An Essay on Man; Moral Essays and Satires

An Essay on Man; Moral Essays and Satires

Alexander Pope

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: JH
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 747,81 KB
  • EAN: 9788832560404

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

This volume contains a rich selection of Pope's work, including such well-known poems as the title selection-a philosophical meditation on the nature of the universe and man's place in it-and "The Rape of the Lock," a mock-epic of rare charm and skill. Also included are "Ode on Solitude," "The Dying Christian to His Soul," "Elegy to the Memory of an Unfortunate Lady," "An Essay on Criticism," "Epigram Engraved on the Collar of a Dog," "Epistle [IV] to Richard Boyle, Earl of Burlington: Of the Use of Riches," "Epistle to Dr. Arbuthnot; or, Prologue to the Satires" and more.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Alexander Pope Cover

    (Londra 1688 - Twickenham, Mid-dlesex, 1744) poeta inglese. Figlio di un ricco mercante cattolico, gli fu interdetta, per la sua religione, la frequenza di scuole regolari; studiò allora privatamente, ma con tanta applicazione da compromettere ulteriormente la propria salute, già fragile (soffriva di tubercolosi ossea). Amico di Swift, Gay e Arbuthnot, P. fece parte del circolo di letterati che aveva aderito alle regole dell’Art poétique di Boileau. Frequentatore della società elegante londinese (sua fiamma segreta fu per anni la brillante lady Wortley Montagu), dal 1718, dopo la fortunata versione in distici dell’Iliade che gli procurò l’agiatezza, il poeta si stabilì in una splendida villa a Twickenham. Qui, fra le visite di amici e ammiratori, continuò fino alla morte un’intensa attività... Approfondisci
Note legali