvero avvincente; e la copertina è in sintonia con il contenuto. Nell'ordine preferisco "Lo scudo di Talos", poi "L'armata perduta"; a seguire "Le paludi di Hesperia", anche quest'ultimo comunque una bella storia, ma un gradino al di sotto degli altri due romanzi. Il voto che do è non è regalato; Manfredi può avere leggere oscillazioni, ma non delude!

  • User Icon

    Roberto Lo Duca

    16/01/2012 23:52:56

    Tre dei libri che, insieme al grande Alexandros, ho più ho apprezzato del famoso storico e romanziere emiliano. Lo scudo di Talos è il più ricco di dettagli storici, descrive molto bene la storia delle guerre greco persiane, dalla battaglia di Maratona a quella di Salamina, inoltre offre un buono spaccato della società spartana, il tutto con un ritmo avvincente che appassiona sin dalla prima pagina, cosa che purtroppo manca nei libri di storia. L'armata perduta fa venire voglia di intraprendere un viaggio nel cuore dell'Asia al seguito dei diecimila guerrieri ingaggiati da Ciro il Giovane nel tentativo di conquistare il trono di Persia ai danni del fratello Artaserse; anche qui il ritmo è coinvolgente sin dalle battute iniziali, si legge tutto d'un fiato. "Le paludi di Hesperia" mi è piaciuto molto, qui la storia è poca, è mitologia, ma lo scontro tra Diomede ed Enea una volta approdati in Italia, in un set di atmosfere cupe, incuriosisce e non ti fa mai mollare la presa. Tre capolavori del grande Manfredi.

Scrivi una recensione