L' etica in un mondo di consumatori

Zygmunt Bauman

Traduttore: F. Galimberti
Editore: Laterza
Edizione: 2
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 18 febbraio 2010
Pagine: VII-234 p., Brossura
  • EAN: 9788842086925
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64
Descrizione
Smantellata gran parte dei limiti spazio-temporali che delimitavano le potenzialità delle nostre azioni, non possiamo più ripararci dalla ragnatela della dipendenza globale. È questa la situazione in cui, volenti o nolenti, portiamo avanti oggigiorno la nostra storia comune. Anche se molto - forse tutto o quasi tutto - in questa storia in divenire dipende dalle scelte umane, le condizioni in cui tali scelte vengono fatte non sono a loro volta soggette a scelta. Si può essere "favorevoli" o "contrari" rispetto alla nostra interdipendenza planetaria, ma sarebbe come dire di essere a favore o a sfavore della prossima eclissi solare o lunare. Acconsentire od opporsi, però, alla forma squilibrata che la globalizzazione della condizione umana ha assunto fino a questo momento, questo sì che può fare una grande differenza.

€ 8,64

€ 16,00

9 punti Premium

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

"Lo sforzo corrente di comprendere il mondo – questo modo, qui e ora, apparentemente familiare, ma che non risparmia sorprese… – è effettivamente una lotta. Una strada in salita, potremmo dire… che non ha mai un fine. La vita sembra muoversi troppo in fretta perché la maggior parte di noi riesca a seguirne le svolte e le giravolte."
Tuttavia Zygmunt Bauman non rinuncia a provarci. L'influente pensatore, sociologo e filosofo, a cui si deve la folgorante definizione della "modernità liquida", torna a indagare in questo suo nuovo saggio gli innumerevoli volti della società moderna, il mondo in cui viviamo e le nostre vite all'interno di esso. Impresa tutt'altro che semplice, perché tutto ciò che ci circonda è in perenne trasformazione, anche le "reti concettuali", che abbiamo imparato a utilizzare per cogliere la realtà, persino il vocabolario, i termini e i concetti che usiamo per pensarla e descriverla. In un contesto così sfuggente, che continua a mutare molto più velocemente delle nostre capacità di capirlo e raccontarlo, lo scopo di un libro come questo non può e non vuole essere quello di suggerire risposte e soluzioni. Bauman preferisce porre l'accento sui dubbi e sui dilemmi, su come nascano e sulla forma che assumono. Le domande che sapremo e riusciremo a porci sul nostro mondo potranno aiutarci ad alimentare la speranza di miglioralo, potrebbero essere il primo passo per cambiare le nostre vite.
In questo "rapporto da un campo di battaglia", così l'autore definisce il suo saggio, sono molteplici le incursioni su temi portanti del vivere oggi: innanzitutto la multietnicità, una sfida a trecentosessanta gradi (etnica, culturale, religiosa, di stile di vita) che non risparmia nessun luogo del pianeta, dove la coabitazione umana è un'esperienza sempre più, e probabilmente definitivamente, variegata ("in ogni paese, ormai la popolazione è una somma di diaspore"). E poi la globalizzazione e il consumismo, con le implicazioni etiche, morali e sul piano della felicità. "Amerai il prossimo tuo come te stesso" può essere ancora considerato uno dei precetti fondamentali della vita civilizzata, come proclamava Freud, o è talmente in contraddizione con il genere di ragione che questa civiltà promuove da perdere la sua centralità? La moderna società dei consumatori è in grado di mantenere le promesse di felicità di cui si ammanta? Come è cambiato oggi il concetto di cultura?
Sono solo alcuni degli interrogativi affrontati da Bauman in queste pagine di grande spessore intellettuale, in cui si affollano citazioni e riferimenti a pensatori, filosofi e sociologi di ieri e di oggi. Una riflessione di grande respiro sulla condizione umana, il cui rigore scientifico soddisferà gli studiosi più esigenti, ma che non mancherà di affascinare, con le sue folgoranti intuizioni, i lettori motivati e interessati ad approfondire tematiche impegnative che riguardano tutti noi.