Eugenetica senza tabù. Usi e abusi di un concetto

Francesco Cassata

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 796,26 KB
Pagine della versione a stampa: 123 p.
  • EAN: 9788858419915

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel dibattito pubblico italiano l'apparato simbolico del discorso ostile alla genetica e alla biomedicina contemporanee si fonda sull'impiego polemico di accezioni fortemente negative della parola "eugenetica". Si tratti di diagnosi prenatale, fecondazione assistita o terapia genica, è sempre questa parola-tabù a comparire. E ad accompagnarla è, il più delle volte, il riferimento a uno specifico contesto storico: il nazismo. In tale discorso stigmatizzante l'eugenetica viene presentata come una forma di "pseudoscienza reazionaria, razzista e antisemita", fonte di violenza e discriminazioni. Ma spesso una reale definizione è del tutto assente. In forte contrasto con tale banalizzazione, negli ultimi trent'anni la storiografia ha definito un quadro sempre più complesso dell'eugenetica nel Novecento. Alla luce di questi sviluppi il libro ragiona sull'uso pubblico del concetto di "eugenetica", per decostruire le ambiguità semantiche, spesso strumentali, legate all'adozione del termine nel dibattito politico-culturale italiano.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Escherichialibri

    08/03/2019 16:51:42

    Parlare di “eugenetica” troppo spesso è un tabù - troppo spesso associamo questa idea a quello che è successo nel Terzo Reich, all’idea di creare una razza umana “migliore”. In realtà quando si parla di eugenetica su parla di un discorso molto più ampio e complesso - che abbraccia sia quello che è successo sotto il regime nazista (che comunque deve essere inquadrato nel suo contesto), sia quello che è successo quando abbiamo iniziato a capire le prime malattie genetiche, sia quello che possiamo fare oggi grazie alle conoscenze di genetica che abbiamo acquisito. È un discorso complesso - un discorso che abbraccia bioetica e sociologia e libertà individuale e scelte politiche. È un discorso tremendamente affascinante che ci spinge a riflettere sull’evoluzione della scienza e delle sue potenzialità. E, naturalmente, è un discorso magistralmente riassunto in questo volumetto: “Eugenetica senza tabù” di Francesco Cassata. Centoventipagine che abbracciano tutti questi temi e che sono un ottimo trampolino di lancio per scoprire qualcosa di nuovo, per approfondire il discorso.

| Vedi di più >
Note legali